Ultimo aggiornamento: 05/10/2021

Un sonno tranquillo e riposante può avere un grande impatto su una sana condizione mentale e fisica del corpo umano. È una priorità per sempre più persone poiché occupa gran parte del nostro tempo. Dopo tutto, gli esperti raccomandano una durata del sonno di almeno 7 ore, che rappresenta circa un terzo dell’intera giornata (4).

È quindi ancora più fastidioso quando ci sono problemi a prendere sonno. Questo problema accompagna le persone da un po’ di tempo e non è un fenomeno nuovo. Uno dei motivi principali per cui è difficile addormentarsi è che le persone hanno problemi ad addormentarsi.




Sommario

  • Una difficoltà ad addormentarsi può avere una varietà di cause diverse. Fondamentalmente, si può fare una distinzione tra cause ormonali, organiche e altre. Le cause più comuni sono lo stress e la depressione.
  • Le donne e le persone con una psiche instabile sono particolarmente suscettibili all’insonnia. La ragione è l’alterazione dell’equilibrio ormonale o l’uso di farmaci (1).
  • Il trattamento dell’insonnia funziona in molti modi diversi. La riduzione dello stress, una visita al medico o l’uso di medicine a base di erbe sono possibilità di trattamento adeguate.

Definizione: cos’è un disturbo del sonno?

La difficoltà ad addormentarsi è caratterizzata principalmente dalla sensazione che sia difficile addormentarsi. Di norma, le persone colpite sperimentano poi stanchezza durante il giorno o disturbi legati a problemi muscolari, aumento dello stress psicologico o altri dolori.

I disturbi del sonno a breve termine sono normali in situazioni di stress come la malattia.

Tuttavia, un disturbo nell’addormentarsi per un periodo di più di 4 settimane è un grave problema di salute. In generale, i disturbi dell’addormentamento sono considerati diffusi nella popolazione, tanto che circa il 15% della popolazione è considerata affetta(3).

Per entrare più nel dettaglio dei meccanismi nel corpo, si può dire che c’è un rilascio dell’ormone melatonina prima del sonno. Questo ormone assicura che il corpo sia preparato per il sonno abbassando la temperatura corporea e la pressione sanguigna.

Prima di addormentarsi, il corpo organizza i processi che idealmente ci mettono a dormire. Questa fase di solito dura dai 5 ai 30 minuti(5). Nel caso di un disturbo dell’addormentamento, tuttavia, questo tempo può essere molto più lungo, così che la persona colpita dorme e si riposa meno. Questo può avere conseguenze immense sulla loro salute.

Background: Cosa dovresti sapere sull’insonnia

L’insonnia causa incertezza per molte persone sulle cause e sulle conseguenze per il corpo. In definitiva, una difficoltà ad addormentarsi è un grave problema di salute per l’organismo umano e la sua psiche. Di seguito ti forniremo quindi le risposte alle domande più rilevanti riguardanti la difficoltà ad addormentarsi.

Quali sono le possibili cause dell’insonnia?

Ci sono molte condizioni diverse che possono portare alla difficoltà di addormentarsi. Bisogna fare una distinzione di base tra le cause ormonali/organiche e le altre cause.

Le cause ormonali/organiche includono i disturbi del sonno che sono innescati da malattie delle ghiandole surrenali, della tiroide o della ghiandola pituitaria, per esempio.

La malattia scatena un equilibrio ormonale disturbato(6). Di conseguenza, gli ormoni importanti per il sonno vengono rilasciati solo in misura limitata. L’equilibrio ormonale può anche essere alterato dalla gravidanza o dalla menopausa.

Einschlafstörung

Fondamentalmente, non esiste una causa universale per i disturbi del sonno. Le cause possono essere divise in diversi fattori (Fonte della foto: Claudio_Scott/ Pixabay)

Le altre cause includono l’uso di alcol o farmaci. Anche lo stress o gli orari di lavoro irregolari possono essere motivi di difficoltà ad addormentarsi. Oltre alle condizioni già menzionate, anche la depressione può essere una delle cause dell’insonnia.

Tuttavia, questo è principalmente dovuto al fatto che i farmaci presi per la depressione provocano la difficoltà di addormentarsi e rendono più probabile(7).

A quale tipo di disturbo del sonno appartiene l’insonnia?

In generale, si può dire che i disturbi del sonno si dividono in diversi tipi. Esistono fenomeni come la dipendenza dal sonno, la narcolessia, il disturbo del ritmo sonno-veglia e altre forme particolari. Si può quindi identificare un’enorme varietà di disturbi del sonno.

Tuttavia, il disturbo del sonno può essere classificato come insonnia. Il disturbo del sonno dell’insonnia è chiamato anche insonnia ed è caratterizzato principalmente da problemi ad addormentarsi e a rimanere addormentati così come a svegliarsi prima che suoni la sveglia.

Un disturbo del sonno di questo tipo è spesso innescato da un equilibrio ormonale disturbato o da un consumo eccessivo di caffè o di droga. Tuttavia, anche cause comuni come la depressione o lo stress possono scatenare l’insonnia(2).

Se non si trova una causa per l’insonnia, ci si riferisce spesso all’insonnia primaria. Questo termine è usato per l’insonnia senza una malattia organica o psichiatrica.

Quali medici possono aiutarmi con l’insonnia?

Se hai problemi ad addormentarti, dovresti prima consultare il tuo medico di famiglia. Se necessario, lui o lei può mandarti da un altro medico specializzato, come un neurologo. Lì, ulteriori esami possono portare al risultato desiderato.

Einschlafstörung

Un esame dettagliato da parte di un medico di solito ti fornirà chiarezza sui tuoi sintomi percepiti. (Fonte immagine: RC-respect/ Pixabay)

Di regola, la prima cosa che il medico farà è determinare la causa del disturbo del sonno. Ti farà domande sulle tue circostanze di vita e sui sintomi percepiti per determinare le ragioni del tuo comportamento nel sonno. Tenere un registro del sonno che hai annotato può aiutare il medico nelle sue indagini.

Quali persone sono particolarmente colpite dall’insonnia?

Una difficoltà ad addormentarsi è principalmente provocata da un equilibrio ormonale disordinato o dall’assunzione di farmaci, droghe o stress. L’aspetto ormonale rende le donne particolarmente suscettibili ai disturbi del sonno.

La gravidanza rende una donna particolarmente suscettibile ai disturbi del sonno.

Una ragione per questo è che solo le donne sono in grado di rimanere incinte. All’inizio della gravidanza, le future mamme spesso si preoccupano molto del buon esito della nascita del loro bambino. I cambiamenti ormonali e il nuovo stress portano spesso a difficoltà nell’addormentarsi.

Anche più avanti nella gravidanza, le donne trovano difficile trovare una posizione comoda e conveniente per dormire. I calci del nascituro e l’aumento della pressione sulla vescica portano anche a condizioni poco tranquille per il sonno(8).

Oltre alla gravidanza,la menopausadi una donna può anche renderla più incline ad avere problemi ad addormentarsi. Anche in questo caso, lo squilibrio nell’equilibrio ormonale è responsabile. Le vampate di calore così come l’aumento dello stress e degli stati d’animo depressivi rendono più difficile prendere sonno. Le donne incinte e le donne che attraversano la menopausa sono quindi essenzialmente colpite dalla difficoltà di addormentarsi.

Tuttavia, si possono anche applicare condizioni che rendono entrambi i sessi suscettibili ai disturbi del sonno. Questi includono, per esempio, persone mentalmente instabili o con problemi con un passato stressante o simili. Queste persone sono spesso dipendenti dall’assunzione di farmaci. Questi rendono difficile addormentarsi e, se presi regolarmente, possono portare all’insonnia.

Che influenza può avere Corona sull’insonnia?

Il virus COVID-19 ha portato molti cambiamenti nella nostra vita quotidiana con la sua diffusione in tutto il mondo. Le misure prese dal governo federale per contenere il virus hanno avuto un impatto immenso sulle nostre vite e su molti mezzi di sussistenza. Non è quindi una sorpresa che anche il nostro sonno soffra per le precauzioni prese.

Dallo scoppio del virus e dall’attuazione delle misure, molte persone sono preoccupate per il loro sostentamento e la loro salute. Una situazione lavorativa cambiata o un contagio in famiglia danno una buona ragione per queste preoccupazioni.

Le incertezze generate sono spesso legate allo stress e all’ansia. Queste possono avere un effetto negativo sulla psiche della persona e causare depressione. Fondamentalmente, quindi, la crisi di corona può anche essere un fattore scatenante, o almeno un amplificatore, per le difficoltà già esistenti nell’addormentarsi(9).

Insonnia: I migliori consigli e trucchi per addormentarsi velocemente e serenamente

Una difficoltà ad addormentarsi è solitamente percepita come sgradevole e dirompente per il proprio riposo. L’eliminazione di questo problema è quindi nel grande interesse delle persone coinvolte. Di seguito ti forniremo quindi i migliori consigli e trucchi per un modo rapido e piacevole di dormire.

Igiene del sonno migliorata

Un’igiene del sonno migliorata può avere un’immensa influenza sul successo dell’addormentamento. Questo include, per esempio, un ritmo di sonno regolare e continuo senza eccezioni nel fine settimana. Evitare i pasti serali e l’uso di alcol o nicotina sono anche fattori importanti per una sana igiene del sonno.

Farmaci a base di erbe

I farmaci per i disturbi del sonno dovrebbero essere presi solo in consultazione con un medico. I rimedi a base di erbe come la valeriana o il luppolo possono aiutare a lungo termine a combattere una causa organica per la difficoltà ad addormentarsi.

Lemedicine prescritte dovrebbero essere prese solo con il consenso delmedico.

Le medicine prescritte come gli ipnotici dovrebbero essere prese solo per i sintomi acuti per un breve periodo di tempo. Altrimenti si può sviluppare una dipendenza che peggiora la difficoltà ad addormentarsi.

Fai abbastanza esercizio

Se fai abbastanza esercizio durante il giorno, puoi goderti il tuo riposo e un sonno tranquillo la sera. Durante Corona, tutte le palestre sono chiuse, quindi oltre al jogging, l’esercizio fisico è possibile solo da casa.

Un piano sportivo adattato alla situazione potrebbe aiutare a raggiungere una maggiore stanchezza alla fine della giornata. Questo potrebbe assomigliare a questo:

Giorno della settimana Gruppo muscolare Esercizi
Lunedì Addominali e vita Jackknives, sit-up, plank laterali
Martedì Gambe e glutei Squat, squat, ponte
Mercoledì Petto Flessioni, salti
[Giovedì bicipiti/tricipiti e dorsali riccioli di manubrio, dip, pull-up
Venerdì Resistenza/Condizionamento Jogging

Quando si esegue il piano, sono sufficienti sessioni di allenamento di 10 minuti. Tutto ciò di cui hanno bisogno per gli esercizi è il proprio peso corporeo e due manubri.

Tutto sommato, si può dire che oltre alla riduzione dello stress durante l’esercizio, il movimento porta anche ad un utilizzo del proprio corpo. La stanchezza alla fine della giornata può quindi idealmente portare ad addormentarsi rapidamente senza alcuna difficoltà nell’addormentarsi.

Ammetti la malattia e consulta un medico

Se hai problemi psicologici, è consigliabile consultare un medico. Uno psicologo può usare i tuoi sintomi o i modelli di sonno, per esempio, per identificare diagnosi e cause che non avevi nemmeno considerato. Non vergognarti di andare dal medico se sospetti una malattia mentale. La visita può solo aiutarti alla fine.

Riduci lo stress

Lo stress e le relative fasi di pressione sono cause frequenti di difficoltà ad addormentarsi. In questi momenti è quindi particolarmente importante spegnere e permettere al tuo corpo e alla tua mente di riposare.

Questo include la capacità di cancellare attività e obblighi che richiedono tempo per concentrarsi su se stessi e sulla propria salute. Tecniche come lo yoga o la meditazione sono modi popolari per prendersi del tempo e alleviare lo stress accumulato(10).

Conclusione

La difficoltà ad addormentarsi è un fenomeno spiacevole e fastidioso. Una varietà di cause possono esserne responsabili. Tuttavia, il trattamento dell’insonnia non dovrebbe mai essere considerato impossibile. Anche metodi semplici come una migliore igiene del sonno possono rendere più facile addormentarsi.

In conclusione, si può quindi dire che una difficoltà ad addormentarsi è effettivamente diffusa e non è una rarità, soprattutto durante il periodo di Corona. Tuttavia, tutti i mezzi disponibili dovrebbero essere utilizzati per assicurare un sonno sano e riposante. La salute e il sonno del nostro corpo è in definitiva nell’interesse di tutti noi.

Fonte immagine: Popov/ 123rf

Riferimenti (10)

1. Meng, H., Ch. A. Joël, P. Parin und F. G. Sulman (1960): Psyche und Hormon. Bern und Stuttgart
Fonte

2. H. F. Becker · J. Ficker · I. Fietze · P. Geisler · S. Happe · M. Hornyak · S. Kotterba · M. Orth · T. Podszus · F. Raschke · W. Randerath · K.-H. Rühle · K. Stiasny-Kolster · B. Walther · A. Wiater (2009): S3 Leitlinie Nicht erholsamer Schlaf / Schlafstörungen, Volume 13, Supplement 1
Fonte

3. R. Schlack, U. Hapke, U. Maske, M. Busch & S. Cohrs (2013): Häufigkeit und Verteilung von Schlafproblemen und Insomnie in der deutschen Erwachsenenbevölkerung, Bundesgesundheitsblatt - Gesundheitsforschung - Gesundheitsschutz
Fonte

4. Heitmann, J., Cassel, W., Ploch, T., Canisius, S., Kesper, K., & Apelt, S. (2011). Messung von Schlafdauer und Schlafqualität. Bundesgesundheitsblatt, Gesundheitsforschung, Gesundheitsschutz, 54(12), 1276–1283.
Fonte

5. Gieselmann, A., de Jong-Meyer, R., & Pietrowsky, R. (2012). Kognitive und körperliche Erregung in der Phase vor dem Einschlafen: Die deutsche Version der Pre-Sleep Arousal Scale (PSAS). Zeitschrift fur klinische Psychologie und Psychotherapie (Gottingen, Germany), 41(2), 73–80.
Fonte

6. Kleine, B., & Rossmanith, W. (2021). Hormone und Hormonsystem - Lehrbuch der Endokrinologie. Berlin, Heidelberg: Springer Berlin Heidelberg.
Fonte

7. Cipriani, A., Furukawa, T. A., Salanti, G., Chaimani, A., Atkinson, L. Z., Ogawa, Y., … Geddes, J. R. (2018). Comparative efficacy and acceptability of 21 antidepressant drugs for the acute treatment of adults with major depressive disorder: a systematic review and network meta-analysis. Lancet, 391(10128), 1357–1366
Fonte

8. Schäfer, T., & Schläfke, M. E. (2016). Atmung und Schlaf bei Mutter und Fetus in der Schwangerschaft. Atemwegs- Und Lungenkrankheiten, 42(11), 542–545.
Fonte

9. Hecht, K. (2020): Gesundheitsschädigende Nebenwirkungen des staatlich verordneten Corona-Lockdowns Ärztliche Folgeabschätzung der langzeitigen Ausgangssperre, Ausländisches Mitglied der russischen Akademie der Wissenschaften Ehrenpräsident der World Organisation for Scientific Cooperation (WOSCO)
Fonte

10. Heinrichs, M., Stächele, T., & Domes, G. (2015). Stress und Stressbewältigung, Hogrefe Verlag, 2015 - 114 Seiten
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Studie
Meng, H., Ch. A. Joël, P. Parin und F. G. Sulman (1960): Psyche und Hormon. Bern und Stuttgart
Vai alla fonte
Studie
H. F. Becker · J. Ficker · I. Fietze · P. Geisler · S. Happe · M. Hornyak · S. Kotterba · M. Orth · T. Podszus · F. Raschke · W. Randerath · K.-H. Rühle · K. Stiasny-Kolster · B. Walther · A. Wiater (2009): S3 Leitlinie Nicht erholsamer Schlaf / Schlafstörungen, Volume 13, Supplement 1
Vai alla fonte
Studie
R. Schlack, U. Hapke, U. Maske, M. Busch & S. Cohrs (2013): Häufigkeit und Verteilung von Schlafproblemen und Insomnie in der deutschen Erwachsenenbevölkerung, Bundesgesundheitsblatt - Gesundheitsforschung - Gesundheitsschutz
Vai alla fonte
Studie
Heitmann, J., Cassel, W., Ploch, T., Canisius, S., Kesper, K., & Apelt, S. (2011). Messung von Schlafdauer und Schlafqualität. Bundesgesundheitsblatt, Gesundheitsforschung, Gesundheitsschutz, 54(12), 1276–1283.
Vai alla fonte
Studie/Artikel
Gieselmann, A., de Jong-Meyer, R., & Pietrowsky, R. (2012). Kognitive und körperliche Erregung in der Phase vor dem Einschlafen: Die deutsche Version der Pre-Sleep Arousal Scale (PSAS). Zeitschrift fur klinische Psychologie und Psychotherapie (Gottingen, Germany), 41(2), 73–80.
Vai alla fonte
Buch
Kleine, B., & Rossmanith, W. (2021). Hormone und Hormonsystem - Lehrbuch der Endokrinologie. Berlin, Heidelberg: Springer Berlin Heidelberg.
Vai alla fonte
Studie
Cipriani, A., Furukawa, T. A., Salanti, G., Chaimani, A., Atkinson, L. Z., Ogawa, Y., … Geddes, J. R. (2018). Comparative efficacy and acceptability of 21 antidepressant drugs for the acute treatment of adults with major depressive disorder: a systematic review and network meta-analysis. Lancet, 391(10128), 1357–1366
Vai alla fonte
Studie
Schäfer, T., & Schläfke, M. E. (2016). Atmung und Schlaf bei Mutter und Fetus in der Schwangerschaft. Atemwegs- Und Lungenkrankheiten, 42(11), 542–545.
Vai alla fonte
Studie
Hecht, K. (2020): Gesundheitsschädigende Nebenwirkungen des staatlich verordneten Corona-Lockdowns Ärztliche Folgeabschätzung der langzeitigen Ausgangssperre, Ausländisches Mitglied der russischen Akademie der Wissenschaften Ehrenpräsident der World Organisation for Scientific Cooperation (WOSCO)
Vai alla fonte
Buch
Heinrichs, M., Stächele, T., & Domes, G. (2015). Stress und Stressbewältigung, Hogrefe Verlag, 2015 - 114 Seiten
Vai alla fonte
Recensioni