Ultimo aggiornamento: 31/07/2021

Come scegliamo

25Prodotto analizzati

17Ore impiegate

8Studi valutati

95Commenti raccolti

L’ippocastano è un albero che può essere utilizzato per tutto, dalla sua corteccia alle sue foglie. Ha proprietà curative che possono migliorare malattie come emorroidi, vene varicose, infiammazioni e insufficienza venosa cronica. A sua volta, quest’ultima causa dolore e gambe molto stanche, gonfiore, edema, crampi, vene a ragno e cambiamenti nel colore della pelle.

Oltre alle sue proprietà curative, è facilmente reperibile in farmacia, erboristeria e negozi online. L’ippocastano è disponibile in diverse forme, come capsule, polveri, gocce, infusi, creme e saponi. Il suo principale ingrediente attivo è l’escina, che rende questo albero ricco delle bontà menzionate sopra.




Più importante

  • La sua funzione principale è quella di colpire i problemi legati all’insufficienza venosa cronica.
  • È importante ricordare che le donne incinte, i bambini e le persone con malattie cardiache, insufficienza renale o epatica non possono consumare questo trattamento senza la supervisione di un medico.
  • L’ippocastano ha proprietà antinfiammatorie, venotoniche, antiedema e antiemorroidarie.
  • Il prolungamento del trattamento o il consumo eccessivo possono causare effetti negativi. Dovrebbe anche essere preso dopo ogni pasto per evitare danni gastrici.

Terpeni: la nostra selezione

Guida all’acquisto: cosa dovresti sapere sull’ippocastano

Quando usiamo l’ippocastano, dobbiamo prendere in considerazione molti aspetti e prestare particolare attenzione al dosaggio consigliato, alle controindicazioni, agli effetti collaterali, alle malattie che possiamo attaccare, ai componenti che possono causare reazioni allergiche e ad altri dati rilevanti. Per questo motivo, spiegheremo di seguito le diverse domande che spesso sorgono prima di consumare questo trattamento.

persona sosteniendo castaño de indias

Questo seme è conosciuto come “ippocastano”. Viene usato per alleviare le gambe stanche, come trattamento per le vene varicose, emorroidi, infiammazioni, guarigione delle ferite, tra le altre condizioni. (Fonte: Elviss Railijs:1448673/ pexels.com)

Cos’è l’ippocastano e per cosa viene usato?

L’ippocastano è un albero che può crescere fino a 40 m di altezza. Ha grandi foglie e semi che contengono la droga o la parte medicinale dell’albero. È originario dell’Asia e il suo nome scientifico è Aesculus hippocastanum L. Il suo ingrediente attivo è l’escina, che ha proprietà antinfiammatorie, venotoniche e antiedematose (1).

È usato per trattare problemi direttamente legati alla cattiva circolazione o all’insufficienza venosa cronica, come formicolii, vene di ragno, vene varicose, gambe molto stanche e dolenti, emorroidi, dolori mestruali, diarrea, ematomi, ecc. Inoltre, sul mercato si possono trovare forme semi-solide di questo trattamento per uso cutaneo.

Revista Internacional de Ciencias PodológicasFitoterapia per il trattamento dell’insufficienza venosa cronica. Ippocastano
“L’unica indicazione terapeutica approvata dall’Agenzia Europea dei Medicinali EMEA come uso consolidato è il trattamento orale dell’insufficienza venosa cronica”

Quali sono le proprietà e i benefici dell’ippocastano?

Ci sono molte proprietà e benefici che attribuiscono a questo trattamento un miglioramento significativo nella sofferenza di diverse malattie, dolori e malanni. Tuttavia, è necessario conoscere i componenti che rendono questo albero un prodotto curativo ricco di molti benefici.

Composizione chimica Proprietà e benefici
Esculina Grazie all’esculina, ha benefici e proprietà venotoniche che rafforzano la resistenza capillare. Serve come antinfiammatorio, antiedema, lenisce il dolore delle emorroidi e riduce il loro volume.
Esculin Aiuta significativamente ad avere una buona circolazione del sangue, contribuendo così a minimizzare i problemi di vene varicose, dolore alle gambe, vene di ragno, formicolio, crampi e piedi intorpiditi. Inoltre riduce favorevolmente i forti crampi mestruali.
Tannini Ha benefici antinfiammatori e serve come antiossidante. Il suo consumo può aiutare in caso di emorroidi e diarrea.
Allantoin Serve come agente curativo ed è raccomandato per trattare problemi della pelle come acne, irritazioni, bruciature, arrossamenti e bruciori. Ha anche proprietà nutrienti che favoriscono la pelle.

Quali controindicazioni ed effetti collaterali ha l’ippocastano?

Nonostante i suoi vari benefici, dovresti prendere delle precauzioni ed essere consapevole degli effetti collaterali e delle controindicazioni, poiché è di vitale importanza evitare effetti avversi. Ricorda di consultare il tuo medico e di non esagerare. La seguente tabella spiega gli aspetti da prendere in considerazione prima di consumarlo.

Controindicazioni Effetti collaterali
Ipersensibilità o allergia ad alcuni dei componenti presenti nell’albero. Vomito, nausea e iperacidità.
Non consumare durante la gravidanza e l’allattamento. Vertigini, mal di testa e reazioni allergiche.
Controindicato per i bambini e gli adolescenti. Disturbi gastrointestinali.
Consulta il tuo medico se soffri di insufficienza renale, epatica o cardiaca prima di prenderlo. Sintomi non specifici (1).

Quali malattie combatte l’ippocastano?

Emorroidi

Per le emorroidi, la parte più medicinale è la corteccia dell’ippocastano. È un grande aiuto per combattere questo disturbo. Se vuoi vedere risultati migliori, accompagna questo trattamento con una dieta adeguata (2).

Medicina naturistaEmorroidi: opzioni di trattamento
“Dovresti evitare di sforzarti quando defechi e defecare solo quando senti lo stimolo. Anche una dieta ricca di fibre è importante”

Dolori mestruali con sanguinamento pesante

Oltre a stabilizzare o normalizzare le mestruazioni, può aiutare molto a minimizzare questi dolori grazie al suo contenuto di escina.

Problemi di pelle

Ha proprietà curative e aiuta a migliorare i problemi di acne, rosacea, bruciature, ferite. Aiuta a mantenere una pelle sana e luminosa.

Diarrea

Grazie alle sue proprietà astringenti, può fermare la diarrea. Un infuso fatto con la sua corteccia o le sue foglie è perfetto per trattare questa malattia.

chica con dolor de estomago

Ricorda di mangiare una dieta equilibrata, ricca di fibre e di bere molta acqua per evitare complicazioni gastriche mentre prendi questo trattamento. Inoltre, è di vitale importanza prendere il prodotto dopo ogni pasto. (Fonte: Sora Shimazaki:5938365/ pexels.com)

Cattiva circolazione

Aiuta a sbloccare i vasi sanguigni, permettendo al sangue di circolare correttamente.

Vene del ragno

L’escina serve come perfetto antinfiammatorio e previene la formazione di edemi.

Crampi e gambe stanche:

Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e venotoniche, può mettere fine a questi disagi.

Gonfiore e infiammazione

Contribuisce al rilascio di liquidi e tossine.

Revista Internacional de Ciencias PodológicasFitoterapia per il trattamento dell’insufficienza venosa cronica. Ippocastano
“Creme e gel potrebbero essere applicate ai bambini sopra i 12 anni di età in caso di distorsioni”

Come prendere l’ippocastano?

L’ippocastano può essere consumato per via orale o esterna, quest’ultima è la più semplice e meno utilizzata. È disponibile in creme, gel, saponi, unguenti, estratto di escina e anche shampoo. Nel caso di creme e gel, uno strato sottile può essere applicato tre volte al giorno. Gli adulti e gli anziani dovrebbero consumare due dosi giornaliere.

Dovrebbe essere assunto preferibilmente con molta acqua per evitare danni gastrici e si raccomanda di prendere una capsula dopo ogni pasto. Per quanto riguarda le infusioni, possiamo seguire le stesse istruzioni per il consumo (due infusioni al giorno) (1).

píldoras de diferentes colores

Ricorda di non eccedere nel consumo. Se soffri di malattie cardiovascolari, epatiche, renali o allergiche, consulta il tuo medico prima di acquistare questo prodotto. (Fonte: Ready Made:3850688/ pexels.com)

Quanto tempo hai bisogno di consumare l’ippocastano per vedere i cambiamenti?

I cambiamenti possono essere visti in un minimo di 4 settimane. Anche se è vero, come indicano le recensioni, ci sono trattamenti che possono agire dopo tre giorni o la prima settimana, ma bisogna considerare che ogni organismo è diverso. Ricorda di essere coerente con il trattamento e non superare il dosaggio giornaliero raccomandato.

Se non vedi risultati in 4 settimane, stai tranquillo, perché il tempo massimo di attesa è di 16 settimane. Durante questo periodo, dovresti notare un miglioramento del gonfiore o della tumefazione delle gambe e una riduzione del dolore o della stanchezza (1), (3).

Criteri di acquisto

Prestare attenzione ai diversi aspetti quando si acquista questo prodotto è di vitale importanza, in questo modo, eviteremo di commettere un errore e di passare un brutto momento quando lo acquistiamo. Ogni prodotto ha caratteristiche diverse, che siano componenti, modalità d’uso, diversi complementi, tra gli altri fattori. Di seguito, ti spiegheremo in dettaglio i criteri da prendere in considerazione prima di pagare questo trattamento.

Allergeni

Una possibile tossicità potrebbe essere causata da qualsiasi componente delle parti di questo albero. Per questo motivo, è di vitale importanza leggere ogni sostanza che fa parte di questo prodotto. Inoltre, le interazioni con altri farmaci possono anche causare effetti avversi. Se sei allergico all’escina, all’allantoina, all’esculina e ad altri componenti presenti in questa pianta, evita il suo consumo(4).

Non si consiglia di utilizzare l’escina insieme ad altri farmaci, come la gentamicina, le penicilline e le cefalosporine, poiché potrebbe causare effetti tossici nel corpo. Alcuni prodotti a base di ippocastano possono contenere lattosio, mais, lievito, grano, soia, zuccheri o sale, tali ingredienti. Possono anche causare una reazione allergica se sei intollerante a qualcuno di loro (1).

aceite de castaño de indias

L’estratto di ippocastano si ottiene dai semi di ippocastano. È raccomandato per l’uso da parte di persone che passano lunghe ore in piedi o sedute per lavoro. (Fonte: Karolina Grabowska:4465969/pexels.com)

Integratori

Nella ricerca di questo trattamento, troveremo molti prodotti che possono essere integrati con altri composti. A loro volta, possono avere un effetto molto positivo sugli effetti che vogliamo ottenere consumando l’ippocastano. Di seguito, ti mostreremo i benefici offerti da queste sostanze.

  • Ippocastano + vitamina C: la vitamina C contribuisce alla normale circolazione dei vasi sanguigni, aiutando così in caso di formicolii, gambe stanche e intorpidite.
  • Ippocastano + centella asiatica: la centella asiatica è antinfiammatoria, drenante e stabilizza la microcircolazione. Tra gli altri benefici, funziona come agente curativo e migliora la condizione della pelle (5).
  • Ippocastano + pungitopo: il pungitopo ha proprietà vasocostrittrici e venotoniche, il che rende questa pianta perfetta per ridurre l’infiammazione, controllare la flebite, migliorare la circolazione e il dolore alle gambe causato dalle vene varicose(6).

Aescin o escin

Aescin è un estratto ed è il principale ingrediente attivo dell’ippocastano. Appartiene al gruppo delle saponine, che si caratterizzano per essere diluite in acqua e creare una consistenza schiumosa quando si muovono. Viene estratto da semi, corteccia o foglie e può contenere non meno del 3% di escina.

Questo estratto viene preparato da questi semi ed è standardizzato per contenere tra il 16% e il 21% di escina (1), (8). Questo estratto è disponibile in diversi formati. Come menzionato sopra, al giorno d’oggi possiamo trovare sul mercato di tutto, da shampoo, gocce, infusi, unguenti, creme e gel, alle più comuni compresse o capsule. L’Agenzia Europea dei Medicinali classifica l’estratto di semi di ippocastano all’interno del gruppo farmacoterapeutico, per le sue numerose proprietà contro i problemi circolatori (1).

Infusi

Possiamo trovare una varietà di infusi di ippocastano sul mercato. Il loro prezzo è compreso tra 4 € e 20 €. Questo infuso è particolarmente raccomandato per i pazienti con diarrea, ed è controindicato per le donne incinte, i pazienti con diabete o altri disturbi precedentemente menzionati. È molto facile da preparare

  • Fai bollire una tazza d’acqua con 0,2 a 1 g di semi o frutti di ippocastano.
  • Lascia in infusione per 10-20 minuti per una migliore concentrazione e per ottenere il massimo dall’infusione.
  • Puoi consumare due o tre tazze al giorno o usare topicamente (8).

chica tomendo un te de astañas

L’infuso di ippocastano ha proprietà astringenti, per questo motivo può essere efficace per la diarrea. (Fonte: fotografierende:1793043/ pexels.com)

Vite rossa

La vite rossa allevia i disturbi venosi, riduce il gonfiore delle gambe, minimizza l’aspetto dell’edema ed è efficace nel trattamento dell’insufficienza venosa cronica. Ha un’alta concentrazione di flavonoidi, che contengono proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, e quindi aiutano molto i suddetti disturbi. (7).

Va notato che le sue foglie contengono la più alta concentrazione di componenti. Maggiore è la quantità di concentrato, maggiore è la qualità. Tra i suoi composti ci sono antociani e polifenoli, che danno a questa pianta le sue proprietà antiossidanti. Per ogni 6 foglie si ottiene una parte di estratto di vite rossa e quando viene consumato insieme all’ippocastano si ottengono ottimi risultati.

Riassunto

L’ippocastano ha molte proprietà utili per attaccare i problemi sopra menzionati. Inoltre, è un trattamento naturale che in pochi casi può causare danni. Tuttavia, si raccomanda sempre di non superare la dose giornaliera. Nella maggior parte dei casi, si tratta di 100-150 mg, divisi in diverse dosi al giorno. Se non rispetti queste regole ed esageri, potresti subire effetti negativi. Questo trattamento è facile da acquisire grazie alla sua varietà di formati o presentazioni.

È abbastanza abbordabile, costando tra i 9 e i 30 euro. L’ippocastano ha avuto diverse valutazioni e test scientifici che attestano i suoi numerosi benefici per i problemi della pelle, le emorroidi, le vene varicose, la diarrea, le ferite e altri. Ricorda che se hai domande o suggerimenti, puoi scriverci nella casella qui sotto e noi ti risponderemo!

(Fonte dell’immagine: Georg Eiermann: FQozZWVc/ unsplash.com)

Riferimenti (8)

1. Sanchez de Membiela MT. Fitoterapia para el tratamiento de la insuficiencia venosa crónica. El castaño de indias [Internet]. Revista Internacional de Ciencias Podológicas; 2011 [cited 2021Feb16].
Fonte

2. Domingo JJS, Lucas MO, Peiró PS. Hemorroides: opciones de tratamiento [Internet]. Medicina naturista; 2006 [cited 2021Feb16].
Fonte

3. Makuch MD, Sroka ES. Castaño de Indias: eficacia y seguridad en la insuficiencia venosa crónica: descripción general [Internet]. Revista Brasileira de Farmacognosia; 2015 [cited 2021Feb16].
Fonte

4. Vanaclocha B, Cañigueral S. FITOTERAPIA, VADEMÉCUM DE PRESCRIPCIÓN [Internet]. fitoterapia.net; 2009 [cited 2021Feb17].
Fonte

5. Bylka W, Znajdek-Awiżeń P, Studzińska-Sroka E, Brzezińska M. Centella asiatica en cosmetología. Postepy Dermatol Alergol . 2013; 30 (1): 46-49. doi: 10.5114 / pdia.2013.33378
Fonte

6. Redman. DA. Ruscus aculeatus (escoba de carnicero) como tratamiento potencial para la hipotensión ortostática, con reporte de caso [Internet]. . La Revista de Medicina Alternativa y Complementaria.; 2007 [cited 2021Feb17].
Fonte

7. Ortiz P. Tratamiento de la insuficiencia venosa crónica El papel del extracto de hojas de vid roja [Internet]. Ámbito Farmacéutico. Fitoterapia; 2004 [cited 2021Feb17].
Fonte

8. Zampieron ER (2017) Castaño de Indias (Aesculus Hippocastanum) para Insuficiencia Venosa. Int J Complement Alt Med 5 (3): 00153. DOI: 10.15406 / ijcam.2017.05.00153
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Articolo scientifico
Sanchez de Membiela MT. Fitoterapia para el tratamiento de la insuficiencia venosa crónica. El castaño de indias [Internet]. Revista Internacional de Ciencias Podológicas; 2011 [cited 2021Feb16].
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Domingo JJS, Lucas MO, Peiró PS. Hemorroides: opciones de tratamiento [Internet]. Medicina naturista; 2006 [cited 2021Feb16].
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Makuch MD, Sroka ES. Castaño de Indias: eficacia y seguridad en la insuficiencia venosa crónica: descripción general [Internet]. Revista Brasileira de Farmacognosia; 2015 [cited 2021Feb16].
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Vanaclocha B, Cañigueral S. FITOTERAPIA, VADEMÉCUM DE PRESCRIPCIÓN [Internet]. fitoterapia.net; 2009 [cited 2021Feb17].
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Bylka W, Znajdek-Awiżeń P, Studzińska-Sroka E, Brzezińska M. Centella asiatica en cosmetología. Postepy Dermatol Alergol . 2013; 30 (1): 46-49. doi: 10.5114 / pdia.2013.33378
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Redman. DA. Ruscus aculeatus (escoba de carnicero) como tratamiento potencial para la hipotensión ortostática, con reporte de caso [Internet]. . La Revista de Medicina Alternativa y Complementaria.; 2007 [cited 2021Feb17].
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Ortiz P. Tratamiento de la insuficiencia venosa crónica El papel del extracto de hojas de vid roja [Internet]. Ámbito Farmacéutico. Fitoterapia; 2004 [cited 2021Feb17].
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Zampieron ER (2017) Castaño de Indias (Aesculus Hippocastanum) para Insuficiencia Venosa. Int J Complement Alt Med 5 (3): 00153. DOI: 10.15406 / ijcam.2017.05.00153
Vai alla fonte
Recensioni