Stai cercando dei guanti da portiere? Probabilmente non è la prima volta che giochi a calcio, quindi non c’è bisogno di dirti quanto questi accessori siano indispensabili per evitare di farsi male alle mani. Il pallone di cuoio, tirato a una certa potenza, può fare molto male alle mani ‘nude’, ma a volte anche se hai dei guanti non adatti puoi sentire dolore.

Per questo i guanti da portiere devono essere scelti con cura e facendo attenzione a tutta una serie di aspetti che spesso invece vengono sottovalutati. Non pensare di poterne fare a meno se giochi solo qualche partita tra amici. Per un portiere trovare i guanti giusti fa davvero la differenza! Segui la nostra guida per trovare quelli che sono i più adatti alle tue esigenze.

Le cose più importanti in breve

  • I guanti sono uno strumento essenziale affinché il portiere possa parare al meglio durante una partita di calcio.
  • Scegliere dei buoni guanti è cruciale per il rendimento del portiere.
  • Il tipo di materiale è la chiave per capire quali guanti si adattano meglio alle diverse esigenze.

Classifica: I migliori guanti da portiere sul mercato

Qui di seguito ti presentiamo vari articoli che possono soddisfare le tue esigenze, a seconda che tu stia cercando dei guanti da gara, da allenamento o un regalo per tuo figlio. Si tratta di prodotti caratterizzati da buone recensioni da parte degli acquirenti e prodotti da marchi affermati nel design e nella realizzazione di prodotti sportivi.

Posto nº1: Blok-iT Guanti da portiere

Questi guanti imbottiti sono realizzati con materiali traspiranti per ridurre la sudorazione e sono facilmente lavabili con semplice acqua. Garantiscono ottimo controllo e presa della palla, mentre la chiusura in velcro sul polso assicura massima vestibilità. Ideali sia per svago che per partite più professionali, sono disponibili in numerose taglie.

Chi ha acquistato questi guanti è rimasto particolarmente soddisfatto dalla presenza di stecche sulle dita. La presa del pallone risulta buona sia all’asciutto che in caso di pioggia. La qualità e le finiture sono di buona fattura, i materiali sono resistenti e assicurano una lunga durata.

Posto nº2: Uhlsport Eliminator PRO

Disponibile in diversi colori, si tratta di un paio di guanti dal taglio classico, in lattice sintetico antiscivolo e con fodera traspirante per evitare l’eccessiva sudorazione. Presentano una chiusura in velcro che fascia il polso e non sono dotati di stecche sulle dita.

Le recensioni sottolineano l’ottimo rapporto qualità-prezzo di questi guanti non certo di alta gamma ma che assicurano comunque buona presa e durata. Oltre ad essere comodi, risultano piacevoli nell’estetica e di buona aderenza. Nel complesso, ottimi guanti per chi gioca a calcio non ai massimi livelli professionistici.

Posto nº3: Renegade GK Talon

Guanti da portiere di taglio negativo realizzati in lattice e dotati di stecche rimovibili. Sono disponibili in taglie diverse, adatti quindi sia per bambini che per adulti. Il rivestimento del pollice a 180° e il palmo arcuato assicurano buona presa e protezione della mano. Prevedono una garanzia di 30 giorni soddisfatti o rimborsati.

Secondo le opinioni, sono guanti molto validi per giocare a calcio a livello amatoriale. Ideali da regalare ai bambini, sono resistenti e ben imbottiti, con rifiniture di qualità. L’unico svantaggio indicato dagli acquirenti è la mancanza della mezza taglia, cosa che consentirebbe una migliore vestibilità.

Posto nº4: Nike Nk Gk Match-fa 18

Nike è uno dei marchi sportivi più apprezzati e rinomati in assoluto e sono numerosi i giocatori professionisti che si affidano ai suoi prodotti. Questi guanti imbottiti sono realizzati in morbida schiuma di lattice, con polsino con chiusura a strappo. Assicurano ottima presa sia all’asciutto che in caso di pioggia. Disponibili solo taglie da uomo.

Le recensioni di questi guanti sono più che positive. Confortevoli e leggeri, fasciano e proteggono perfettamente la mano. Sono particolarmente apprezzate la qualità dei materiali e l’imbottitura, che garantisce una perfetta ammortizzazione.

Posto nº5: Uhlsport aerored Soft PRO

Il palmo di questi guanti di Uhlsport in taglio classico è in lattice soft realizzato con una tecnologia innovativa ideata per resistere efficacemente all’abrasione e garantire così una lunga durata. Disponibili in diversi colori, non sono dotati di stecche sulle dita, ma i rilievi shockzone assicurano massima protezione nelle respinte di pugno.

Le opinioni di chi ha provato questi guanti sono decisamente positive e sottolineano in particolare la loro comodità e morbidezza, oltre che il bel design. Risulta confortevole anche la chiusura sul polso. Ottime la presa e l’ammortizzazione. Molti acquirenti ne consigliano caldamente l’acquisto.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui guanti da portiere

Prima di acquistare un paio di guanti da portiere, devi farti una serie di domande che ti aiuteranno a trovare il prodotto di cui hai bisogno. Innanzitutto, devi capire i tipi di presa e di taglio più adatti all’uso che conti di farne. È anche necessario scoprire come prendertene cura per allungare la vita del prodotto.

guanti-da-portiere-prima-xcyp1

L’utilizzo di guanti da portiere con stecche di rinforzo sul dorso delle dita provoca numerosi dibattiti. (Fonte: Richard Thomas: 11211834/ 123rf.com)

Che cosa sono i guanti da portiere?

Sono un tipo di guanti utilizzato dai portieri di calcio, pensati per offrire una migliore presa del pallone. Inoltre, proteggono dalla potenza dei tiri dell’avversario e dalle basse temperature. I palmi sono la parte più importante, perché entrano in contatto con il pallone. Sono realizzati in lattice naturale, lattice sintetico o una combinazione di entrambi.

Attualmente sul mercato troviamo un’ampia offerta di guanti, ma non è sempre stato così. Fino alla metà del XX secolo si usavano pochissimo. Fu solo a partire dagli anni ’70 che le aziende produttrici di materiale sportivo decisero di realizzare i primi modelli di questo articolo. Oggi, per noi è impensabile che un portiere possa difendere la porta a mani nude.

Come scegliere i guanti da portiere?

Indubbiamente, la scelta del tipo di palmo è la più importante di tutte, al momento di acquistare un paio di guanti da portiere, perché da essa dipende qualcosa di fondamentale: l’aderenza del pallone al guanto. Questa caratteristica definirà un maggiore o minore rendimento del prodotto e, quindi, influirà sulle prestazioni del portiere.

Nella seguente tabella ti mostriamo i tre tipi di guanti da portiere a seconda del palmo. Occorre segnalare che ne esiste un tipo speciale per l’acqua, di gamma alta, realizzato con un lattice molto poroso per un assorbimento ottimale. Sono però guanti molto delicati, facilmente danneggiabili in caso di attrito. Il loro maggiore spessore aumenta la capacità di attutire il colpo.

Tipo di palmo Materiale Pro Contro
Gamma alta 80-90% di lattice naturale Massima aderenza Si logorano facilmente
Gamma media 50% lattice naturale e 50% lattice sintetico Buona aderenza all’asciutto Resistenza media
Gamma bassa 100% lattice sintetico Grande resistenza al logoramento Sul bagnato l’aderenza è carente

Qual è il migliore tipo di taglio per i guanti da portiere?

Non ci sono guanti migliori di altri a seconda del tipo di taglio. Tutto dipende dalle caratteristiche che meglio si adattano alle abilità di ciascun portiere. Esistono tre tipi di tagli principali, che analizzeremo qui di seguito, ma si possono trovare anche degli ibridi per rispondere meglio alle esigenze dei singoli portieri.

Per esempio, un ibrido Roll-Flat, con le caratteristiche del Rollfinger per quanto riguarda le dita e del Flat per il resto del guanto. Allo stesso modo, potremo usare altre combinazioni che soddisfino le nostre necessità, a seconda che cerchiamo più aderenza, più sensibilità o un insieme di entrambe le cose nella giusta misura.

  • Flat: Il palmo viene tagliato secondo la forma della mano e cucito al dorso. È un taglio usato da sempre.
  • Rollfinger: Avvolge il dito dentro e fuori. Dispone così di maggior superficie in lattice.
  • Negativo: La finitura è come quella del Flat, ma con le cuciture all’interno, aumentando così la superficie in lattice.
  • Ibrido: Come abbiamo accennato, si tratta di diverse combinazioni dei tagli principali.

Quanto è importante il dorso dei guanti da portiere?

Il dorso dei guanti da portiere è più importante di quanto si possa pensare. Tra le altre cose, con questa parte si effettua il disimpegno dei palloni, quella che chiamiamo comunemente respinta di pugno. Nella realizzazione del dorso vengono solitamente utilizzati materiali come il silicone, la gomma e il neoprene. La sicurezza e la protezione sono fondamentali per evitare danni.

Sul dorso delle dita si possono anche inserire stecche protettive, di cui parleremo nel prossimo punto. Infine, la chiusura è essenziale per proteggere i polsi, una delle zone della mano più fragili e più inclini a lesioni. Solitamente consiste in un fascia elastica che si avvolge attorno al polso per una regolazione stabile e comoda.

guanti-da-portiere-particolare-xcyp1

Tra le migliori marche che troviamo sul mercato dei guanti da portiere c’è la messicana Rinat. (Fonte: Krissada Chuanyen: 21170234/ 123rf.com)

È consigliabile usare protezioni interne nel dorso dei guanti da portiere?

L’uso di guanti da portiere con stecche di rinforzo sul dorso delle dita suscita vari dibattiti. Tranne che in caso di lesione occasionale o cronica, questa possibilità non sembra avere molti sostenitori. Il punto è che queste protezioni sono flessibili in avanti, ma impediscono alle dita di piegarsi all’indietro, proteggendo il portiere da possibili lesioni.

Tuttavia, la maggior parte degli esperti consiglia di non utilizzarli, soprattutto nei bambini, che hanno bisogno di rafforzare le articolazioni e i tendini per far sì che in futuro le dita siano più resistenti alle lesioni.

Come prendersi cura dei guanti da portiere così da allungarne la vita?

I guanti da portiere sono prodotti molto delicati. Solitamente tendono a logorarsi e rompersi facilmente. Se vogliamo che durino a lungo, occorre quindi adottare una serie di semplici accorgimenti, così da evitare preoccupazioni, mantenerli in buone condizioni e risparmiare denaro. Segui questi consigli:

  1. Acquistane almeno due paia. Usane uno di qualità inferiore per gli allenamenti e riserva il migliore per le partite. Ricorda che i guanti di gamma alta si rovinano più velocemente.
  2. Quando torni dall’allenamento o dalla partita, non dimenticare di togliere i guanti dal borsone, soprattutto se sono bagnati. Conservali in un luogo asciutto.
  3. Lava i guanti dopo ogni uso, altrimenti si rovineranno e dureranno meno. Lavali a mano, con acqua tiepida e strofinando delicatamente per non danneggiarli.
  4. Non lavarli in lavatrice. L’attrito del cestello provocherebbe danni irreversibili. Per lo stesso motivo, evita l’asciugatrice.
  5. Fai asciugare i guanti in un luogo ventilato, mai alla luce del sole o vicino a termosifoni o altre fonti di calore.
  6. Conserva i guanti in un luogo fresco e asciutto. Occorre evitare che i palmi tocchino qualche elemento corrosivo o altro che possa danneggiare il lattice.

Quali sono le marche di guanti da portiere più note sul mercato?

Tra le migliori marche che possiamo trovare sul mercato dei guanti da portiere c’è la messicana Rinat, che è riuscita a posizionarsi ai primi posti, nonostante la concorrenza di colossi della produzione di articoli sportivi come Adidas (Germania) o Nike (Stati Uniti). È anche vero, d’altro canto, che negli ultimi anni gli americani hanno perso un certo peso nello sviluppo dei guanti.

Un’altra grande marca, Puma, continua ad offrire ottimi prodotti. Ma occorre accennare anche alla spagnola SP (Soloporteros), con il suo accurato lavoro di ricerca a sostegno dei suoi prodotti. Altre marche interessanti nella realizzazione di guanti da portiere sono: Uhlsport, Reusch, Ho Soccer, Elite, Sells e KA Goalkeeping.

Criteri di acquisto

Attualmente, il mercato offre una grande varietà di marche e tipi di guanti da portiere. Questo aumenta le possibilità di trovare un articolo adatto a te, che soddisfi tutti i tuoi requisiti, ma al tempo stesso ti costringe a spendere un po’ di tempo per analizzare minuziosamente ogni dettaglio. Queste sono le caratteristiche che guanti di buona qualità devono possedere:

  • Aderenza
  • Taglio
  • Dimensioni
  • Taglia
  • Speciali per acqua
  • Portieri d’élite

Aderenza

È la caratteristica principale da ricercare nei guanti da portiere. Per il portiere, la presa del pallone è fondamentale. Ricordiamo che maggiore è la percentuale del lattice naturale, migliore sarà il rendimento sotto questo aspetto. I guanti di gamma alta garantiscono infatti una perfetta aderenza in qualsiasi condizione, quindi sono raccomandati per le partite.

Occorre tenere in considerazione che questi guanti, però, si rovinano molto facilmente. Di conseguenza, solitamente per gli allenamenti si utilizza un modello più resistente, di materiale combinato o totalmente sintetico, pur perdendo un po’ di aderenza, soprattutto in caso di pioggia o terreno di gioco umido.

Taglio

A seconda del tipo di taglio può variare anche la superficie in lattice, anche se in minima misura. In questo caso, l’ideale è acquistare i guanti che risultino più comodi o soddisfino al meglio le tue esigenze. Puoi ricercare maggiore sensibilità e scegliere quindi un tipo di guanti negativo, oppure preferire più protezione e optare per il rollfinger. Se non sai decidere, scegli il classico flat.

Negli ultimi anni, i produttori stanno offrendo modelli ibridi per combinare i vantaggi di due tipi di tagli principali. In generale, comunque, una delle tre possibilità citate riesce solitamente a soddisfare le esigenze di tutti. Il tocco delle cuciture interne, la maggiore sensibilità o un taglio più aderente sono sensazioni che possono variare da persona a persona e che ciascuno deve valutare a seconda dei propri gusti.

Dimensioni

Per conoscere la tua taglia di guanti, posiziona bene la mano con il palmo aperto. Con un metro, misura la circonferenza della mano subito sotto le nocche lasciando fuori il pollice. Ripeti l’operazione con l’altra mano e scegli la misura maggiore. Poi, applicala alla seguente tabella (dati approssimativi):

Taglia

Taglia Centimetri
4 15 cm
5 16 cm
6 17,5 cm
7 19 cm
8 22 cm
9 24 cm
10 27 cm
11 28,5 cm

Speciali per acqua

I professionisti possono contare su diverse paia di guanti da usare a seconda della necessità del momento. Tra i portieri non professionisti non è così abituale, ma è comunque una possibilità valida per tutti. In tal modo si possono affrontare situazioni sfavorevoli con maggiori probabilità di successo. Per esempio, in caso di pioggia sono validi i guanti speciali per acqua.

Questo prodotto è come quelli di gamma alta, ma in lattice naturale più poroso, così da assorbire l’acqua molto più velocemente rispetto ad un guanto normale. È anche molto efficace all’asciutto, pur presentando il difetto, come i guanti di gamma alta, di essere molto delicato e incline a durare poco, cosa che ha ripercussioni dal punto di vista economico.

Portieri d’élite

Si ritiene che i portieri più forti del calcio europeo abbiano a disposizione guanti della migliore qualità, ma sembra che in alcuni casi questo non corrisponda esattamente a verità. Il potere economico dei grandi produttori finisce col convincere i portieri d’élite ad utilizzare le loro marche. Questi sono i portieri che usano grandi marche:

Marca Portiere
Adidas Iker Casillas, Keylor Navas, David De Gea, Ter Stegen e Manuel Neuer
Nike Thibaut Courtois, Jan Oblak, Roman Bürki e Ederson Moraes
Puma Gianluigi Buffon, Bruno Varela e David Soria
Uhlsport Andriy Pyatov, Danijel Subasic e Sergei Pesyakov

Conclusioni

I guanti da portiere di calcio hanno una storia piuttosto recente rispetto alla nascita di questo sport. Ma il loro avvento tardivo (appena quattro decenni fa) non ha impedito un’evoluzione incredibile, di pari passo con altri elementi calcistici fondamentali come palloni o scarpe.

Essendo realizzati con materiali fragili, i guanti da portiere sono articoli molto delicati, soprattutto quelli di gamma alta. Per questo motivo tendono a durare poco ed è necessario adottare alcuni semplici accorgimenti per cercare di allungarne la vita. Se non si gioca ad alti livelli, l’ideale è acquistare un prodotto più resistente.

Se questo articolo ti è piaciuto, lasciaci un commento e condividilo con i tuoi amici.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Charnsit Ramyarupa: 89825319/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
47 Voto(i), Media: 4,00 di 5
Loading...