Ultimo aggiornamento: 20/08/2021

Come scegliamo

12Prodotto analizzati

19Ore impiegate

7Studi valutati

65Commenti raccolti

Il tuo viaggio verso la conoscenza – e l’acquisto di un buon prodotto – raggiungerà ora il livello celeste. Ti verrà presentato l’osservatore delle stelle, il telescopio!

Il cielo è un mistero nell’ombra e attrezzature come questa ti permetteranno di svelarlo. Se siamo ipnotizzati dalle notti stellate, immagina la soddisfazione di vedere un pianeta nel sistema solare, o la superficie della luna!

I telescopi sono dispositivi per osservare l’universo, e tutto ciò che vi risiede, con il piacere di guardare le stelle come altri non possono fare ad occhio nudo. Sei interessato? Continua a leggere per scoprire i modelli, i tipi e le caratteristiche.




Sommario

  • Non c’è nessun telescopio al mondo in grado di fornirti immagini così stupefacenti come quelle che ottieni in televisione o su specifici siti web, come quelli della NASA. Sono sovrapposizioni di centinaia, migliaia di “fotografie” dello stesso luogo, “impilate” insieme.
  • La funzione principale di un telescopio non è quella di ingrandire, ma di ricevere la maggior quantità di luce. È attraverso questa luminosità che sarai in grado di vedere più chiaramente gli oggetti nello spazio. Anche quegli oggetti che sono invisibili ad occhio nudo!
  • Il telescopio si concentra su piccoli punti nel vasto cielo. Permettiti di utilizzare altri strumenti, come una mappa celeste o un binocolo, per il posizionamento.

Telescopio: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Con il telescopio possiamo osservare molte cose che sono impossibili ad occhio nudo. Se stai cercando i migliori modelli, qui sotto te ne presentiamo alcuni in modo che tu abbia ottime opzioni tra cui scegliere.

Guida all’acquisto

Quando fai ricerche sul telescopio, ne troverai una varietà disponibile. Nonostante le grandi differenze estetiche, devi prestare molta attenzione a ciascuno di essi. Non è insolito che modelli diversi diano risultati diversi nella stessa applicazione.

In questa guida ti presenteremo tutte le informazioni di cui hai bisogno per acquistare il tuo telescopio in modo sicuro.

Imagem da sombra de uma mulher e um telescópio com o céu ao fundo.

Il telescopio ci permette di vedere oltre quello che i nostri occhi possono vedere. (Fonte: allexxandar / 123RF)

Cos’è un telescopio?

Osservare il cielo notturno è una pratica comune in tutto il mondo, un’estensione infinita (il limite è il campo visivo) di fonti di luce dove, oltre a quello che vedi, ci sono molte altre stelle e astri che aspettano di essere osservati.

Lo scopo principale di un telescopio è quello di aiutarti a trovare quei pezzi del puzzle celeste. Con l’aiuto di un gruppo di lenti e – a volte – di specchi, sono in grado di farti vedere ciò che prima era invisibile ai tuoi occhi. Puoi immaginare di vedere i pianeti del sistema solare? Con un telescopio è possibile!

Tuttavia, il telescopio non è l’unico metodo per osservare le stelle. A seconda della tua esperienza, sentirai sicuramente frasi come “inizia con un binocolo” e questo non è affatto falso.

C’è una grande varietà di telescopi sul mercato e molti non sono in grado di fornire ciò che immagini una volta che li hai comprati.

È un’affermazione vera, ma stai tranquillo. Finirai questo libro sapendo molto di più su questa attrezzatura ed essendo in grado di fare buone scelte in base a ciò che intendi fare.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’acquisto di un telescopio?

Tra i principali vantaggi di un telescopio, possiamo sottolineare il fatto che servono come un’estensione dei nostri occhi. Quello che non possiamo vedere ad occhio nudo, il telescopio ci permette di vederlo.

Puoi anche cambiare le lenti e regolare la visualizzazione come preferisci e di cui hai bisogno. Ma un’attrezzatura come questa ha anche i suoi svantaggi. Possono essere pesanti e costosi, a seconda della loro portata.

Un altro aspetto negativo è che limitano la vista ad un formato circolare, che è diverso dal campo visivo che vedono i nostri occhi. Vuoi saperne di più? Abbiamo preparato più vantaggi e svantaggi perché tu possa fare un confronto.

Vantaggi
  • Capacità di visione superiore a qualsiasi altra attrezzatura
  • Può vedere oggetti celesti fino a 14° di magnitudine (più di 2.7 miliardi di Km)
  • Permette lo scambio di lenti per aggiustamenti della visualizzazione
  • Posizionamento tramite treppiede
  • Il localizzatore permette un puntamento preciso
Svantaggi
  • Maggiore è la capacità, più sono grandi e pesanti
  • Non pratici per eseguire movimenti rapidi
  • Visione limitata nel formato circolare
  • Difficoltà nelle ricerche casuali a causa della visione limitata

Un buon binocolo può sostituire un telescopio?

Sicuramente, quando inizi questo hobby, sentirai da molte persone “invece che con un telescopio, inizia con un buon binocolo”.

La ragione per cui alcune persone dicono questo è che ci sono telescopi con lenti di bassa qualità sul mercato che non sono raccomandati per osservare le stelle nel modo che desideri: vedere oltre quello che vediamo ad occhio nudo.

Imagem aproximada de um binóculo ao lado de um livro.

Anche il binocolo è considerato un’opzione per osservare il cielo, anche se con possibilità limitate. (Fonte: stevepb / Pixabay)

E, in questo confronto, un buon binocolo sarà in grado di farti vedere più dell’altra attrezzatura, ad un costo inferiore e con una facilità molto maggiore, in una visione panoramica.

Ma, quando lasciamo la superficie dell’esplorazione celeste, cominciamo a vedere le ragioni principali per l’acquisto di un telescopio.

Infatti, non è raro che gli astronomi professionisti abbiano, oltre al telescopio, un binocolo come compagno di osservazione. Il meglio della posizione con il meglio dell’esplorazione. Confronta i principali vantaggi e svantaggi nella scelta di un binocolo:

Vantaggi
  • Buona cattura della luce
  • Campo visivo più ampio
  • Permettere di cambiare la lente per regolare la visione
  • Costo relativamente basso
  • Buona portabilità, grazie alle dimensioni e al peso
  • Da usare con entrambi gli occhi allo stesso tempo
Svantaggi
  • Supporto faticoso, dato che devi continuare a tenerlo in mano
  • Peso maggiore in base alla portata e alla precisione
  • Limite di portata inferiore rispetto a un telescopio

Quali tipi di telescopi esistono?

Ora impareremo i tipi di telescopio che puoi trovare durante la tua ricerca: Riflettore, rifrattore e composto. Sapere a cosa serve ognuno di essi è essenziale per fare la scelta giusta. Diamo un’occhiata a ciascuno di essi.

Telescopio a riflessione

In termini pratici, è il tipo più popolare (e ben pagato). Il suo cilindro utilizza un sistema di specchi per riflettere e concentrare la luce in grado di essere vista, considerato il più appropriato per le osservazioni astronomiche.

Per essere una categoria più accessibile, finisce per fornire una buona quantità di opzioni entro una certa fascia di prezzo. In questo video, pubblicato nel canale di Victor Goiano, puoi vedere alcune immagini ottenute da un telescopio riflettente:

Tuttavia, c’è un dettaglio molto specifico: a causa dell’uso degli specchi, l’immagine vista sarà capovolta, anche se questo non è un problema nelle osservazioni astronomiche, ci sono lenti opzionali che correggono la condizione.

Telescopio rifrattore

Utilizza un sistema di lenti, senza alcun uso di specchi, concentrando i raggi di luce nella parte inferiore del telescopio. Un sistema molto comune e conosciuto, applicato alla maggior parte delle lunette terrestri e dei binocoli.

Vuoi vedere come vedere la luna attraverso uno di questi? Jadson Diego ha pubblicato sul suo canale YouTube una dimostrazione, controlla:

Un aspetto interessante è il fatto che l’immagine non viene vista invertita, né subisce alterazioni nella sua colorazione, a causa delle caratteristiche del sistema. Per questo motivo, sono considerati più sofisticati dei riflettori, con opzioni di lenti acromatiche o apocromatiche.

Quello che può accadere anche nei rifrattori è un effetto chiamato aberrazione cromatica, dove i raggi di luce subiscono un’alterazione passando attraverso lo specchio e distorcono i colori reali. Ci sono opzioni che vengono già fornite con questo problema corretto, ma è sempre bene saperlo.

Sappiamo quanto le tabelle possano aiutare, specialmente nei confronti. E dato che il nostro obiettivo è quello di aumentare la luminosità della tua conoscenza, andiamo a farlo:

Telescopi Riflettori Telescopi Rifrattori
Caratteristiche principali Piccole dimensioni, tubo più piccolo rispetto all’obiettivo della stessa dimensione. Pulizia difficile e possibilità di sbavature Immagine e lunghezza focale più stabile. Riduce gli effetti di deformazione
Costo Basso costo (un riflettore fino a 20 cm può essere fatto in casa) Alto costo (da 4 a 10 volte più costoso dei riflettori dello stesso diametro della lente
Manutenzione Necessaria sulla lente, lo specchio ha bisogno di cure continue Minima, un buon rifrattore è per la vita

Telescopi composti

Utilizzano specchi e lenti, mirando a combinare le migliori capacità di ciascuno dei dispositivi. Hanno una maggiore portabilità e convenienza, nelle sue dimensioni e rapporti di ingrandimento, essendo più piccoli dei riflettori e rifrattori dello stesso comparativo.

Tuttavia, anche nella sua forma migliore, non avranno l’immagine così nitida come un buon riflettore della stessa apertura, a causa delle caratteristiche del dispositivo. Questa situazione si sentirà fondamentalmente quando si osservano i pianeti.

Imagem ampliada da nebulosa de Órion, possível de ser observada com alguns modelos de telescópio.

Una delle possibilità nascoste nel cielo, la nebulosa di Orione può essere osservata attraverso i telescopi. (Fonte: WikiImages / Pixabay)

Criteri di acquisto: Fattori per comprare i modelli di telescopio

Eccitato di vedere “oltre quello che vedi” nel cielo notturno? Sai già molto sulle grandi spie delle stelle, ma è importante prestare attenzione ai dettagli quando ne acquisti una.

Dettagli significativi, più sei esigente e più approfondisci l’argomento. Quando fai ricerche su un telescopio, tieni a mente di osservare quanto segue

  • Montaggio
  • Apertura
  • Lunghezza focale
  • Oculare

Di seguito chiariremo l’importanza di osservare con uno di questi criteri.

Montaggio

Il primo chiarimento è che, nonostante il nome, non rappresenta l’atto stesso di montare il telescopio. La montatura è il nome della parte che collega il telescopio al treppiede di supporto. È di due tipi: azimutale o equatoriale.

Azimutale

Conosciuta anche con l’acronimo (AZ), permette di spostare il telescopio in due direzioni: su-giù e destra-sinistra. Spostare il telescopio è necessario per spostarlo nel posto che vuoi osservare.

Non solo, devi anche spostare il telescopio mentre osservi (la terra ruota, giusto?). Pertanto, la montatura serve principalmente a correggere il punto di osservazione dal movimento della stella.

Il sistema di spostamento è semplice e facile da usare. Con pochi elementi, combina praticità e facilità, essendo il preferito e più raccomandato dagli utenti dell’attrezzatura.

Equatoriale

Diverso dal precedente sistema semplice, il modello in sigla (EQ) porta un insieme di sistemi e ingranaggi che si muovono contemporaneamente, nelle stesse direzioni dell’azimut. Allora, qual è il vantaggio?

Dopo aver trovato la stella da osservare, un semplice movimento dell’ingranaggio è sufficiente per seguirla. A differenza dell’azimutale, questo sistema si muove nella stessa direzione delle stelle e non in linea retta.

Con la facile correzione del movimento, è una buona opzione per coloro che hanno già qualche conoscenza di astronomia e vogliono dedicare più tempo possibile a guardare le stelle e non l’attrezzatura. Impara di più con questo video esplicativo pubblicato nel canale di Michel Arruda:

Apertura

Aspetto chiave e fondamentale per un telescopio. Rappresenta la larghezza dell’estremità che sarà puntata verso le stelle.

Poiché la funzione di un telescopio è quella di catturare la luce e ingrandire le immagini, la relazione tra apertura, luce e immagine è proporzionale. Cioè, più grande è l’apertura, maggiore è la luce catturata e l’immagine visualizzata. Basta che le lenti siano buone!

Attenzione! Non puntare mai un telescopio verso il sole senza un’adeguata protezione delle lenti. Ingrandendo l’immagine e aumentando la ricezione della luce, quando punti un telescopio verso il sole, aumenterai la luminosità del sole in un piccolo spazio. Se è già difficile guardarlo in modo naturale, farlo potrebbe renderti (irreparabilmente) cieco.

Lunghezza focale

Possiamo controllare molte cose con l’obiettivo, che in molti telescopi può essere cambiato per garantire un maggiore ingrandimento, per esempio, ma non controlliamo la lunghezza focale.

Questo è il nome dato alla distanza tra l’oculare – l’obiettivo attraverso cui stiamo guardando – e l’apertura. Un telescopio con una lunghezza focale maggiore ti darà un ingrandimento maggiore.

Tuttavia, non concentrarti solo su questa informazione. Un telescopio funziona con tutte le sue parti allo stesso tempo, in un insieme perfettamente funzionante.

Avere un’alta lunghezza focale con una piccola apertura focale, diciamo meno di 70 mm (ci sono classificazioni per le aperture), porterà un’immagine grande e sfocata. La distanza dipenderà da ciò che vuoi osservare.

Oculare

Questo è dove vediamo l’immagine fornita dal telescopio. È un piccolo accessorio con un obiettivo ancora più piccolo. Ma le sue dimensioni non sono così importanti.

Si tratta di piccole lenti di ingrandimento che ti permettono di vedere dove si trova la tua spia celeste. Il consiglio più importante: scopri l’ingrandimento di un telescopio dividendo la lunghezza focale per la dimensione dell’apertura dell’oculare.

(Fonte dell’immagine: Sebastien Decoret / 123RF)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni