Ultimo aggiornamento: 08/10/2021

Come scegliamo

7Prodotto analizzati

21Ore impiegate

6Studi valutati

30Commenti raccolti

Il metabolismo lento (basso metabolismo basale) non è un mito. Con un metabolismo basale basso, è più comune avere difficoltà a perdere peso (1) e soffrire di malattie metaboliche e ormonali.

Il metabolismo è legato al dispendio energetico di un individuo, e la quantità di energia spesa può definire se una persona ha un metabolismo lento o veloce.

L’assunzione di energia e il dispendio energetico sono la causa principale delle difficoltà nella perdita di peso.

Molte teorie affermano che la genetica è un grande fattore nel tipo di metabolismo di un individuo, ma può anche apparire dopo aver sofferto o passato malattie ormonali e/o metaboliche.




Sommario

  • Il metabolismo lento è molto complesso e molto diverso dal metabolismo veloce. Diamo un’occhiata alle sue diverse cause e sintomi.
  • Abbiamo portato alla luce tutti i miti del metabolismo lento, con le domande più frequenti su di esso. Ci siamo anche avvicinati il più possibile alla verità con lo studio approfondito di questo tipo di metabolismo.
  • Ci sono rimedi che possono ridurre gli effetti negativi del metabolismo lento, i più rilevanti secondo la nostra ricerca.

Tutto quello che dovresti sapere sul metabolismo lento

Dopo diverse indagini sul metabolismo lento e avendo incontrato diverse contraddizioni, abbiamo raccolto i dubbi più frequenti su questo caso. Inoltre, abbiamo cercato di scavare a fondo negli articoli di ricerca per avvicinarci il più possibile alla verità.

Non ci sono studi che indicano che accelerare il metabolismo acceleri il processo di perdita di peso, ma può essere utile. (Fonte: Ella Olsson:1640777/ pexels)

1. Cos’è il metabolismo lento e come funziona?

Il metabolismo lento, o metabolismo efficiente, richiede poca energia per funzionare. Il metabolismo in generale è un insieme di processi chimici che avvengono nelle cellule del corpo che convertono il cibo in energia. Quell’energia ci aiuterà in tutte le attività, che sia respirare o pensare (4).

In questo tipo di metabolismo viene immagazzinata molta energia, dato che il tuo corpo ha bisogno di molto poco per funzionare. Questa energia in eccesso viene in parte convertita in calore e in parte immagazzinata nel tessuto adiposo (grasso corporeo) (5).

2. Quali sono i sintomi del metabolismo lento?

Il sintomo più importante è il seguente: se hai la stessa altezza, lo stesso peso e mangi lo stesso cibo, puoi mettere su più peso degli altri.

Questa teoria è stata verificata da un team di ricerca guidato dal dottor Filip Swirski della Harvard Medical School. Hanno studiato la relazione tra il sistema immunitario e il metabolismo (6).

Hanno testato questo con i topi e hanno scoperto che quelli a cui mancava una proteina chiamata β7 integrina avevano un metabolismo insolitamente alto. Questa proteina dirige le cellule immunitarie verso l’intestino.

Questo ha dimostrato che i topi privi di questa proteina possono mangiare molto più cibo dei topi che ce l’hanno senza aumentare di peso, nonostante attività simili (6).

Un altro sintomo notevole del metabolismo lento è la bassa energia. Il dispendio energetico del corpo con un metabolismo lento è inferiore al normale, poiché il surplus di energia viene convertito in calore e immagazzinato nel tessuto adiposo (grasso corporeo).

Così, il livello di grasso corporeo aumenta rapidamente. (5).

Il metabolismo lento non ha bisogno di molta energia per funzionare.

3. Qual è la differenza tra il metabolismo lento e quello veloce?

Con diverse ricerche siamo stati in grado di creare una tabella di confronto in cui spiegheremo le differenze tra un metabolismo lento e un metabolismo veloce:

Metabolismo lento Metabolismo rapido
Possibile anomalia ormonale Ormoni equilibrati
Ha bisogno di pochissima energia per funzionare Ha bisogno di troppa energia per funzionare
Non brucia i grassi così velocemente Brucia il grasso corporeo rapidamente
Aumenta facilmente la temperatura corporea Ci vuole più tempo per aumentare la temperatura corporea
Un buon tratto di sopravvivenza Non un ottimo tratto di sopravvivenza

4. Quali sono le cause di un metabolismo lento?

Le cause di un metabolismo lento o veloce sono gli ormoni leptina e adiponectina, entrambi sono ormoni guidati dal tessuto adiposo, o grasso del corpo

  • Leptina: regola l’assunzione di cibo, l’equilibrio energetico e il peso corporeo (7). È anche responsabile della comunicazione dello stato nutrizionale del corpo al sistema nervoso centrale, in modo che non finiamo nella fame (8). La leptina è modulata dal regime orario luce/buio, dall’assunzione e dalle ore di sonno. Così, quando i livelli di leptina scendono, compare la fame e il metabolismo diminuisce per risparmiare energia, e viceversa.
  • Adiponectina: abbassa i livelli di glucosio nel sangue senza aumentare la secrezione di insulina. Controlla anche il fegato, i vasi sanguigni e il muscolo (9) e ha proprietà antinfiammatorie (10).

In definitiva, quando la leptina e l’adiponectina ricevono troppo cibo, un cambiamento ormonale o altri fattori, possono verificarsi disturbi nel funzionamento metabolico. È così che il metabolismo può rallentare.

I ricercatori guidati dal dottor Filip Swirski, hanno scoperto che la cellula immunitaria β7 integrina aiuta a guidare l’intestino. (Fonte: Karolina Grabowska: 4040576/ pexels)

5. Il metabolismo lento fa ingrassare?

I processi metabolici nel tessuto adiposo (grasso corporeo), come altrove nel corpo, sono regolati da azioni ormonali ed enzimatiche.

Tra questi, l’ormone leptina, come menzionato sopra, è principalmente responsabile di informare il cervello dei cambiamenti sia nel bilancio energetico che nella quantità di carburante immagazzinato come grasso corporeo (5).

Oltre alla leptina, ci sono malattie che possono interrompere il metabolismo. Il più noto è l’ipertiroidismo, che aumenta il contenuto di acidi grassi e glicerolo nel sangue.

Ma ci sono anche altre malattie che possono interferire con l’alimentazione, come il cancro, l’ischemia intestinale, l’insufficienza cardiaca, respiratoria, renale o epatica cronica (12).

È anche vero che molti individui possono avere una propensione genetica a mettere su peso, tuttavia lo stile di vita gioca un ruolo fondamentale (epigenetica), capace di innescare condizioni patologiche associate all’aumento di peso (5).

6. Soffrendo di un metabolismo lento, è necessario seguire una dieta specifica?

Molti esperti hanno scoperto che cambiare il metabolismo da lento a veloce può essere molto favorevole quando si tratta di perdere peso. Per cambiare il tuo metabolismo, devi prima cambiare il tuo comportamento con la leptina e per questo deve esserci un equilibrio ormonale nel tuo corpo.

Perché una dieta funzioni, non dovresti mai avere fame.

Di conseguenza, Scott Isaacs, un endocrinologo certificato ed esperto di perdita di peso, ha preparato per noi una lista per attivare la leptina (leptin-boosting diet) (5)

  • 3 pasti principali e 3 spuntini al giorno.
  • Mangia almeno 5 verdure e 5 frutti al giorno.
  • Bevi almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno.
  • L’esercizio fisico, che sia la palestra o portare a spasso il cane, il diserbo, qualsiasi tipo di movimento fa bene.
  • Cerca di incoraggiare un amico o l’intera famiglia a partecipare, per rendere il processo più leggero.
  • Riduci lo stress.
  • Follow-up da parte del tuo medico di base.
Per raggiungere la perdita di peso, un paziente deve creare un deficit calorico attraverso la modifica della dieta (cioè la restrizione calorica), l’attività fisica o una combinazione dei due (1).

Rimedi per ridurre gli effetti negativi del metabolismo lento

Non esiste un unico rimedio per migliorare la situazione medica di avere un metabolismo lento, ci sono migliaia di articoli di ricerca e molti miti. Diamo un’occhiata ai tre rimedi che abbiamo trovato essere i più influenti per questo tipo di metabolismo e come ridurne gli effetti negativi.

1. Dieta

Non è facile perdere peso, figuriamoci mantenerlo. Pertanto, è essenziale conoscere il quadro meccanicistico completo della regolazione dell’appetito e del metabolismo energetico per stabilire un metodo efficace e sicuro per perdere peso (13).

L’ipotalamo è un centro di regolazione del metabolismo energetico e dell’assunzione di cibo (13).

Gli esperti raccomandano di fare diete specifiche per il tuo metabolismo, come la dieta che aumenta la leptina, e di contattare il tuo nutrizionista. Molti blog parlano dell’importanza del tè verde, della caffeina e del peperoncino nella loro dieta, per perdere peso velocemente.

Tuttavia, gli studi in Advances in Nutrition dicono che questi dati sono inconcludenti. Questi alimenti possono dare una piccola spinta al tuo metabolismo, ma non abbastanza per fare la differenza nel tuo peso corporeo (14).

In conclusione, non ci sono studi che indicano che accelerare il metabolismo acceleri il processo di perdita di peso, ma può essere favorevole. Non ci sono nemmeno alimenti specifici che aiutano ad accelerare il metabolismo.

Ma possiamo essere sicuri che, per perdere peso con un metabolismo lento, devi combinare un esercizio coerente con una buona dieta generale (5).

L’ormone leptina è la causa principale che informa il cervello dei cambiamenti sia nel bilancio energetico che nella quantità di carburante immagazzinato come grasso corporeo. (Fonte: Andres Ayrton: 6551427/ pexels)

2. Integratori

I ricercatori guidati dal dottor Filip Swirski hanno scoperto che l’integrina β7 delle cellule immunitarie aiuta a guidare l’intestino (IEL). Queste cellule guidano gli effetti dell’integrina β7 sul metabolismo (6).

In altre parole, un tipo di cellula immunitaria che si trova nell’intestino rallenta il metabolismo e aumenta il rischio di diabete e malattie cardiache.

Dopo una stimolazione eccessiva, come può accadere durante una sfida di malattia, le uscite del sistema immunitario influenzano: percorsi omeostatici che regolano il metabolismo, la distribuzione dei nutrienti, il comportamento, la termoregolazione e l’attività ipotalamo-ipofisi-adrenocorticale (15).

3. Controllo ormonale

Infine, secondo Sergio Hernández-Jiménez, l’ipotalamo esercita il controllo su appetito, sazietà e termogenesi. Uno dei fattori più importanti in questo processo sono gli ormoni (leptina, glucosio nel sangue) (16). I più influenti nel metabolismo lento possono essere i seguenti

  • Ormone leptina: come già detto, la leptina è uno degli ormoni più importanti nel metabolismo e gioca un ruolo essenziale nella perdita di peso.
  • Ormone della crescita: La carenza di questo ormone può essere una delle cause dell’obesità negli individui (16). È coinvolto nella massa grassa, nella composizione corporea e nella distribuzione del grasso, poiché ha un forte effetto su: metabolismo energetico, lipolitico e risparmio energetico (17).
  • Ormone tiroideo: La malattia della carenza di ormone tiroideo è l’ipotiroidismo: può causare un metabolismo lento, sonnolenza costante, stanchezza eccessiva e spesso problemi di obesità. Inoltre, ci possono essere cambiamenti nel comportamento come: bassi livelli di prestazioni della memoria, depressione e mania (18). Al contrario, un consumo eccessivo di questo ormone è l’ipertiroidismo: causa intolleranza al calore e perdita di peso. Entrambi influenzano il metabolismo e il sistema cardiovascolare (19).
La carenza di B12 può causare anemia megaloblastica e degenerazione subacuta combinata (11).

Conclusione

Per concludere, avere un metabolismo lento o veloce può influenzare diversi aspetti della salute. Tuttavia, ogni corpo umano è diverso con le proprie esigenze.

Per andare sul sicuro, un controllo medico può aiutare a rimuovere qualsiasi dubbio che tu possa avere sulla tua salute e un buon nutrizionista può aiutarti a raggiungere il tuo peso ideale.

Si può dire che il metabolismo lento non è un mito e ci sono persone che, purtroppo, devono lavorare di più per essere al loro peso ideale.

Tuttavia, ci sono migliaia di studi, articoli di nutrizionisti e specialisti che possono facilitare questo percorso verso il successo.

(Fonte dell’immagine: hedgehog: 117102233/ 123rf)

Riferimenti (19)

1. Iwamoto SJ, Cornier MA. Help, My Metabolism Is Low!. InManagement of Patients with Pseudo-Endocrine Disorders 2019 (pp. 77-89). Springer, Cham; [2021].
Fonte

2. Matarese G, La Cava A. The intricate interface between immune system and metabolism. Trends in immunology. 2004 Apr 1;25(4):193-200; [2021].
Fonte

3. Portillo LL, Campos MG, Barrios EM, Bustamante RC, Rivera NM, Mayans JR. La dieta vegetariana en los niños. Ventajas, desventajas y recomendaciones dietéticas. Acta Pediátrica de México. 2006;27(4):205-12; [2021].
Fonte

4. Hirsch L, editor. Metabolismo (para Adolescentes) - Nemours Kidshealth [Internet]. KidsHealth. The Nemours Foundation; [2021]
Fonte

5. Isaacs S. The Leptin Boost Diet: unleash your fat-controlling hormones for maximum weight loss. Ulysses Press; 2006 Dec 21; [2021].
Fonte

6. D HWPH. Immune cells in the gut slow metabolism [Internet]. National Institutes of Health. U.S. Department of Health and Human Services; 2019; [2021].
Fonte

7. Bjorbæk C, Kahn BB. Leptin signaling in the central nervous system and the periphery. Recent progress in hormone research. 2004 Jan 1;59:305-32; [2021]
Fonte

8. Simón E, Del Barrio AS. Leptina y obesidad. InAnales del sistema sanitario de Navarra 2002 (Vol. 25, pp. 53-64); [2021].
Fonte

9. Reyes CA. Adiponectina: el tejido adiposo más allá de la reserva inerte de energía. Revista de Endocrinología y Nutrición. 2007;15(3):149-55; [2021].
Fonte

10. Liu M, Liu F. Regulation of adiponectin multimerization, signaling and function. Best practice & research Clinical endocrinology & metabolism. 2014 Jan 1;28(1):25-31; [2021].
Fonte

11. Immermman AM. La vitamina B12 y la dieta vegetariana. Natura Medicatrix: Revista médica para el estudio y difusión de las medicinas alternativas. 1984(5):9-15; [2021].
Fonte

12. Luis Román DA, editor. Manual de nutrición y metabolismo. Ediciones Díaz de Santos; 2006; [2021].
Fonte

13. Ueno H, Nakazato M. Mechanistic relationship between the vagal afferent pathway, central nervous system and peripheral organs in appetite regulation. Journal of diabetes investigation. 2016 Nov;7(6):812-8; [2021].
Fonte

14. Hodgson AB, Randell RK, Jeukendrup AE. The effect of green tea extract on fat oxidation at rest and during exercise: evidence of efficacy and proposed mechanisms. Advances in nutrition. 2013 Mar;4(2):129-40; [2021].
Fonte

15. Colditz IG. Effects of the immune system on metabolism: Implications for production and disease resistance in livestock [Internet]. Livestock Production Science. Elsevier; 2002; [2021].
Fonte

16. Hernández-Jiménez S. Fisiopatología de la obesidad. Gaceta médica de México. 2004;140(S2):27-32; [2021].
Fonte

17. Molero-Conejo E, Morales LM, Fernández V, Raleigh X, Casanova A, Connell L, Gómez ME, Ryder E, Campos G. Insulina, leptina y hormona de crecimiento y su relación con índice de masa corporal e índice de obesidad en adolescentes. Archivos latinoamericanos de nutricion. 2006 Mar;56(1):29-35; [2021].
Fonte

18. Van Boxtel MP, Menheere PP, Bekers O, Hogervorst E, Jolles J. Thyroid function, depressed mood, and cognitive performance in older individuals: the Maastricht Aging Study. Psychoneuroendocrinology. 2004 Aug 1;29(7):891-8; [2021].
Fonte

19. García MT. Función tiroidea de ratones obesos y delgados de Neotomodon alstoni y su relación con los patrones de motilidad a distintas temperaturas; [2021].
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Libro de medicina
Iwamoto SJ, Cornier MA. Help, My Metabolism Is Low!. InManagement of Patients with Pseudo-Endocrine Disorders 2019 (pp. 77-89). Springer, Cham; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de investigación
Matarese G, La Cava A. The intricate interface between immune system and metabolism. Trends in immunology. 2004 Apr 1;25(4):193-200; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de revisión
Portillo LL, Campos MG, Barrios EM, Bustamante RC, Rivera NM, Mayans JR. La dieta vegetariana en los niños. Ventajas, desventajas y recomendaciones dietéticas. Acta Pediátrica de México. 2006;27(4):205-12; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de investigación
Hirsch L, editor. Metabolismo (para Adolescentes) - Nemours Kidshealth [Internet]. KidsHealth. The Nemours Foundation; [2021]
Vai alla fonte
Libro de investigación
Isaacs S. The Leptin Boost Diet: unleash your fat-controlling hormones for maximum weight loss. Ulysses Press; 2006 Dec 21; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de investigación
D HWPH. Immune cells in the gut slow metabolism [Internet]. National Institutes of Health. U.S. Department of Health and Human Services; 2019; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de investigación
Bjorbæk C, Kahn BB. Leptin signaling in the central nervous system and the periphery. Recent progress in hormone research. 2004 Jan 1;59:305-32; [2021]
Vai alla fonte
Artículo de investigación
Simón E, Del Barrio AS. Leptina y obesidad. InAnales del sistema sanitario de Navarra 2002 (Vol. 25, pp. 53-64); [2021].
Vai alla fonte
Artículo de investigación
Reyes CA. Adiponectina: el tejido adiposo más allá de la reserva inerte de energía. Revista de Endocrinología y Nutrición. 2007;15(3):149-55; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de investigación
Liu M, Liu F. Regulation of adiponectin multimerization, signaling and function. Best practice & research Clinical endocrinology & metabolism. 2014 Jan 1;28(1):25-31; [2021].
Vai alla fonte
Revisión crítica
Immermman AM. La vitamina B12 y la dieta vegetariana. Natura Medicatrix: Revista médica para el estudio y difusión de las medicinas alternativas. 1984(5):9-15; [2021].
Vai alla fonte
Manual de investigación
Luis Román DA, editor. Manual de nutrición y metabolismo. Ediciones Díaz de Santos; 2006; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de revisión
Ueno H, Nakazato M. Mechanistic relationship between the vagal afferent pathway, central nervous system and peripheral organs in appetite regulation. Journal of diabetes investigation. 2016 Nov;7(6):812-8; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de investigación
Hodgson AB, Randell RK, Jeukendrup AE. The effect of green tea extract on fat oxidation at rest and during exercise: evidence of efficacy and proposed mechanisms. Advances in nutrition. 2013 Mar;4(2):129-40; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de investigación
Colditz IG. Effects of the immune system on metabolism: Implications for production and disease resistance in livestock [Internet]. Livestock Production Science. Elsevier; 2002; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de investigación
Hernández-Jiménez S. Fisiopatología de la obesidad. Gaceta médica de México. 2004;140(S2):27-32; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de investigación
Molero-Conejo E, Morales LM, Fernández V, Raleigh X, Casanova A, Connell L, Gómez ME, Ryder E, Campos G. Insulina, leptina y hormona de crecimiento y su relación con índice de masa corporal e índice de obesidad en adolescentes. Archivos latinoamericanos de nutricion. 2006 Mar;56(1):29-35; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de investigación
Van Boxtel MP, Menheere PP, Bekers O, Hogervorst E, Jolles J. Thyroid function, depressed mood, and cognitive performance in older individuals: the Maastricht Aging Study. Psychoneuroendocrinology. 2004 Aug 1;29(7):891-8; [2021].
Vai alla fonte
Artículo de investigación
García MT. Función tiroidea de ratones obesos y delgados de Neotomodon alstoni y su relación con los patrones de motilidad a distintas temperaturas; [2021].
Vai alla fonte
Recensioni