Ultimo aggiornamento: 02/08/2021

Come scegliamo

20Prodotto analizzati

20Ore impiegate

23Studi valutati

80Commenti raccolti

Dicono che il nostro cuore è il motore del nostro corpo e dobbiamo prendercene cura e proteggerlo, sei d’accordo? Se lo fai e ancora non conosci l’olio di semi di lino, può diventare un vero tesoro per te. È la verdura con il più alto contenuto di Omega 3. Questo è un acido essenziale nella nostra dieta che aiuta a prevenire le malattie cardiache e ad abbassare il colesterolo.

Oltre ad essere un modo economico per assicurarti di avere abbastanza acidi grassi essenziali (Omega 3 e 6) nella tua dieta, agisce come un ottimo idratante per la tua pelle e i tuoi capelli. E se questo non basta, è un prodotto perfetto per vegetariani e vegani. Vuoi conoscere tutti i suoi benefici e imparare ad usarlo, resta con noi e scoprilo!




Le cose più importante in breve

  • È considerato un superalimento, grazie al suo alto contenuto di acidi grassi Omega 3, specialmente l’acido alfa-linolenico (ALA). Tuttavia, è molto sensibile all’ossidazione e la sua durata di conservazione è limitata.
  • Estratto dal processo di spremitura a freddo, agisce come protettore cardiovascolare, aiuta a ridurre il colesterolo, abbassa la pressione sanguigna ed è un buon trattamento per i disturbi digestivi.
  • L’olio di lino ha proprietà antinfiammatorie che lo rendono un prodotto perfetto per la pelle e i capelli. Aiuta a combattere l’acne e a trattare le macchie della pelle. Può anche essere usato in saponi naturali e unguenti fatti in casa.

Olio di semi di lino: la nostra selezione

L’olio di lino è un integratore che si sta gradualmente facendo strada nella nostra dieta quotidiana. Oltre ad essere presenti nelle erboristerie e nei negozi specializzati in diete, si possono trovare anche al supermercato. Per questo motivo, abbiamo selezionato cinque dei migliori prodotti che possono adattarsi alle tue esigenze:

Guida all’acquisto olio di semi di lino: Tutto quello che devi sapere

Il consumo di olio di lino è aumentato negli ultimi anni. Grazie alle sue molte proprietà, è un integratore essenziale se vuoi mantenere un cuore equilibrato e la salute degli occhi o una pelle sana, tra le altre cose. Quindi, se vuoi scoprire di più sui suoi benefici e rispondere a qualsiasi domanda su questo prodotto, continua a leggere!

chica con aceite de lino

L’olio di semi di lino agisce come un ottimo idratante per la pelle secca o sensibile. (Fonte: Chelsea Shapouri: r40EYKVyutI/Unsplash)

Cos’è l’olio di lino e quali sono le sue proprietà?

I semi di lino sono prodotti dalla pianta ‘Linum usitatissimum’. Per mezzo di questo e di un processo di estrazione a pressione fredda dei semi (1), si ottiene l’olio di semi di lino sia per uso cosmetico che per integratori alimentari, tra gli altri.

Eseguire correttamente l’estrazione a pressione fredda è molto importante per preservare le proprietà nutrizionali di questo vegetale. Altriment si deteriorerebbero.

Il suo colore giallo, il suo aroma di erba appena tagliata e il suo sapore di nocciola lo rendono un perfetto alleato da incorporare nella tua dieta, sia per mezzo di olio che di capsule. Ecco tutte le proprietà di questo superalimento

  • Ricco di lignani: si tratta di un fitoestrogeno che fornisce all’alimento proprietà antiossidanti, che sono state studiate per essere utilizzate nella prevenzione del cancro (2). Tuttavia, è importante notare che molti oli di lino contengono un livello molto basso, a volte addirittura inesistente, di lignani. Questo perché questa proprietà si trova in tutto il seme.

Non appena il seme viene schiacciato, questo beneficio viene rapidamente ossidato dall’aria naturale e viene quasi completamente perso se non viene ingerito allo stesso tempo. Oggi, però, stiamo trovando sempre più oli e capsule di produttori che riescono a conservare queste proprietà ad un livello ottimale per il consumo

  • Alto contenuto di Omega 3 (ALA): L’acido alfa-linolenico è un acido grasso polinsaturo appartenente all’Omega 3 che gioca un ruolo molto importante nella nostra salute. Riduce l’infiammazione e aiuta a migliorare la salute cardiovascolare e degli occhi (3).
  • Alto contenuto di Omega 6: un acido grasso linoleico polinsaturo che va praticamente sempre di pari passo con l’Omega 3 e quindi aiuta anche a migliorare i problemi di cuore come l’abbassamento del colesterolo. Sono anche importanti per regolare la produzione di energia nel nostro metabolismo e per prendersi cura della pelle e dei capelli (4).
  • Contenuto di Omega 9: un altro tipo di acido grasso monoinsaturo che si ottiene attraverso gli effetti biologici della miscelazione di acidi grassi Omega 3 e Omega 6. Pertanto, il composto Omega 3-6-9 è un insieme indispensabile per aiutare a migliorare il sistema immunitario, prevenire le malattie cardiache e aumentare il benessere del tuo corpo (5).
  • Vitamina E: un nutriente liposolubile (si dissolve nei grassi sani o negli oli del nostro corpo) che agisce come antiossidante per proteggere le nostre cellule. È anche importante per la nostra vista e la nostra pelle. In quest’ultimo caso, aiuta principalmente a combattere l’acne, a sbiadire le cicatrici e crea anche una barriera naturale per proteggere il nostro derma (6).
Sapevi che un cucchiaio di semi di lino e mezzo cucchiaio di olio di lino coprono il fabbisogno giornaliero di acidi grassi essenziali Omega-3?

Quali sono i benefici dell’olio di lino?

Come menzionato nella sezione precedente, i semi di lino risalgono ai tempi degli Egizi. Quando venivano usati sia per fare tessuti che per mangiare. Sono una grande fonte di energia grazie al loro alto contenuto di acidi grassi Omega 3.

Da allora, questo vegetale si è evoluto fino ai giorni nostri, quando la produzione di olio di lino sta diventando un integratore essenziale per la nostra dieta quotidiana.

Le sue proprietà protettive per il nostro cuore e le sue proprietà antinfiammatorie, tra le altre, lo rendono un olio molto benefico per la nostra salute. Qui ti spieghiamo i suoi principali benefici

  • Favorisce la prevenzione dei problemi cardiovascolari: L’acido alfa-linolenico dell’Omega 3 presente in questo olio giova alle persone con malattie cardiache. Grazie a questi acidi, il rischio di formazione di coaguli che ostruiscono i nostri vasi sanguigni è ridotto. Questo aiuta a prevenire gli attacchi di cuore o l’ischemia miocardica (7).
  • Abbassa la pressione sanguigna: Strettamente collegato alle malattie cardiache, numerosi studi suggeriscono un leggero calo della pressione sanguigna dopo il consumo di questo ortaggio. Soprattutto la pressione sanguigna diastolica (8).
  • Regola i livelli di colesterolo: il consumo di olio di lino può ridurre il colesterolo cattivo LDL nel corpo fino al 13%. Questo è possibile grazie all’alta presenza di acidi grassi Omega 3 e 6 che aiutano a regolare i profili degli adulti ipercolesterolemici (9). Tuttavia, gli studi sono stati favorevoli per le persone in postmenopausa e questi benefici sono sconosciuti per coloro che non hanno ancora raggiunto questa fase (10, 11).
  • Migliora il sistema immunitario: grazie alla presenza di acidi Omega 3-6-9 e alla presenza di lignani, è un perfetto alleato per aiutare a rafforzare il nostro sistema immunitario, prevenire i disturbi autoimmuni e lo stress ossidativo nelle nostre cellule. Questi disturbi possono essere il morbo di Crohn, l’artrite reumatoide o la sclerosi multipla (12, 13).
  • Migliora l’infiammazione: ancora una volta, l’Omega 3 è un grande antinfiammatorio per il nostro corpo. Quando lo consumiamo aiutiamo il nostro corpo a migliorare la nostra funzione intestinale. Può anche essere utile nel trattamento di malattie come la psoriasi, tra le altre (14, 15).
  • È coinvolto nel trattamento degli occhi secchi: aiuta ad alleviare i sintomi causati dagli occhi secchi. La somministrazione di capsule contenenti olio di semi di lino riduce significativamente l’infiammazione della superficie oculare. Migliora anche i sintomi nei pazienti con la sindrome di Sjögren (occhio secco e bocca) (16).
  • Rigenerare e rivitalizzare la pelle: Gli acidi grassi polinsaturi, nel nostro caso Omega 3 e 6, hanno una grande presenza nell’olio di lino. Le sue magnifiche proprietà aiutano la nostra pelle a ridurre la sensibilità, aumentare la sua morbidezza e idratazione, accelerare la guarigione delle ferite o lenire le irritazioni (17).
  • Nutre i capelli: È un ottimo prodotto per capelli per ristrutturare e migliorare la secchezza dei nostri capelli, rendendolo un trattamento perfetto per i capelli disidratati. Inoltre, diversi studi sottolineano l’importanza dei semi di lino per gli uomini che soffrono di alopecia. Grazie alla presenza di lignina, è un prodotto con un effetto anti-androgeno (18).
  • Potrebbe aiutare nel trattamento di alcuni tipi di cancro: Secondo alcuni studi scientifici, la presenza di acidi grassi e polifenoli alimentari sono rilevanti nei risultati finali dei trattamenti per il cancro alla prostata, al colon e al seno nelle donne in postmenopausa (2, 19, 20). Tuttavia, è importante notare che l’uso del lino non elimina completamente qualsiasi tipo di cancro, ma aiuta a migliorarlo (21).

Come includere l’olio di lino nella tua dieta regolare?

Dopo aver conosciuto tutti i benefici dell’olio di lino, è importante sapere come incorporarlo correttamente per trarre vantaggio da tutte le sue proprietà. Per questo motivo, ecco una serie di linee guida per una conservazione e un utilizzo ottimali

  • Aggiungere l’olio di semi di lino al cibo freddo o al cibo cotto: non dovrebbe essere usato come olio da cucina, poiché sottoporlo ad alte temperature distrugge molti dei suoi valori nutrizionali. Quindi, grazie al suo gusto particolare, è perfetto come condimento per dare un tocco di sapore diverso alle tue insalate, aggiungilo al tè o anche sul pane tostato.
  • Conservare in frigorifero: Sia l’olio di semi di lino che le capsule, una volta aperte, devono essere conservate in un luogo fresco in modo che l’aria non ossidi le loro proprietà e possano durare più a lungo. Tuttavia, se è già stato aperto, dovrebbe essere consumato entro un periodo massimo di due mesi. Dopo questo tempo, il suo sapore diventa più amaro e i suoi benefici si perdono.
  • Confezionato in contenitori scuri ed ermetici: Quando acquisti l’olio di lino, dovrebbe essere in contenitori opachi ed ermetici. Questo perché gli acidi grassi che compongono questo olio sono molto sensibili all’aria e all’esposizione alla luce. In questo modo evitiamo che diventi rancido.

aceite de lino con pan

Un processo di estrazione ad alte temperature potrebbe influenzare il sapore e l’aroma dell’olio di lino quando viene consumato. (Fonte: Cup of couple: 7656590/ Pexels)

Qual è la dose giornaliera raccomandata?

L’olio di lino è una delle maggiori fonti vegetali di acidi grassi omega-3, specialmente l’acido alfa-linolenico (ALA). Una dose definitiva raccomandata di questo olio non è ancora stata stabilita. Dipenderà dal trattamento utilizzato per raccomandare una quantità o un’altra. Tuttavia, è stata stabilita una dose giornaliera di ALA, che dipenderà dall’età e dal sesso di ogni persona. Prendendo una persona adulta come guida, la dose raccomandata sarebbe di 1,6 g per gli uomini e 1,1 g per le donne. Questo equivale a circa 1 o 2 cucchiai al giorno di questo olio (22).

L’ olio di semi di lino è più completo dell’olio d’oliva o dell’olio di pesce?

L’uso e i benefici di ogni olio sono diversi, quindi la combinazione dei tre sarebbe il modo migliore per mantenere una dieta equilibrata. Da un lato, l’olio d’oliva è usato per cucinare, mentre l’olio di semi di lino può essere usato per condire l’insalata o per curare la tua pelle.

Dall’altro lato, l’olio di pesce agisce come un grande integratore di acidi Omega 3 EPA e DHA che sono un grande beneficio per la nostra salute. Di seguito, elenchiamo le caratteristiche di ogni olio in modo che tu sappia tutto su di loro (23, 24, 25):

Olio di semi di lino Olio di oliva Olio di pesce
Composizione principale Estratto dal seme “Linun usitatissimum’. L’acido grasso Omega 3 (ALA) è il suo componente principale. Estratto dal frutto dell’olivo (Olea europaea). I trigliceridi sono il suo componente principale. Estratto dai tessuti di alcune specie di pesce. Gli acidi grassi Omega 3 EPA e DHA sono i suoi componenti principali.
Consistenza e gusto Di colore giallo, ha una consistenza oleosa con un sapore leggermente di noce. Tuttavia, una volta aperto diventa gradualmente amaro e dovrebbe essere tenuto ad una temperatura di circa 4°C. Di colore verdastro/giallastro, con più corpo di un liquido convenzionale e un sapore di mandorla amara. Di colore brunastro/giallastro. Principalmente liquido a temperature superiori ai 10 °C, può solidificarsi sotto questa temperatura. Sapore di pesce.
In che forma è disponibile? In forma liquida e in capsule. In forma liquida. In forma liquida, capsule e compresse.
Per cosa si usa? Per condire insalate o frullati, per rivitalizzare la pelle e i capelli, per il trattamento del legno e per vari scopi di salute. Il suo uso principale è la cottura perché resiste alle alte temperature. Ma può anche essere usato sulla nostra pelle agendo come un eccezionale idratante. È esclusivamente un integratore per la dieta quotidiana e per gli alimenti fortificati.
Quali sono i suoi principali benefici per la salute? Cura le malattie cardiovascolari, riduce il colesterolo LDL, aiuta a migliorare la nostra vista e può aiutare nella prevenzione del cancro al colon, alla prostata e al seno. Migliora anche la nostra infiammazione e il sistema immunitario. Protegge dall’infiammazione, dallo stress ossidativo e dal rischio cardiovascolare. Per le malattie cardiovascolari, abbassando la pressione sanguigna, riducendo la placca nelle arterie, l’elevato apporto di proteine e gioca un ruolo vitale nello sviluppo e nella funzione del sistema nervoso (cervello).
Per chi è consigliato? Un consumo controllato è ideale per chiunque. Soprattutto per le persone con malattie cardiache, colesterolo alto, disturbi digestivi, malattie infiammatorie e problemi alla vista. È consigliato a tutti. Soprattutto con zucchero nel sangue alto, colesterolo alto, pazienti con malattie infiammatorie croniche o malattie cardiovascolari. Per le persone con problemi cardiovascolari, alti livelli di trigliceridi, artrite reumatoide o problemi alla vista.
Qual è la dose giornaliera raccomandata? Da 1 a 2 cucchiai al giorno. 37 g/giorno (da 3 a 5 cucchiai). Le persone sotto trattamento dietetico o che soffrono di obesità dovrebbero seguire i consigli del loro medico. 4 g/giorno o 1/2 capsule al giorno.

Possiamo sostituire l’Omega 3 dell’olio di lino con altri alimenti che lo contengono?

La risposta è no. Anche se l’acido alfa-linolenico (ALA) è un acido grasso essenziale, cioè il nostro corpo non è in grado di produrlo da solo. Dobbiamo cercarlo negli alimenti che lo contengono. Questo non significa che dobbiamo sostituire altri alimenti consumando esclusivamente olio di semi di lino perché l’olio di semi di lino è una grande fonte di questo acido.

L’olio di semi di lino contiene una grande quantità di acido alfa-linolenico

Infatti, l’unico modo in cui il nostro corpo può produrre ALA è ingerendo acido eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesaenoico (DHA). Insieme all’ALA, questi sono i tre principali acidi omega-3. Entrambi gli acidi aiutano ad aumentare le concentrazioni di ALA, ma solo in quantità molto piccole (26).

L’olio di lino, soia e canola sono le principali fonti di alti livelli di ALA. Al contrario, l’olio di pesce, i crostacei o il pesce stesso (specialmente i pesci grassi d’acqua fredda come il salmone o il tonno) contengono alti livelli di acidi EPA e DHA. Pertanto, se siamo in grado di combinarli in modo equilibrato e sotto la supervisione di professionisti, possono diventare una fonte alimentare molto completa per l’assunzione di Omega 3.

Criteri di acquisto

Un prodotto come l’olio di lino richiede qualità affinché le sue proprietà rimangano intatte e affinché possiamo trarne il massimo vantaggio. I suoi benefici cardiovascolari e antinfiammatori, tra gli altri, sono possibili solo se scegli l’olio giusto per le tue esigenze. Per questo motivo, abbiamo selezionato i principali criteri di acquisto.

Formato

L’olio di semi di lino offre una grande versatilità quando si tratta di ingestione. Sta al gusto del consumatore scegliere tra i due formati disponibili del prodotto

  • Forma liquida: La sua forma liquida presenta diverse possibilità di utilizzo. Puoi usarlo nei pasti, come condimento per l’insalata o nei frullati. Inoltre, grazie al suo particolare sapore, puoi aggiungere un tocco diverso al tuo palato. Se, invece, preferisci usarlo sulla tua pelle o sui tuoi capelli, tutto quello che devi fare è mettere qualche goccia nella tua mano e spargerla bene.
  • In capsule: Per coloro che vogliono semplicemente prenderlo come integratore, c’è la forma in capsule. Queste capsule sono generalmente non aromatizzate e la tua dose giornaliera dipenderà dalla quantità di acido Omega 3 che contengono.

È importante ricordare che, se decidi di assumere qualsiasi integratore, naturale o no, il suo consumo dovrebbe sempre essere supportato da un medico professionista per ottenere i migliori risultati salutari.

Presenza di Omega 3

Nel caso dell’olio di lino in formato liquido, troviamo circa il 55% di Omega 3 sotto forma di acido alfa-linolenico (ALA), quindi 2 o 3 cucchiai al giorno sarebbero sufficienti. Tuttavia, se opti per le capsule, la concentrazione di Omega 3 varierà a seconda del loro contenuto in mg (ogni capsula va da 500 mg a 1250 mg).

Quindi, se vuoi assumere la dose giornaliera raccomandata di Omega 3 in capsule, dovresti prendere in considerazione questi fattori. A seconda della concentrazione di ogni capsula, si raccomanda di prendere 1 o fino a 4 capsule al giorno.

Un aspetto importante quando si sceglie il prodotto. Perché, nel caso in cui dovessi prendere più capsule, oltre ad essere più pesante nella tua giornata, potresti aver bisogno di acquistare il prodotto più frequentemente.  

Processo di spremitura

a freddo Il tipo di estrazione dell’olio di lino dipenderà dalla pressa e dalla temperatura utilizzata. All’interno di questo processo, ci sono diverse procedure di estrazione che vengono utilizzate per raggiungere livelli ottimali di purificazione e dipenderanno dallo scopo di utilizzo (1).

Se gli acidi grassi nell’olio di lino superano i 100°C di temperatura, diventano dannosi per la nostra salute.

Nel nostro caso, il processo utilizzato è esclusivamente per il consumo e per scopi medicinali. Pertanto, i semi di lino maturi saranno schiacciati e pressati a freddo per estrarre l’olio ad una temperatura non superiore ai 40 °C.

Questo perché questo alimento non può essere sottoposto ad alte temperature, in quanto ciò altererebbe gli acidi grassi causando sostanze nocive per il nostro corpo. Come l’acrilammide o gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA).

Pertanto, è molto importante che sia indicato che questo prodotto è stato estratto con il sistema di spremitura a freddo e questo garantirà che contenga la maggior parte del suo valore nutrizionale.

semillas de lino

Il lino è una delle cinque colture più antiche, utilizzata fin dal Neolitico. (Fonte: Azerbaijan_stockers: 5030048/ Freepik)

Densità di lignani

I semi di lino contengono un alto contenuto di fitoestrogeni chiamati lignani. Questi contribuiscono alle proprietà antiossidanti di questo alimento e forniscono una protezione cardiovascolare extra (28). Il processo di produzione utilizzato per creare gli integratori che prendiamo per bocca comporta una notevole perdita di queste proprietà antiossidanti.

Per questo motivo, è interessante sapere che l’olio di semi di lino in particolare contiene di solito una percentuale molto bassa di lignani. Pertanto, questo beneficio non verrebbe sfruttato così tanto. Tuttavia, ci sono produttori che producono oli con un’alta concentrazione di questi fitoestrogeni.

Se sei interessato a beneficiare delle sue proprietà antiossidanti, è importante cercare la parola lignani nella definizione del prodotto.

Allergeni

L’olio di lino è un vegetale che si sta gradualmente facendo strada nelle nostre sane abitudini. Per questo motivo stanno iniziando a comparire nuove allergie a questo alimento e dovresti stare molto attento se sei intollerante a qualcuno di essi.

Anche se i casi prodotti sono pochi, dovresti tenere presente che la maggior parte di essi sono stati orali, causando principalmente anafilassi (reazione allergica che provoca difficoltà respiratorie, tra gli altri sintomi) (27).

Questo accade perché le fabbriche dove vengono prodotti questi alimenti seguono e utilizzano la stessa linea di imballaggio per altri alimenti diversi. Pertanto, se sei intollerante alla soia, alle noci o al glutine di sesamo, dovresti prestare particolare attenzione che l’olio acquistato sia certificato senza glutine.

Sommario

Anche se i semi di lino sono una grande fonte di fibre e proteine, una volta estratto il suo olio, tutto questo viene praticamente scartato. Tuttavia, l’olio di semi di lino è classificato come un superalimento a causa delle sue quantità significative di composti bioattivi, come l’Omega 3.

Ci aiuta a nutrirci e ad ottenere i benefici che il nostro corpo non è in grado di produrre internamente. Tra i suoi benefici per la salute ci sono la prevenzione di alcune malattie cardiache, malattie infiammatorie o effetti positivi sulla vista. Ha anche usi culinari e cosmetici. Si prega di notare che questi integratori non devono essere trattati come sostituti del cibo in una dieta equilibrata e sempre sotto la supervisione di un professionista.

Speriamo che con questo articolo tu abbia potuto scoprire tutti i benefici che questo olio porta alla tua vita quotidiana. Se ti è piaciuto, per favore aiutaci a condividerlo!

(Fonte dell’immagine: Karina Klachuk: 140715260/ 123rf.com)

Riferimenti (28)

1. Arias Nuñuvero JO, Lopez Carranza NA. Estabilidad oxidativa (OSI) Y Perfil de Ácidos Grasos en aceite virgen de semillas de Linum Usitatissimum (linaza) procedentes de las Provincias de Corongo y Otuzco (Perú). Universidad Nacional del Santa. 2016. Disponible en:
Fonte

2. De Silva SF, Alcorn J. Flaxseed Lignans as Important Dietary Polyphenols for Cancer Prevention and Treatment: Chemistry, Pharmacokinetics, and Molecular Targets. Pharmaceuticals (Basel). 2019. Disponible en:
Fonte

3. Burdge G, Calder, P. Dietary α-linolenic acid and health-related outcomes: A metabolic perspective. Nutrition Research Reviews. 2006; 19(1), 26-52.Disponible en:
Fonte

4. Simopoulos AP. The importance of the ratio of omega-6/omega-3 essential fatty acids. Biomed Pharmacother. 2002. Disponible en:
Fonte

5. Asif M. Health effects of omega-3,6,9 fatty acids: Perilla frutescens is a good example of plant oils. Orient Pharm Exp Med. 2011. Disponible en:
Fonte

6. Thiele JJ, Ekanayake-Mudiyanselage S. Vitamin E in human skin: organ-specific physiology and considerations for its use in dermatology. Mol Aspects Med. 2007.Disponible en:
Fonte

7. Prasad K. Flaxseed and cardiovascular health. J Cardiovasc Pharmacol. 2009.Disponible en:
Fonte

8. Khalesi S, Irwin C, Schubert M. El consumo de linaza puede reducir la presión arterial: una revisión sistemática y metanálisis de ensayos controlados, The Journal of Nutrition.2015; 145 (4). Disponible en:
Fonte

9. Bloedon LT, Balikai S, Chittams J, Cunnane SC, Berlin JA, Rader DJ, Szapary PO. Flaxseed and cardiovascular risk factors: results from a double blind, randomized, controlled clinical trial. J Am Coll Nutr. 2008. Disponible en:
Fonte

10. Pan A, Yu D, Demark-Wahnefried W, Franco OH, Lin X. Metaanálisis de los efectos de las intervenciones de linaza en los lípidos sanguíneos, The American Journal of Clinical Nutrition. 2009.Disponible en:
Fonte

11. Patade A, Devareddy L, Lucas EA, Korlagunta K, Daggy BP, Arjmandi BH. Flaxseed reduces total and LDL cholesterol concentrations in Native American postmenopausal women. J Womens Health (Larchmt). 2008. Disponible en:
Fonte

12. Artemis P. Simopoulos. Ácidos grasos omega-3 en la inflamación y las enfermedades autoinmunes, Revista del Colegio Americano de Nutrición. 2002; 21 (64): 95-505. Disponible en:
Fonte

13. Pilar B, Güllich A, Oliveira P, Ströher D, Piccoli J, Manfredini V. Protective Role of Flaxseed Oil and Flaxseed Lignan Secoisolariciresinol Diglucoside Against Oxidative Stress in Rats with Metabolic Syndrome. J Food Sci. 2017. Disponible en:
Fonte

14. Carretero Accame M. Aceites vegetales con actividad terapéutica (IV). 2008. Disponible en:
Fonte

15. Basson AR, Chen C, Sagl F, Trotter A, Bederman I, Gomez-Nguyen A, Sundrud MS, Ilic S, Cominelli F, Rodriguez-Palacios A. Regulation of Intestinal Inflammation by Dietary Fats. Frontiers Immunology. 2021. Disponible en:
Fonte

16. Downie LE, Hom MM, Berdy GJ, El-Harazi S, Verachtert A, Tan J, Liu H, Carlisle-Wilcox C, Simmons P, Vehige J. An artificial tear containing flaxseed oil for treating dry eye disease: A randomized controlled trial. Ocul Surf. 2020. Disponible en:
Fonte

17. Neukam K, De Spirt S, Stahl W, Bejot M, Maurette JM, Tronnier H, Heinrich U. Supplementation of flaxseed oil diminishes skin sensitivity and improves skin barrier function and condition. Skin Pharmacol Physiol. 2011. Disponible en:
Fonte

18. Mardones V F. Productos capilares alternativos para alopecia: Mecanismos de acción y evidencia científica. Revista Chilena Dermatol.2014. Disponible en:
Fonte

19. Liu Z, Fei YJ, Cao XH, Xu D, Tang WJ, Yang K, Xu WX, Tang JH. Lignans intake and enterolactone concentration and prognosis of breast cancer: a systematic review and meta-analysis. J Cancer. 2021. Disponible en:
Fonte

20. Valenzuela B. R, Bascuñan G. K, Chamorro M. R, Valenzuela B. A. Ácidos grasos Omega-3 y cáncer, una alternativa nutricional para su prevención y tratamiento. Scielo. 2011. Disponible en:
Fonte

21. Noguera N, Ojeda L. [Internet]. La linaza (Linum usitatissimum L.) y su papel nutracéutico. Universidad de Carabobo. 2017. Disponible en:
Fonte

22. Aranceta J, Pérez-Rodrigo C. Ingestas dietéticas de referencia recomendadas, objetivos nutricionales y pautas dietéticas para grasas y ácidos grasos: una revisión sistemática. Revista británica de nutrición. 2021. Disponible en:
Fonte

23. Goyal A, Sharma V, Upadhyay N, Gill S, Sihag M. Flax and flaxseed oil: an ancient medicine & modern functional food. J Food Sci Technol. 2014. Disponible en:
Fonte

24. Gorzynik-Debicka M, Przychodzen P, Cappello F, Kuban-Jankowska A, Marino Gammazza A, Knap N, Wozniak M, Gorska-Ponikowska M. Potential Health Benefits of Olive Oil and Plant Polyphenols. Int J Mol Sci. 2018. Disponible en:
Fonte

25. Swanson D, Block R, Mousa SA. Omega-3 fatty acids EPA and DHA: health benefits throughout life. Adv Nutr. 2012. Disponible en:
Fonte

26. Shahidi F, Ambigaipalan P. Omega-3 Polyunsaturated Fatty Acids and Their Health Benefits. Annu Rev Food Sci Technol. 2018. Disponible en:
Fonte

27. Antón Laiseca AM. [Internet]. Alergia por semillas de linaza. Servicio de Alergia, Hospital Universitario 12 de Octubre (Madrid). 2012. Disponible en:
Fonte

28. Adolphe J, Whiting S, Juurlink B, Thorpe L, Alcorn J.Efectos sobre la salud con el consumo de lignano de lino secoisolariciresinol diglucósido. Revista británica de nutrición. 2010. Disponible en:
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Trabajo de investigación
Arias Nuñuvero JO, Lopez Carranza NA. Estabilidad oxidativa (OSI) Y Perfil de Ácidos Grasos en aceite virgen de semillas de Linum Usitatissimum (linaza) procedentes de las Provincias de Corongo y Otuzco (Perú). Universidad Nacional del Santa. 2016. Disponible en:
Vai alla fonte
Librería de medicina
De Silva SF, Alcorn J. Flaxseed Lignans as Important Dietary Polyphenols for Cancer Prevention and Treatment: Chemistry, Pharmacokinetics, and Molecular Targets. Pharmaceuticals (Basel). 2019. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Burdge G, Calder, P. Dietary α-linolenic acid and health-related outcomes: A metabolic perspective. Nutrition Research Reviews. 2006; 19(1), 26-52.Disponible en:
Vai alla fonte
Revista cientifíca
Simopoulos AP. The importance of the ratio of omega-6/omega-3 essential fatty acids. Biomed Pharmacother. 2002. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Asif M. Health effects of omega-3,6,9 fatty acids: Perilla frutescens is a good example of plant oils. Orient Pharm Exp Med. 2011. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Thiele JJ, Ekanayake-Mudiyanselage S. Vitamin E in human skin: organ-specific physiology and considerations for its use in dermatology. Mol Aspects Med. 2007.Disponible en:
Vai alla fonte
Artículo científico
Prasad K. Flaxseed and cardiovascular health. J Cardiovasc Pharmacol. 2009.Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Khalesi S, Irwin C, Schubert M. El consumo de linaza puede reducir la presión arterial: una revisión sistemática y metanálisis de ensayos controlados, The Journal of Nutrition.2015; 145 (4). Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Bloedon LT, Balikai S, Chittams J, Cunnane SC, Berlin JA, Rader DJ, Szapary PO. Flaxseed and cardiovascular risk factors: results from a double blind, randomized, controlled clinical trial. J Am Coll Nutr. 2008. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Pan A, Yu D, Demark-Wahnefried W, Franco OH, Lin X. Metaanálisis de los efectos de las intervenciones de linaza en los lípidos sanguíneos, The American Journal of Clinical Nutrition. 2009.Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Patade A, Devareddy L, Lucas EA, Korlagunta K, Daggy BP, Arjmandi BH. Flaxseed reduces total and LDL cholesterol concentrations in Native American postmenopausal women. J Womens Health (Larchmt). 2008. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Artemis P. Simopoulos. Ácidos grasos omega-3 en la inflamación y las enfermedades autoinmunes, Revista del Colegio Americano de Nutrición. 2002; 21 (64): 95-505. Disponible en:
Vai alla fonte
Librería online
Pilar B, Güllich A, Oliveira P, Ströher D, Piccoli J, Manfredini V. Protective Role of Flaxseed Oil and Flaxseed Lignan Secoisolariciresinol Diglucoside Against Oxidative Stress in Rats with Metabolic Syndrome. J Food Sci. 2017. Disponible en:
Vai alla fonte
Artículo científico
Carretero Accame M. Aceites vegetales con actividad terapéutica (IV). 2008. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Basson AR, Chen C, Sagl F, Trotter A, Bederman I, Gomez-Nguyen A, Sundrud MS, Ilic S, Cominelli F, Rodriguez-Palacios A. Regulation of Intestinal Inflammation by Dietary Fats. Frontiers Immunology. 2021. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Downie LE, Hom MM, Berdy GJ, El-Harazi S, Verachtert A, Tan J, Liu H, Carlisle-Wilcox C, Simmons P, Vehige J. An artificial tear containing flaxseed oil for treating dry eye disease: A randomized controlled trial. Ocul Surf. 2020. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Neukam K, De Spirt S, Stahl W, Bejot M, Maurette JM, Tronnier H, Heinrich U. Supplementation of flaxseed oil diminishes skin sensitivity and improves skin barrier function and condition. Skin Pharmacol Physiol. 2011. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Mardones V F. Productos capilares alternativos para alopecia: Mecanismos de acción y evidencia científica. Revista Chilena Dermatol.2014. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Liu Z, Fei YJ, Cao XH, Xu D, Tang WJ, Yang K, Xu WX, Tang JH. Lignans intake and enterolactone concentration and prognosis of breast cancer: a systematic review and meta-analysis. J Cancer. 2021. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Valenzuela B. R, Bascuñan G. K, Chamorro M. R, Valenzuela B. A. Ácidos grasos Omega-3 y cáncer, una alternativa nutricional para su prevención y tratamiento. Scielo. 2011. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Noguera N, Ojeda L. [Internet]. La linaza (Linum usitatissimum L.) y su papel nutracéutico. Universidad de Carabobo. 2017. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Aranceta J, Pérez-Rodrigo C. Ingestas dietéticas de referencia recomendadas, objetivos nutricionales y pautas dietéticas para grasas y ácidos grasos: una revisión sistemática. Revista británica de nutrición. 2021. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Goyal A, Sharma V, Upadhyay N, Gill S, Sihag M. Flax and flaxseed oil: an ancient medicine & modern functional food. J Food Sci Technol. 2014. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Gorzynik-Debicka M, Przychodzen P, Cappello F, Kuban-Jankowska A, Marino Gammazza A, Knap N, Wozniak M, Gorska-Ponikowska M. Potential Health Benefits of Olive Oil and Plant Polyphenols. Int J Mol Sci. 2018. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Swanson D, Block R, Mousa SA. Omega-3 fatty acids EPA and DHA: health benefits throughout life. Adv Nutr. 2012. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Shahidi F, Ambigaipalan P. Omega-3 Polyunsaturated Fatty Acids and Their Health Benefits. Annu Rev Food Sci Technol. 2018. Disponible en:
Vai alla fonte
Caso clínico
Antón Laiseca AM. [Internet]. Alergia por semillas de linaza. Servicio de Alergia, Hospital Universitario 12 de Octubre (Madrid). 2012. Disponible en:
Vai alla fonte
Revista científica
Adolphe J, Whiting S, Juurlink B, Thorpe L, Alcorn J.Efectos sobre la salud con el consumo de lignano de lino secoisolariciresinol diglucósido. Revista británica de nutrición. 2010. Disponible en:
Vai alla fonte
Recensioni