Ultimo aggiornamento: 19/08/2021

Come scegliamo

13Prodotto analizzati

21Ore impiegate

8Studi valutati

82Commenti raccolti

Il benessere non è un’area della nostra vita che dovremmo mettere in secondo piano. È quello che ci permetterà di vivere una vita piena. Per questo motivo, questa volta parleremo di un prodotto che ci aiuterà a tenere sotto controllo i nostri muscoli e le nostre articolazioni: l’elettrostimolatore. Questo ci aiuterà ad alleviare il dolore muscolare e altri disturbi attraverso piccoli impulsi elettrici che contrarranno i tuoi muscoli.

In questo modo, preverrai le lesioni e otterrai un risultato migliore nei tuoi allenamenti. Questo dispositivo è ampiamente utilizzato da sportivi, atleti, persone che desiderano migliorare la loro condizione fisica o prevenire alcuni disturbi. Ci dedichiamo a raccontarti in questo spazio tutto su questo meraviglioso prodotto. Resta sintonizzato!




Sommario

  • Gli elettrostimolatori sono dispositivi che aiutano ad alleviare o attivare i nostri muscoli a vari livelli, per scopi medici, estetici, fisici, rilassanti e altri. Tutto viene realizzato attraverso l’invio di piccole scosse elettriche per la stimolazione cerebrale e muscolare.
  • Gli elettrostimolatori possono contenere uno di questi meccanismi di funzionamento (o forse ottenerli entrambi): TENS (Transcutaneous Electrical Nerve Stimulation) e EMS (Electro Muscular Stimulation). Ognuno di loro ci aiuterà a raggiungere obiettivi specifici.
  • Prima di scegliere il tuo elettrostimolatore, prendi in considerazione le modalità di lavoro che ha e che si adatta a ciò di cui hai bisogno; così come le frequenze che raggiunge, il tipo di carico che riceve per funzionare correttamente e il tipo di connettori che ha.

Elettrostimolatore: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida all’acquisto

Sono opzioni incredibili quelle che hai appena visto, ma la verità è che una descrizione di 2 paragrafi è troppo breve per spiegare tutto quello che puoi ottenere con questi dispositivi. Ecco perché ti diremo molto di più qui sotto.

Cos’è un elettrostimolatore e quali sono i suoi vantaggi?

Un elettrostimolatore è un dispositivo che può essere collegato a varie aree del corpo attraverso cuscinetti adesivi, al fine di rilasciare piccoli impulsi elettrici per stimolare le fibre muscolari. In questo modo si ottiene una contrazione che è benefica sotto vari aspetti.

Questo prodotto è stato utilizzato sia in campo medico (attraverso terapie e complementi ai trattamenti fisici), sia nell’ambito dell’allenamento fisico (palestre, spa e centri benessere per il corpo) e a casa. Qui ti mostriamo i principali vantaggi che troverai in essi.

Vantaggi
  • Allevia il dolore
  • Previene e tratta l”atrofia muscolare
  • Stimola i muscoli paralizzati
  • Fornisce relax
  • Evita gli effetti collaterali dei farmaci
Svantaggi
  • Non adatto a tutti
  • Alcuni modelli sono costosi

Elettrostimolatore TENS o EMS – A cosa dovresti fare attenzione?

Sappiamo che la base di un elettrostimolatore è quella di inviare piccoli impulsi elettrici ad aree selezionate del corpo, ma in realtà ci sono 2 modi in cui il nostro corpo reagisce ad essi, a seconda del loro meccanismo di funzionamento. In questo caso, stiamo parlando di stimolazione TENS e EMS.

stimolazione TENS. Questo tipo di metodologia di lavoro è responsabile dell’alleviamento del dolore e del rilassamento dei muscoli attraverso impulsi leggeri che sono responsabili dell’invio di sensazioni positive e piacevoli al cervello per ridurre la percezione del dolore.

Quando lo usi, sentirai un leggero e confortevole formicolio nella zona da trattare, quindi è spesso usato in campo medico, nelle spa e quotidianamente a casa. Questo tipo di lavoro stimola solo le aree sensibili dei muscoli, senza causare la contrazione muscolare.

stimolazione EMS. Questo tipo di funzione negli elettrostimolatori viene utilizzata principalmente quando si parla di lavoro fisico, poiché stimola tutto il muscolo, generando contrazioni in esso per migliorare il suo lavoro, alleviarlo o aumentare la sua forza e resistenza.

In questo caso, l’impulso tende ad essere un po’ più forte, al fine di ottenere la reazione desiderata in ogni muscolo. Si suggerisce di utilizzare sempre i livelli più bassi, nel caso dei principianti, fino a quando il muscolo si abitua a richieste più elevate.

Stimolazione TENS Stimolazione EMS
Metodologia Generazione di sensazioni piacevoli Genera contrazioni dirette
Uso principale Sollievo dal dolore, rilassamento Allenamento e attivazione muscolare
Aree stimolate Solo aree sensibili dei muscoli Muscoli in generale
Sensazione fisica Formicolio Contrazione muscolare

Criteri di acquisto: fattori che ti permettono di confrontare e valutare i vari modelli di elettrostimolatori

Ti abbiamo già fatto conoscere modelli affascinanti e le regole di base del funzionamento di questi dispositivi, ma se hai già deciso di comprarne uno, è importante che tu conosca anche i punti variabili tra ciascuno di essi. In questo modo sarai in grado di sapere quale modello si adatta meglio alla tua realtà

  • Modalità di lavoro
  • Frequenza
  • Carico
  • Connettori

Modalità di lavoro

Ogni elettrostimolatore che sceglierai avrà diverse modalità di lavoro, che sono importanti da conoscere a seconda del motivo principale per cui lo stai acquistando. Qui ti parleremo un po’ di ognuno di loro.

Rilassamento e sollievo del dolore leggero. In questo caso, usa un elettrostimolatore che funziona con la metodologia TENS, in modo che il tuo cervello sia incaricato di rilasciare una sensazione di sollievo e rilassamento nella zona su cui si lavora. Usa frequenze che vanno da 1 Hz a 7 Hz.

Body shaping. Se vuoi usare il tuo elettrostimolatore per tonificare, dimagrire e migliorare l’aspetto dei tuoi glutei, dell’addome, delle gambe e di altre zone simili, puoi preferire le frequenze da 10 Hz a 33 Hz, che stimolano le fibre lente e accompagneranno la tua routine cardiovascolare.

Aumenta la forza e la resistenza. Cerca un modello con tecnologia EMS per aumentare il flusso di sangue e le contrazioni nei tuoi muscoli. Se sei un principiante, opta per frequenze che vanno da 30 Hz a 50 Hz, ma se sei un atleta di resistenza, potresti preferire frequenze più alte.

Recupero fisico e fatica ridotta. Dopo un duro allenamento o dopo aver finito un’attività fisica, hai bisogno di energia per aiutarti a continuare la tua giornata in modo tranquillo. Opta per frequenze nella gamma di 8 Hz o 10 Hz per ottenere un senso di sollievo ed energia.

Riabilitazione. Se soffri di una condizione fisica o ti stai sottoponendo a un trattamento di riabilitazione, puoi optare per dispositivi con un meccanismo TENS, e adattarli alla frequenza e alla continuità che ti indica il tuo specialista, a seconda di ogni caso.

Frequenza

Questo è uno degli aspetti più importanti da conoscere, poiché determinerà i risultati che otterrai con il tuo elettrostimolatore. La sua unità di misura è il Hertz (Hz) e queste sono le categorie tra cui puoi scegliere.

1 – 3 Hz. Questa frequenza è la più bassa di tutte ed è ideale per ottenere il rilassamento e combattere le lievi contratture. Usandolo, ridurremo il tono muscolare e la sensazione di sollievo durerà per diverse ore.

4 – 7 Hz. Anche qui otteniamo un effetto rilassante, ma questa volta il risultato può durare più a lungo. Il rilascio di endorfine è maggiore, quindi i dolori inizieranno a diminuire progressivamente. È molto usato per ottenere un sonno ristoratore.

8 – 10 Hz. A questo livello aumenteremo il nostro flusso sanguigno e stimoleremo la capillarizzazione. Promuove il ripristino dei tessuti e aiuta ad eliminare le tossine attraverso la mobilitazione delle aree linfatiche. Puoi usarlo dopo una routine di esercizi per recuperare energia.

10 – 33 Hz. Questo aumenterà la tua resistenza aerobica e il tono muscolare, motivo per cui è così popolare nei trattamenti estetici mirati alla tonificazione. Raccomandato insieme alla tua routine cardiovascolare.

33 – 50 Hz. Questo campo lavora le fibre intermedie dei muscoli ed è spesso utilizzato quando si lavora con esercizi di resistenza. Il tono muscolare è aumentato, ma i muscoli non sono ancora sviluppati. Viene utilizzato principalmente sui glutei e sugli addominali.

50 – 75 Hz. In questo caso, la stimolazione delle fibre intermedie è maggiore e si attivano forza e resistenza localizzate. Viene utilizzato dagli atleti ad alte prestazioni per promuovere la crescita muscolare mano nella mano con esercizi personalizzati.

Affinché il tuo elettrostimolatore inizi a funzionare, è importante fornirgli il metodo di ricarica specificato. Anche se ce ne possono essere diversi, i più comuni sul mercato sono quelli che funzionano con batterie e batterie ricaricabili.

Batterie. Il più grande vantaggio delle batterie è che, dopo diversi anni di non utilizzo, possono mantenere la stessa carica che avevano quando le hai usate l’ultima volta. Tuttavia, dopo averlo perso a causa dell’uso, non sarai in grado di ricaricarlo, quindi dovrai acquistare nuovi modelli.

Acquista questa opzione quando vuoi risparmiare sull’acquisto del prodotto e non hai intenzione di utilizzare l’elettrostimolatore su base giornaliera. Dopo l’uso, puoi rimuoverlo fino al tuo prossimo utilizzo, per prolungare la sua vita utile.

Batterie. Dopo un po’ di tempo senza utilizzo, la carica in una batteria si asciugherà progressivamente, quindi avrà bisogno di essere ricaricata. Questo non è un grosso problema, dato che puoi mantenere una carica costante per ogni nuovo giorno.

È un’opzione eccellente per uso professionale (sia medico che di formazione o per scopi estetici) e costante, quindi eviterai di spendere soldi in batterie, anche se il prezzo iniziale di questi modelli è solitamente più alto.

Gli elettrostimolatori sono spesso utilizzati per alleviare la tensione che si accumula nelle zone del collo, delle spalle e della schiena. (Foto: microgen / 123rf)

Connettori

L’elettrostimolazione raggiunge diversi obiettivi con lo stesso dispositivo. L’elettrostimolazione raggiunge diversi obiettivi con lo stesso dispositivo, ma quando si posiziona sul nostro corpo, possiamo trovare 2 diversi modelli di connettori: quelli con diversi pad o cerotti e altri con pezzi completi secondo ogni zona.

Pad o cerotti. Questi modelli sono perfetti per l’uso professionale, dato che puoi posizionarli su qualsiasi parte del corpo tu voglia, selezionando la dimensione che meglio si adatta alle tue esigenze. Quando hanno doppi canali, puoi lavorare 2 aree indipendentemente, come il collo e le spalle, per esempio.

Usalo se hai bisogno di farne un uso professionale, come medico estetico, terapista, allenatore e simili. È anche un’ottima opzione nel caso tu voglia usarlo a casa, ma su diverse aree del tuo corpo.

Pezzi completi. Puoi trovare cinture, collo, spalle, schiena, gambe e lenzuola e molto altro. Anche se possono essere più comodi da usare e da trasportare, dovresti limitarti ad usarli solo in una zona specifica del tuo corpo.

Usali quando vuoi avere personalmente per inviare stimoli costanti alla stessa zona, come nel caso delle persone che hanno bisogno di riabilitazione in una zona particolare o di coloro che lavorano esteticamente o fisicamente una zona specifica con costanza.

(Featured image photo: Pablo Hidalgo / 123rf)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni