Ultimo aggiornamento: 05/10/2021

I muscoli della coscia includono tutti i muscoli intorno all’osso della coscia. Questi sono un gran numero di muscoli. I muscoli della coscia variano in forza a seconda del livello di allenamento e del tipo di esercizio. I muscoli della coscia determinano l’aspetto esterno della coscia.

Per alcuni sport, come il calcio, si raccomanda di allenare direttamente le cosce. Questo può migliorare le prestazioni nello sport. Tuttavia, l’allenamento delle cosce può anche essere considerato se vuoi costruire forza e muscoli in questa zona. Oltre a costruire la forza, lo stretching è anche importante per la salute dei muscoli della coscia. In questo articolo troverai tutto quello che devi sapere per avere cosce sane e allenate. Per prima cosa, viene data una risposta alle domande più frequenti sulle cosce. Poi troverai alcuni esercizi per rafforzare le cosce e alcuni esercizi di stretching.




Sommario

  • L’esercizio fisico regolare e lo stretching sono importanti per avere muscoli della coscia sani e resistenti.
  • Il dolore alle cosce può avere molte cause, quindi il dolore al muscolo della coscia dovrebbe essere preso seriamente.
  • Un piano di esercizi personalizzato non solo preverrà i muscoli doloranti, ma anche le lesioni ai muscoli della coscia.

Definizione: quali sono i muscoli della coscia?

È facile spiegare quali sono i muscoli della coscia. Ha senso dividere i muscoli della coscia in tre aree per questa spiegazione. Il muscolo può essere localizzato in ogni area. Ci sono le aree anteriore, posteriore e interna della coscia.

I muscoli della coscia anteriore includono il quadricipite e il sartorio. Il quadricipite è necessario quando la gamba è estesa. Il muscolo sartorio è coinvolto nell’antiversione, nel sollevamento della gamba in avanti, e nel piegamento del ginocchio.

I muscoli posteriori della coscia consistono nel bicipite femorale o flessore della gamba, il muscolo semitendinoso e il muscolo tendineo della piastra. Tutti e tre i muscoli sono importanti per piegare l’articolazione del ginocchio.

Parte dei muscoli dell’interno coscia sono il muscolo cresta, il tiratore lungo e corto della coscia, il tiratore grande della coscia e il muscolo snello. Tutti questi muscoli sono importanti per l’adduzione, il movimento della gamba verso l’asse longitudinale del corpo e la rotazione esterna della gamba.

Background: Quello che devi sapere sui tendini del ginocchio

Poiché i tendini del ginocchio sono complessi, sorgono spesso delle domande. Le lesioni dolorose, in particolare, hanno maggiori probabilità di sollevare domande.

Tutto quello che devi sapere sui muscoli della coscia lo trovi qui sotto. Tutte le domande importanti e comuni sui muscoli della coscia trovano risposta.

Come faccio a costruire i muscoli della coscia?

Costruire i muscoli della coscia può essere fatto per molte ragioni. Tuttavia, l’aspetto delle cosce è spesso una ragione decisiva. Se vuoi avere cosce enfatizzate, dovresti costruire massa muscolare e perdere grasso.

Per aumentare la massa muscolare nelle cosce, non è solo consigliabile allenarsi, ma anche mangiare una dieta ricca di proteine. Per dare ai muscoli il tempo di crescere, i giorni di riposo dovrebbero essere programmati per il recupero muscolare. Questo perché un muscolo ha bisogno di circa 48 ore per recuperare completamente.

Quando ti alleni, dovresti fare tra le 8 e le 12 ripetizioni in 1-3 serie. Anche un breve carico sui muscoli li stimola a costruire. Le pause tra i set dovrebbero durare tra 1 e 3 minuti.

Gli esercizi con i pesi corporei possono aiutare a costruire la forza. Allenarsi fino al fallimento non è necessario (1). Gli esercizi con i pesi corporei possono aiutare a costruire la forza e a guadagnare muscoli. Tuttavia, i guadagni muscolari e di forza dagli esercizi di peso corporeo sono limitati.

Perché mi fanno male i muscoli della coscia?

Ci sono molte possibili cause di dolore alla coscia. Spesso, però, questo dolore non fa parte di una malattia grave. Gli infortuni alla coscia sono abbastanza comuni. Sono spesso caratterizzati da un dolore acuto subito dopo lo sforzo. Altre indicazioni di una lesione sono lividi, gonfiore e un’improvvisa restrizione del movimento.

L’indolenzimento muscolare può verificarsi dopo un allenamento o uno sforzo insolito.

Se hai fatto esercizio di recente, i muscoli doloranti sono probabilmente la causa. L’indolenzimento muscolare si verifica spesso un po’ di tempo dopo un carico pesante, come l’esercizio fisico, sui muscoli. Tuttavia, può anche verificarsi dopo un carico insolito o un diverso tipo di esercizio. I sintomi dell’indolenzimento muscolare includono forza muscolare ridotta, restrizione dolorosa del movimento, rigidità e raramente gonfiore (2).

Per evitare che i muscoli doloranti causino dolore in futuro, si può creare un piano di allenamento o adattare un piano di allenamento esistente. L’intensità e la durata dell’allenamento dovrebbero essere adattate al livello di allenamento attuale se vuoi prevenire l’indolenzimento muscolare (3).

Un’altra ragione per i muscoli della coscia doloranti può essere la tensione muscolare. La fascia tesa del sottocute sui muscoli e la fascia tesa della pelle possono anche causare dolore.

Cosa aiuta con la tensione nei muscoli della coscia?

Quando i muscoli sono tesi, sono induriti. Sono sempre tesi e non si rilassano più. La tensione può verificarsi durante movimenti non abituali e lunghi periodi di stress. La tensione è quindi il risultato del sovraccarico dei muscoli. Uno sforzo non corretto può anche portare alla tensione.

Il riposo, il calore e lo stretching dolce aiutano.

Se hai della tensione, dovresti cercare di alleviarla. Altrimenti, il flusso sanguigno limitato può portare all’infiammazione. Prima di tutto, il muscolo teso non deve più essere sottoposto a sforzi pesanti. Il calore può essere utilizzato per alleviare la tensione muscolare. Lo stretching leggero può anche contrastare la tensione muscolare.

Per stimolare il flusso di sangue al muscolo, puoi massaggiare la zona interessata. Questo può sciogliere nuovamente il muscolo. Molti atleti riferiscono di usare un fascia roller quando i loro muscoli sono tesi. È stato dimostrato che il rotolamento con questo fascia roller non solo massaggia la fascia, ma anche i muscoli. Questo può alleviare la tensione (4).

Poiché la carenza di magnesio può essere una causa non solo di crampi ma anche di tensione muscolare, assumere magnesio può alleviare la tensione e anche prevenirla (5).

Cosa aiuta con un muscolo della coscia tirato?

Gli stiramenti sono lesioni comuni. Tuttavia, sono anche considerate lesioni minori. Lo stiramento eccessivo del muscolo porta ad uno stiramento. Un dolore acuto dopo uno stiramento può aver causato uno stiramento. Lo stiramento del muscolo può anche essere causato nel corso di un movimento sbagliato.

Uno stiramento causa un dolore acuto e può portare al gonfiore. Il trattamento per uno stiramento acuto prevede il riposo del muscolo. Il raffreddamento e la compressione possono aiutare.

Si possono prendere anche farmaci antinfiammatori.

oberschenkel-muskeln

Un esercizio regolare ti darà muscoli delle cosce sani e resistenti. (Sergio Pedemonte / Unsplash)

Quando il dolore e il gonfiore si placano, si raccomanda la fisioterapia per ripristinare la flessibilità e la forza. Le complicazioni e le conseguenze a lungo termine sono rare. Per evitare uno sforzo, riscaldati prima di fare esercizio e non sovraccaricare i muscoli (6).

Cosa fare se un muscolo della coscia è strappato?

Quando un muscolo della coscia è strappato, bisogna fare una distinzione fondamentale tra uno strappo muscolare e uno strappo delle fibre muscolari. Nel caso di uno strappo delle fibre muscolari, solo le singole fibre muscolari sono colpite. Lo strappo muscolare molto peggiore coinvolge l’intero muscolo.

Uno strappo del muscolo o di singole fibre muscolari si nota attraverso un dolore forte e lancinante. Il dolore di solito si nota durante l’esercizio o poco dopo. Potrebbe esserci un’emorragia nel tessuto. Questo può diventare evidente come lividi. Uno strappo muscolare o uno strappo delle fibre muscolari è spesso causato da uno sforzo eccessivo o da forze esterne.

Una fibra muscolare strappata dovrebbe essere raffreddata immediatamente. Altre misure di trattamento includono farmaci antinfiammatori e il riposo del muscolo interessato. Se la terapia conservativa non funziona, c’è anche l’opzione della terapia ad onde d’urto. Per ripristinare la forza e l’elasticità del muscolo, la fisioterapia dovrebbe essere fatta dopo la completa guarigione. Nel caso di uno strappo muscolare o se le misure menzionate sopra non funzionano per uno strappo delle fibre muscolari, può essere necessario un trattamento chirurgico (7).

Perché i muscoli della coscia a volte si contraggono?

La contrazione involontaria dei muscoli sotto la pelle è chiamata fascicolazione. Le fascicolazioni sono brevi contrazioni spontanee di un piccolo numero di fibre muscolari. Questo fa sentire la contrazione delle fibre muscolari come un tremolio o una contrazione sotto la pelle (8). Queste piccole contrazioni muscolari possono essere visibili anche visivamente.

Stress, ma anche cause serie.

La causa delle contrazioni muscolari può essere innocua. Un forte stress o uno sforzo psicologico possono portare a fascicolazioni temporanee. Tuttavia, anche l’avvelenamento e i problemi neurologici possono scatenare le contrazioni muscolari. Pertanto, un medico dovrebbe essere consultato in caso di fascicolazioni frequenti e/o gravi.

Cosa posso fare per i muscoli delle cosce accorciati?

Un muscolo accorciato ha una ridotta capacità di allungarsi. Il muscolo non può più essere allungato. L’accorciamento deriva da un esercizio lungo e frequente. Questo rende il muscolo più forte. La tensione nel muscolo aumenta e il muscolo si contrae. Questo accade anche a riposo quando il muscolo non deve contrarsi.

Includi regolarmente un programma di stretching.

Gli atleti che eseguono lo stesso movimento più e più volte sono particolarmente suscettibili ad una riduzione della capacità di allungamento. Questo è particolarmente vero per il nuoto, il ciclismo e la corsa. Con un programma di stretching regolare, puoi aumentare la capacità del muscolo di allungarsi.

Lo stretching può prevenire le lesioni (9). Lo stretching riduce anche la rigidità del tessuto muscolare. La quantità di stretching è limitata dal range fisiologico di movimento dell’individuo e dalla sua tolleranza al dolore quando si allunga (10).

Muscoli della coscia: I migliori consigli e trucchi per avere muscoli delle cosce sani e allenati

Di seguito troverai gli esercizi per allenare i muscoli delle cosce. Questo li renderà più forti. Puoi anche costruire la massa muscolare facendo esercizio. Per evitare di accorciare i muscoli, alcuni esercizi di stretching sono elencati di seguito.

Esercitare i muscoli delle cosce

Ecco alcuni esercizi che possono aiutarti a rafforzare i muscoli delle cosce. Quando si allenano i muscoli, si consiglia da 1 a 3 serie da 8 a 12 ripetizioni. Assicurati di farlo in modo pulito.

Squat

Gli squat sono un modo classico per allenare le cosce. Gli squat ti permettono di allenare e rafforzare un gran numero di muscoli.

  1. Posiziona i tuoi piedi alla larghezza delle spalle. Le tue dita dei piedi dovrebbero puntare leggermente verso l’esterno.
  2. Stringi l’addome e tira un po’ indietro le spalle.
  3. Ora inizia lentamente a piegare le ginocchia come se fossi seduto su una sedia.
  4. Scendi fino a quando i tuoi talloni ti tengono sul pavimento. Puoi anche scendere solo fino a quando puoi risalire in sicurezza.
  5. In basso puoi mantenere la tensione per un breve periodo prima di raddrizzarti di nuovo.

Puoi usare dei pesi per rendere l’esercizio più difficile. Non importa se usi un bilanciere, dei manubri o un kettlebell.

Affondi

Gli affondi sono anche un esercizio a peso morto. Anche qui, assicurati di eseguirli in modo pulito.

  1. Fai un grande passo avanti.
  2. Ora piega lentamente le ginocchia. Piega anche il ginocchio posteriore. Gira il ginocchio leggermente verso l’esterno in modo che non cada verso l’interno.
  3. Scendi in modo che il ginocchio posteriore tocchi quasi il pavimento e il ginocchio anteriore sia sopra il tuo piede. Se il ginocchio anteriore è molto al di sopra del ginocchio, dovrai fare un passo più grande all’inizio.
  4. Dal punto più basso, torna alla posizione di partenza in modo controllato.

Puoi anche aumentare l’intensità dell’esercizio aggiungendo dei pesi. Una variazione popolare dell’affondo è l’affondo saltellante. Salta in alto dalla posizione più bassa e scambia la gamba posteriore con quella anteriore. La gamba anteriore torna indietro.

Affondi laterali

Con gli affondi laterali alleni non solo le cosce ma anche il busto. I corridori in particolare dovrebbero quindi integrare questo esercizio.

  1. Stai in piedi con le gambe alla larghezza delle spalle. Le punte dei piedi puntano leggermente verso l’esterno.
  2. Fai un grande passo di lato. Mantieni il tuo equilibrio e tendi il tuo nucleo.
  3. Piega lentamente il ginocchio della gamba che ha appena fatto un passo. L’altra gamba rimane estesa.
  4. Piega il ginocchio finché non si trova sopra il piede. Poi fai una breve pausa.
  5. Ora estendi rapidamente la gamba di nuovo e spingi in modo da atterrare di nuovo nella posizione di partenza.

Questo esercizio richiede un senso di equilibrio e a volte non funziona subito. Dopo un po’ di tentativi dovresti riuscire a capire come funziona. Questo esercizio può essere fatto anche con un peso aggiuntivo. Anche gli affondi laterali saltellanti sono possibili.

Alzate laterali delle gambe

Le alzate laterali delle gambe possono essere fatte da sdraiati o in piedi. La sequenza dell’esercizio rimane la stessa.

  1. Assicurati che il tuo corpo formi una linea retta. Mantieni questo per tutto l’esercizio.
  2. Mentre sei sdraiato, muovi lentamente la parte superiore della gamba verso l’alto. Spostalo in alto fino a quando è comodo per te.
  3. Mantieni questa posizione per uno o due secondi.
  4. Sposta lentamente la gamba nella posizione di partenza.
  5. Non riposare sull’altra gamba, ma esegui la ripetizione successiva senza riposare.

Se vuoi aumentare la forza di questo esercizio, una fascia ad anello è la cosa migliore. In alternativa, puoi mettere un peso sulla gamba o appoggiarti ad essa mentre sei in piedi.

oberschenkel-muskeln

I corridori dovrebbero anche fare esercizio e allungare le cosce regolarmente. (Sasin Tipchai / Pixabay)

Wall sit

Per questo esercizio hai solo bisogno di un muro o di una porta chiusa

  1. Mettiti a circa un passo di distanza di fronte al muro.
  2. Stai in piedi con le gambe alla larghezza delle anche. Le dita dei piedi puntano leggermente verso l’esterno.
  3. Appoggiati al muro e scivola lentamente verso il basso con la schiena.
  4. Piega le gambe ad un angolo di 90 gradi. Tieni le gambe parallele in ogni momento.
  5. Mantieni questa posizione per un po’ di tempo. Assicurati che tutta la tua schiena rimanga contro il muro.

Per rendere l’esercizio un po’ più facile, puoi sostenerti con le mani sulle cosce. Ma dovresti essere in grado di mantenere questa posizione per qualche secondo la prima volta. Puoi anche ripetere questo esercizio alcune volte. Tuttavia, la regola delle ripetizioni e dei set non è raccomandata qui.

Glute Bridge

Questo esercizio si concentra sui muscoli posteriori e sul core.

  1. Sdraiati sul pavimento. Ora tira le gambe vicino ai tuoi glutei in modo che la parte inferiore della gamba sia verticale.
  2. Per stabilizzarti puoi mettere le braccia vicino al tuo corpo. Il modo migliore per stabilizzarti è quello di avere le braccia ad un angolo di 90 gradi.
  3. Ora solleva i tuoi glutei dal pavimento. Tieni la schiena dritta.
  4. I tuoi glutei dovrebbero essere in linea con le tue cosce e la tua schiena nella posizione finale.
  5. Ora torna lentamente alla posizione di partenza. Tieni i glutei tesi durante tutto l’esercizio.

L’esercizio può essere intensificato con un peso aggiuntivo a livello del bacino. Sono possibili anche i ponti per i glutei a gamba singola.

Stretching dei muscoli della coscia

Non è solo importante allenare le cosce, ma anche allungarle. Ogni muscolo dovrebbe essere allungato regolarmente. Di seguito troverai alcuni esercizi selezionati per allungare i muscoli della coscia.

Allungare la parte anteriore della coscia

Puoi allungare tutta la parte anteriore della coscia con un solo esercizio. È anche abbastanza facile da fare.

  1. Stai in piedi e porta un piede indietro verso il tuo sedere.
  2. Afferra il piede. Guarda il tuo equilibrio e non inarcare la schiena.
  3. Il ginocchio punta verso il basso mentre tiri delicatamente il piede verso i glutei.
  4. Ora dovresti sentire un allungamento nella parte anteriore. Mantieni questa posizione per alcuni secondi.

Questo esercizio di stretching può essere fatto anche da sdraiato se hai problemi di equilibrio.

Allungare la parte posteriore delle cosce

Ci sono diversi esercizi che puoi fare per allungare la parte posteriore delle cosce. Ecco due esercizi diversi.

  1. Allunga una gamba in avanti e tocca giù con il tallone. La gamba posteriore sostiene il peso del corpo
  2. Inclina il busto e piegati leggermente in avanti.
  3. Per intensificare l’allungamento puoi piegare un po’ la gamba in piedi.
  4. Tieni la gamba anteriore attivamente infilata per alcuni secondi.

Puoi fare una variazione di questo esercizio da sdraiato. Solleva una gamba e stringila con le mani sopra la parte posteriore del ginocchio. La gamba viene tirata il più possibile verso la parte superiore del corpo e poi l’articolazione del ginocchio viene allungata lentamente.

Un altro esercizio per allungare la parte posteriore delle gambe e anche i muscoli delle cosce è una specie di V rovesciata a punta

  1. Metti le gambe un po’ più larghe una accanto all’altra.
  2. Ora piegati in avanti e sposta le mani in avanti di qualche centimetro. Se non riesci a toccare il pavimento dalla curva, non importa. Piegati in avanti in modo che le tue mani tocchino il pavimento.
  3. Il tuo corpo dovrebbe ora formare una specie di V rovesciata. Tieni i talloni sul pavimento. I talloni rimangono sul pavimento e la schiena è lunga.
  4. Mantieni questa posizione per alcuni secondi.

Se non riesci a mantenere questa posizione con i talloni sul pavimento, piega un po’ le ginocchia. Ma tienili abbastanza estesi in modo da sentire un allungamento.

Allungare l’interno delle cosce

Ci sono due esercizi molto efficaci per allungare l’interno delle cosce. Uno allunga l’interno coscia leggermente meglio dell’altro. Tuttavia, è più adatto a persone con una buona flessibilità. L’esercizio semplice è un buon modo per decidere se puoi provare l’esercizio avanzato.

  1. Siediti dritto. Piega leggermente le gambe e metti le ginocchia di lato.
  2. Ora prova a mettere le piante dei piedi insieme e tira le gambe il più lontano possibile verso di te per stare in piedi. Idealmente i tuoi piedi dovrebbero essere molto vicini al tuo cavallo.
  3. Ora dovresti sentire una tensione all’interno e tenerla per qualche secondo. Assicurati di spingere attivamente la parte esterna delle tue ginocchia un po’ più in basso. Puoi anche usare le tue mani per aiutare.

Se sei ben disteso, le tue ginocchia toccheranno il pavimento durante l’esercizio. Poi puoi provare a piegarti leggermente in avanti con la schiena dritta. Questo ti darà un tratto in più. Se questo esercizio funziona bene, puoi provare il seguente.

  1. Per questo esercizio, inginocchiati su una superficie morbida come un tappetino da palestra.
  2. Solleva il bacino dalle ginocchia e fai un grande passo con il ginocchio di lato.
  3. Piegati in avanti e sostieniti. Le tue ginocchia dovrebbero ora essere ad una certa distanza in linea con il tuo bacino.
  4. Ora dovresti sentire un allungamento.

Se non senti alcuno stiramento, metti le ginocchia un po’ più distanti. Puoi anche appoggiarti sugli avambracci e mettere più peso nel tratto. Puoi anche allungare le gambe nella posizione di allungamento. Se non riesci a mantenere le ginocchia in linea con il bacino, posizionale leggermente dietro il bacino. In questo modo lo stiramento non è così intenso.

Stretching delle cosce esterne

C’è un esercizio molto efficace per allungare le cosce esterne. Questo esercizio è abbastanza semplice e non ha bisogno di una spiegazione dettagliata.

    1. Siediti con le gambe distese.
    2. Ora piega una gamba e mettila sopra l’altra. Le tue gambe sono ora incrociate.
    3. Ora gira la parte superiore del corpo nella direzione della gamba piegata.
    4. Prendi il tuo braccio sul lato opposto e spingi il ginocchio di lato con esso.
    5. Mantieni lo stiramento per alcuni secondi.

Questo tratto è sufficiente per allungare tutto il lato esterno. Con un po’ di pratica troverai anche più facile entrare nel tratto.

Conclusione

Per cosce sane e allenate non è solo importante allenarsi correttamente. Dovrebbe essere eseguito anche un programma di stretching regolare. Quando esegui gli esercizi, dovresti prestare particolare attenzione alla forma. Quando fai esercizi con i pesi, il tuo obiettivo non dovrebbe essere quello di sollevare più peso possibile. Oltre all’allenamento, dovresti mangiare una dieta ricca di proteine se vuoi aumentare la tua forza e/o la tua massa muscolare.

Il dolore alle cosce ha molte cause, dato che la struttura dei muscoli della coscia è molto complessa. Ci sono cause come l’indolenzimento muscolare e la tensione, ma anche lesioni gravi. Pertanto, dovresti consultare un medico se il dolore è forte e/o persistente.

Fonte dell’immagine: Tania Van den Berghen / Pixabay

Riferimenti (10)

1. Suchomel TJ, Nimphius S, Bellon CR, Stone MH. The Importance of Muscular Strength: Training Considerations. Sports Med. 2018 Apr;48(4):765-785. doi: 10.1007/s40279-018-0862-z. PMID: 29372481.
Fonte

2. Heiss R, Lutter C, Freiwald J, Hoppe MW, Grim C, Poettgen K, Forst R, Bloch W, Hüttel M, Hotfiel T. Advances in Delayed-Onset Muscle Soreness (DOMS) - Part II: Treatment and Prevention. Sportverletz Sportschaden. 2019 Mar;33(1):21-29. English. doi: 10.1055/a-0810-3516. Epub 2019 Mar 13. PMID: 30865998.
Fonte

3. Qamar MM, Javed MS, Dogar MZUH, Basharat A. Beat the exercise-induced muscle damage. J Pak Med Assoc. 2019 Nov;69(11):1682-1686. doi: 10.5455/JPMA.301636.. PMID: 31740879.
Fonte

4. Mohr AR, Long BC, Goad CL. Effect of foam rolling and static stretching on passive hip-flexion range of motion. J Sport Rehabil. 2014 Nov;23(4):296-9. doi: 10.1123/jsr.2013-0025. Epub 2014 Jan 21. PMID: 24458506.
Fonte

5. Altura BM, Altura BT. Tension headaches and muscle tension: is there a role for magnesium? Med Hypotheses. 2001 Dec;57(6):705-13. doi: 10.1054/mehy.2001.1439. PMID: 11918431.
Fonte

6. Noonan TJ, Garrett WE Jr. Muscle strain injury: diagnosis and treatment. J Am Acad Orthop Surg. 1999 Jul-Aug;7(4):262-9. doi: 10.5435/00124635-199907000-00006. PMID: 10434080.
Fonte

7. Startzman AN, Fowler O, Carreira D. Proximal Hamstring Tendinosis and Partial Ruptures. Orthopedics. 2017 Jul 1;40(4):e574-e582. doi: 10.3928/01477447-20170208-05. Epub 2017 Feb 14. PMID: 28195608.
Fonte

8. de Carvalho M, Kiernan MC, Swash M. Fasciculation in amyotrophic lateral sclerosis: origin and pathophysiological relevance. J Neurol Neurosurg Psychiatry. 2017 Sep;88(9):773-779. doi: 10.1136/jnnp-2017-315574. Epub 2017 May 10. PMID: 28490504.
Fonte

9. Witvrouw E, Mahieu N, Danneels L, McNair P. Stretching and injury prevention: an obscure relationship. Sports Med. 2004;34(7):443-9. doi: 10.2165/00007256-200434070-00003. PMID: 15233597.
Fonte

10. Riley DA, Van Dyke JM. The effects of active and passive stretching on muscle length. Phys Med Rehabil Clin N Am. 2012 Feb;23(1):51-7, x. doi: 10.1016/j.pmr.2011.11.006. Epub 2011 Dec 3. PMID: 22239873.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Wissenschaftlicher Artikel
Suchomel TJ, Nimphius S, Bellon CR, Stone MH. The Importance of Muscular Strength: Training Considerations. Sports Med. 2018 Apr;48(4):765-785. doi: 10.1007/s40279-018-0862-z. PMID: 29372481.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Heiss R, Lutter C, Freiwald J, Hoppe MW, Grim C, Poettgen K, Forst R, Bloch W, Hüttel M, Hotfiel T. Advances in Delayed-Onset Muscle Soreness (DOMS) - Part II: Treatment and Prevention. Sportverletz Sportschaden. 2019 Mar;33(1):21-29. English. doi: 10.1055/a-0810-3516. Epub 2019 Mar 13. PMID: 30865998.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Qamar MM, Javed MS, Dogar MZUH, Basharat A. Beat the exercise-induced muscle damage. J Pak Med Assoc. 2019 Nov;69(11):1682-1686. doi: 10.5455/JPMA.301636.. PMID: 31740879.
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Untersuchung
Mohr AR, Long BC, Goad CL. Effect of foam rolling and static stretching on passive hip-flexion range of motion. J Sport Rehabil. 2014 Nov;23(4):296-9. doi: 10.1123/jsr.2013-0025. Epub 2014 Jan 21. PMID: 24458506.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Altura BM, Altura BT. Tension headaches and muscle tension: is there a role for magnesium? Med Hypotheses. 2001 Dec;57(6):705-13. doi: 10.1054/mehy.2001.1439. PMID: 11918431.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Noonan TJ, Garrett WE Jr. Muscle strain injury: diagnosis and treatment. J Am Acad Orthop Surg. 1999 Jul-Aug;7(4):262-9. doi: 10.5435/00124635-199907000-00006. PMID: 10434080.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Startzman AN, Fowler O, Carreira D. Proximal Hamstring Tendinosis and Partial Ruptures. Orthopedics. 2017 Jul 1;40(4):e574-e582. doi: 10.3928/01477447-20170208-05. Epub 2017 Feb 14. PMID: 28195608.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
de Carvalho M, Kiernan MC, Swash M. Fasciculation in amyotrophic lateral sclerosis: origin and pathophysiological relevance. J Neurol Neurosurg Psychiatry. 2017 Sep;88(9):773-779. doi: 10.1136/jnnp-2017-315574. Epub 2017 May 10. PMID: 28490504.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Witvrouw E, Mahieu N, Danneels L, McNair P. Stretching and injury prevention: an obscure relationship. Sports Med. 2004;34(7):443-9. doi: 10.2165/00007256-200434070-00003. PMID: 15233597.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Riley DA, Van Dyke JM. The effects of active and passive stretching on muscle length. Phys Med Rehabil Clin N Am. 2012 Feb;23(1):51-7, x. doi: 10.1016/j.pmr.2011.11.006. Epub 2011 Dec 3. PMID: 22239873.
Vai alla fonte
Recensioni