Ultimo aggiornamento: 20/08/2021

Come scegliamo

14Prodotto analizzati

31Ore impiegate

8Studi valutati

86Commenti raccolti

La vitamina E fornisce una grande quantità di nutrienti per il corpo ed è anche ampiamente utilizzata nell’industria cosmetica per le sue proprietà di ringiovanimento della pelle. La domanda è: quale tra tutti i prodotti e le marche è il migliore?

Ti mostreremo i diversi tipi di prodotti a base di vitamina E e le loro caratteristiche, in modo che tu possa scegliere quello più adatto ai tuoi interessi e al tuo budget. È importante che tu prenda in considerazione ogni dettaglio per prendere la migliore decisione di acquisto.




Sommario

  • La vitamina E (chiamata anche alfa-tocoferolo) appartiene ad un gruppo di otto composti liposolubili tra cui quattro tocoferoli e quattro tocotrienoli. Questa vitamina è essenziale per la rigenerazione cellulare, lo sviluppo cardiaco e ormonale.
  • Puoi trovare questa vitamina negli alimenti, ma anche in integratori, oli, unguenti e creme. Gli integratori dividono la vitamina E in due tipi: naturale o sintetica, mentre le creme sono progettate principalmente per la rigenerazione cellulare.
  • Prima di fare un acquisto, è importante considerare le dosi appropriate di vitamina E secondo l’età, il sesso, il peso e le condizioni mediche. È anche necessario osservare se ci sono effetti collaterali dovuti a dosi elevate.

Vitamina E: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida all’acquisto

Questo articolo ha lo scopo di fornirti informazioni utili in modo che tu possa conoscere a fondo il prodotto che stai pensando di acquistare. Vorremmo quindi raccontarti gli aspetti più importanti della vitamina E, e cosa dovresti considerare quando la compri nelle sue diverse forme.

Il giusto dosaggio di vitamina E dipende dall’età, dal peso e dal sesso, tra le altre cose. (Foto: puhhha / 123rf.com)

Cos’è la vitamina E e quali sono i suoi benefici?

La vitamina E (conosciuta anche come alfa-tocoferolo) è un gruppo di otto composti liposolubili tra cui quattro tocoferoli e quattro tocotrienoli, che svolgono un ruolo importante nel corpo.

A causa della loro funzione antiossidante lipidica, questi composti della vitamina E si trovano in alimenti vegetali ricchi di grassi come i semi oleosi (soia, girasole, lino, arachidi, ecc.) e, in misura minore, nei cereali.

Uno dei suoi principali vantaggi è che offre protezione contro i radicali liberi, riducendo il danno ossidativo delle cellule e rallentando i segni dell’invecchiamento, sia nella pelle che nel corpo. La vitamina E è considerata uno dei più efficaci antiossidanti disponibili.

Vantaggi
  • Migliora la guarigione delle ferite
  • Previene l”invecchiamento cellulare
  • Promuove la circolazione del sangue
  • Benefico per il cuore e il sistema nervoso
  • Aiuta la regolazione ormonale e la fertilità
  • Migliora la visione
Svantaggi
  • Dosi elevate di integratori di vitamina E possono aumentare il rischio di sanguinamento
  • La vitamina E combinata con altri antiossidanti può ridurre gli effetti protettivi sul cuore
  • La vitamina E durante la chemioterapia può influenzare l”efficacia dei trattamenti

Che ruolo ha la vitamina E nel corpo?

La vitamina E gioca un ruolo chiave nel normale metabolismo di tutte le cellule, essendo il più importante antiossidante liposolubile nei tessuti umani e animali. Si trova nelle parti delle cellule ricche di lipidi, come le membrane cellulari e i tessuti grassi.

Il suo compito è quello di proteggere gli acidi grassi polinsaturi nei lipidi dai danni ossidativi, motivo per cui la carenza può portare a disturbi metabolici o neurologici.

Vitamina E naturale o sintetica – a cosa dovresti fare attenzione?

Gli integratori dividono la vitamina E in due tipi: naturale o sintetica. Prima di acquistare un prodotto, è importante controllare l’etichetta per vedere a quale tipo appartiene, perché i nomi differiscono solo per una lettera.

Vitamina E naturale: Questa è anche chiamata d-alfa tocoferolo, ed è più potente e più efficacemente metabolizzata della vitamina E sintetica. Può essere ottenuta da oli vegetali e può essere trovata nella pelle. Può essere ottenuto da oli vegetali ed è noto per aiutare a prevenire l’ossidazione cellulare ed è stato presentato come un eccellente antiossidante naturale.

Vitamina E sintetica: Questa è la versione modificata o creata artificialmente della vitamina E. È conosciuta come dl-alfa tocoferolo. È conosciuto come dl-alfa tocoferolo e circa 300 g di questa vitamina devono essere consumati per ottenere benefici simili a 100 g di vitamina naturale. È disponibile in integratori o in alimenti fortificati artificialmente.

Naturale Sintetico
Si chiama d-alfa tocoferolo Si chiama dl-alfa tocoferolo
È più potente e meglio assimilato dal corpo della vitamina sintetica E Ci vuole tre volte la dose sintetica per eguagliare l’effetto di 100 mg di vitamina E naturale
Proviene da oli vegetali È solitamente derivato da prodotti del petrolio È più potente e meglio assimilato dal corpo della vitamina sintetica E
Trasportato in altri tessuti del corpo Spesso si trova negli integratori e nei prodotti “fortificati” (con vitamine extra aggiunte)
Previene e combatte l’ossidazione cellulare Prodotto da sostanze chimiche.
Proviene da fonti alimentari

Come si può consumare la vitamina E?

Gli alimenti che contengono vitamina E sono oli vegetali (grano, girasole, mais, soia, oliva, ecc.), noci (mandorle, arachidi, ecc.) e frutta secca e noci (mandorle, mandorle, ecc.).), noci (mandorle, noci, nocciole), verdure a foglia verde (broccoli e spinaci) e semi (come i semi di girasole).

Anche se il modo più efficace per consumare questa vitamina è attraverso il cibo, ci sono anche capsule, compresse e tavolette che agiscono come integratori alimentari. Ci sono anche molte creme, unguenti e lozioni che contengono vitamina E, usate principalmente per la rigenerazione dei tessuti.

Gli integratori di vitamina E sono spesso raccomandati per i bambini prematuri o appena nati, per la celiachia, per i disturbi al fegato, per le persone che consumano molti grassi polinsaturi, per l’alcolismo o per lo scarso assorbimento della vitamina E. Sono anche raccomandati per le donne che consumano molti grassi polinsaturi. Sono anche raccomandate per le donne che assumono contraccettivi.

Sapevi che… La vitamina E è chiamata la vitamina della fertilità perché fu scoperta nel 1922 da Herbert Mc Lean Evans e Katherine Bishop, quando osservarono che i ratti venivano curati dai problemi riproduttivi attraverso una dieta ricca di questa vitamina?

Un altro vantaggio dello shopping online sono le offerte, le promozioni e le possibilità di pagamento. (Foto: Tatjana Baibakova / 123rf.com)

Criteri di acquisto: fattori che ti permettono di confrontare e valutare i diversi tipi di vitamina E

Poiché c’è una così vasta gamma di vitamina E sul mercato, a volte può essere difficile decidere quale sia il miglior prodotto da acquistare. Ecco perché è importante prendere in considerazione alcuni fattori quando si acquistano le vitamine E. In questa lista troverai i principali fattori da prendere in considerazione:

Dose giornaliera raccomandata

Prima di prendere qualsiasi integratore vitaminico, è consigliabile consultare un medico, poiché la dose varia a seconda del tuo fabbisogno vitaminico, ecco perché è importante avere il parere di un esperto sulla giusta quantità di vitamina E per il tuo corpo.

La quantità di vitamina E di cui hai bisogno al giorno dipende anche dalla tua età. Le quantità medie giornaliere di vitamina E, espresse in milligrammi (mg) e unità internazionali (UI), raccomandate per persone di diverse età sono le seguenti

  • Bambini fino a 6 mesi di età: la dose raccomandata è di 4 mg (6 UI)
  • Neonati da 7 a 12 mesi di età: la dose raccomandata è di 5 mg (7,5 UI)
  • Bambini da 1 a 3 anni: la dose raccomandata è di 6 mg (9 UI)
  • Bambini da 4 a 8 anni: la dose raccomandata è di 7 mg (10,4 UI)
  • Bambini dai 9 ai 13 anni: la dose raccomandata è di 11 mg (16,4 UI)
  • Adulti e donne incinte: la dose raccomandata è di 15 mg (22,4 UI)
  • Donne che allattano: la dose raccomandata è di 19 mg (28,4 UI)

Tossicità

Fino a poco tempo fa non erano noti effetti collaterali derivanti dall’assunzione di alte dosi di vitamina E, tuttavia, studi recenti riportano alcuni effetti collaterali, come vomito, diarrea o disturbi gastrointestinali.

Alcune ricerche indicano anche che alcune persone trattate con integratori di vitamina E per lunghi periodi di tempo possono avere emorragie nel cervello, anche se questo non è comune. Le persone sopra i 55 anni che hanno malattie cardiache o diabete sono più inclini.

D’altra parte, mentre non sono stati segnalati effetti collaterali gravi dall’assunzione di integratori sintetici di vitamina E, questi non sono raccomandati perché i loro componenti sono spesso derivati da prodotti petroliferi. È sempre consigliabile che provengano da oli vegetali.

Controindicazioni

Anche se alte dosi di vitamina E non presentano effetti collaterali ad alto rischio (in nessuna delle sue forme di consumo), ci sono alcuni farmaci che possono causare reazioni avverse o diminuire il loro effetto se combinati con alte dosi di vitamina E, per esempio:

Antibiotici inibitori dei tumori. C’è la preoccupazione che combinati con alte dosi di vitamina E, questi antibiotici possano influenzare la loro efficacia come farmaci chemioterapici.

Anticoagulanti e farmaci antipiastrinici (farmaci che alterano o modificano la coagulazione del sangue), medicine a base di erbe e integratori utilizzati per ridurre i coaguli di sangue possono aumentare il rischio di sanguinamento se combinati con alte dosi di vitamina E.

Vitamina E e niacina (o vitamina B3) e vitamina K. Combinare la vitamina E e la B3 può essere benefico per le persone con il colesterolo alto, ma può ridurre l’effetto della niacina, che agisce sul metabolismo cellulare. Può anche diminuire gli effetti della vitamina K, che, tra le sue molte funzioni, è un agente coagulante del sangue.

La ricerca scientifica ha dimostrato che assumere vitamine o altri medicinali scaduti non comporta un rischio significativo per la salute e che, al peggio, il peggio che potrebbe accadere è che non abbiano effetto.

Inoltre, alcuni miti sono stati sfatati per quanto riguarda l’effettiva data di scadenza degli integratori, dato che diversi specialisti sostengono che la data di scadenza è una stima e che possono mantenere le loro proprietà molto (anche mesi) dopo la data di scadenza sull’etichetta.

In ogni caso, si raccomanda che gli alimenti, gli integratori e le creme contenenti vitamina E siano confezionati in contenitori ermetici e scuri per preservarne le proprietà e l’efficacia, poiché questa vitamina è altamente resistente al calore, ma è molto sensibile alla luce e all’ossigeno.

(Foto dell’immagine in primo piano: Beverly Buckley/ Pixabay.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni