Ultimo aggiornamento: 04/10/2021

La famosa cantante Adele ha perso 45 chili con l’aiuto della nuova dieta Sirtfood. Un bel po’! Tuttavia, nel seguito chiameremo la dieta “Dieta Adele”. In questo articolo ti spiegheremo il processo e quali sono gli alimenti che ti fanno particolarmente bene durante questa dieta.

Poiché la dieta di Adele comporta una rigida riduzione delle calorie nelle prime settimane, è stata criticata dagli esperti di nutrizione. Affrontiamo questa critica e gli svantaggi della dieta Adele.

Ti spieghiamo anche se dovresti fare esercizio fisico durante la dieta di Adele e dove puoi trovare le ricette da seguire. In questo articolo troverai informazioni complete e diamo grande valore ad una presentazione neutrale e obiettiva dei fatti.




Sommario

  • La dieta Adele mira ad un cambiamento sostenibile e salutare della dieta. Si tratta di passare attraverso 2 diverse fasi della dieta.
  • La dieta Adele dovrebbe essere eseguita per almeno 3 settimane, ma può anche essere mantenuta come concetto nutrizionale a lungo termine.
  • Soprattutto, si dovrebbero consumare cibi che contengono l’enzima sirtuina del corpo. Le sirtuine possono contribuire ad un aumento del metabolismo energetico.(1)

Dieta Adele: cosa dovresti sapere

La dieta Adele mira a contribuire ad un cambiamento globale delle abitudini alimentari. Gli alimenti preferiti contribuiscono all’attivazione degli enzimi SIRT, che possono accelerare il metabolismo e contribuire alla perdita di peso. (2)

Cambiando la tua dieta, sarai più esposto agli alimenti benefici per la dieta. Naturalmente, è meglio se sei aperto e ti piace la preparazione e il cambiamento in generale.

Perché questa dieta richiede un alto livello di disciplina nelle prime settimane, dato che la tua assunzione di cibo sarà notevolmente modificata. Il basso apporto calorico di sole 1000 calorie al giorno è anche un punto critico. Per chiarire i tuoi dubbi, ecco le domande più importanti sulla dieta di Adele.

Quali alimenti sono particolarmente adatti alla Dieta Adele?

Affinché la Dieta Adele ti aiuti a perdere peso, dovresti mangiare alimenti che contengono un alto livello di sostanze fitochimiche. Questo può attivare l’enzima sirtuina del corpo.

Questi stimolano il metabolismo e possono quindi promuovere la perdita di peso. Inoltre, gli enzimi SIRT possono avere un effetto antinfiammatorio. (3)

Ci sono cibi che sono più adatti a questa dieta rispetto ad altri.

Come noterai, la dieta di Adele si concentra su una dieta vegetariana, in parte vegana. Un altro punto a favore è che ogni supermercato ben fornito offre questa frutta e verdura. Questo elimina la frustrazione dello shopping. Nella seguente lista ti mostriamo quali sono gli alimenti particolarmente adatti alla dieta Adele.

.

.

.

.

Frutta Verdura Cereali e noci Altri alimenti
Fragole e lamponi Broccoli e cavolfiori Grano saraceno Erbe (es. prezzemolo, curcuma)
Albicocche cavolo e verza orzo cioccolato fondente
Kiwi pomodori (specialmente quelli passati) quinoa tè verde
Mele rucola anacardi e noci vino rosso con moderazione
Prugne Patata dolce Semi di chia Aronia e Acai

Naturalmente, ci sono molti altri cibi gustosi e sani che dovresti mangiare durante la dieta Adele. Controlla la sezione frutta e verdura del tuo supermercato.

In generale, dovresti evitare di mangiare cibi elaborati e cibi pronti. Questi contengono spesso grandi quantità di zucchero e molti additivi.

Obst und Gemüse

La dieta di Adele si concentra su frutta e verdura. (Fonte immagine: pixabay/ carlosfs05)

Come funziona la dieta Adele?

La dieta Adele è divisa in 2 fasi e deve essere seguita per almeno 3 settimane. Tu Nella prima fase (durata: 1 settimana), avviene la cosiddetta disintossicazione. Nei primi 1 – 3 giorni dovresti mangiare solo 1000 chilocalorie. I pasti consistono in frullati di frutta e verdura e un pasto solido.

La base è costituita da verdure verdi e frutta, come il cavolo, il sedano, le mele verdi e il crescione. Il resto della settimana puoi mangiare 1500 – 1800 chilocalorie. Questo dovrebbe essere diviso tra due frullati e due pasti solidi. È possibile perdere fino a 3 chilogrammi di peso.

Durante la seconda fase (durata: 2 settimane) puoi mangiare tre pasti Sirtfood al giorno. Inoltre, si raccomanda un frullato di verdure. L’assunzione di calorie non è strettamente regolata durante questa fase. Tuttavia, non dovresti superare il tuo fabbisogno giornaliero.

Dovresti seguire la dieta Adele per almeno 3 settimane.

Dopo queste 3 settimane potresti aver già perso qualche chilo. Ora puoi decidere se vuoi ricominciare con la fase 1 per ridurre ancora di più il tuo peso o se vuoi continuare con la fase 2.

È anche possibile continuare a perdere peso durante la fase 2. Se decidi di interrompere del tutto la dieta Adele e ritornare a modelli alimentari malsani, potrebbe verificarsi il cosiddetto effetto yo-yo e potresti riprendere peso.

Ho bisogno di un piano per la dieta Adele?

Ci sono piani già pronti con ricette per la dieta Adele su internet che puoi scaricare gratuitamente. Naturalmente, puoi anche seguire la dieta senza un piano. Informati sul conteggio delle calorie degli alimenti raccomandati. Assicurati di non essere denutrito.

Dove posso trovare ricette per la dieta Adele?

Ci sono innumerevoli ricette per la dieta Adele su internet. Cerca “ricette Sirtfood”. Se preferisci avere qualcosa in mano, c’è un libro di cucina speciale del fondatore Aidan Goggins.

Ma anche altri autori hanno scritto libri di cucina sulla dieta Sirtfood, o dieta Adele. Puoi essere creativo tu stesso, specialmente con i frullati. Prova quello che ti piace o che potrebbe andare bene insieme.

I frullati verdi sono il cuore della dieta di Adele. Puoi trovare molte ricette deliziose online. (Fonte immagine: pixabay/ marijana1)

Quali sono i benefici della dieta Adele?

La dieta Adele può aiutarti a disintossicare il tuo corpo e a ridurre il tuo peso in un tempo relativamente breve. Troppo peso può portare a malattie come il cancro, il diabete e la pressione alta. (4)

Imparando a conoscere i diversi tipi di frutta e verdura, imparerai cosa ha un buon sapore per te e cosa è sano. In questo modo, la dieta Adele può renderti più facile fare un cambiamento salutare a lungo termine nella tua dieta.

Mantenere un certo peso (sano) e ridurre l’assunzione di calorie riduce anche il rischio di soffrire delle malattie menzionate. (5) Inoltre, la dieta Adele non classifica rigorosamente gli alimenti. Tutto è permesso, ci sono solo alimenti che hanno un effetto molto migliore sul metabolismo.

Quali sono le critiche alla dieta Adele?

Nelle prime fasi della dieta Adele, l’assunzione di calorie è molto ridotta. Alcuni nutrizionisti considerano questa riduzione troppo radicale. Se l’apporto calorico è troppo basso, il corpo inizialmente cade in una sorta di modalità economica e immagazzina le calorie che ha assunto piuttosto che bruciarle.

Gli esperti di nutrizione criticano la dieta Adele per la sua forte riduzione calorica.

Potresti ingrassare di nuovo e sperimentare l’effetto yo-yo. Inoltre, la fase di disintossicazione dovrebbe essere considerata in modo critico. Non tutti possono tollerare un cambiamento così forte nell’assunzione di cibo. Potresti provare forti sensazioni di fame, vertigini e mal di testa. (6)

Che ruolo ha l’esercizio fisico nella dieta di Adele?

Non sono previste sessioni di esercizio fisico durante le 3 settimane. Tuttavia, dovresti sapere che un esercizio moderato può aiutare a bruciare i grassi e a costruire i muscoli. Camminare ogni giorno può essere sufficiente.

Tuttavia, se vuoi un corpo forte e molto definito, questo non sarà sufficiente. Personalizza il tuo allenamento in base ai tuoi obiettivi e alla tua forma fisica.

Ho bisogno di alcune attrezzature domestiche?

Durante la dieta Adele, mangerai frullati fatti con frutta e verdura pressata. Il modo migliore per prepararli è con un frullatore o uno spremiagrumi. Assicurati di comprare un frullatore o uno spremiagrumi con abbastanza potenza per rendere la preparazione facile.

Cosa devi tenere a mente se vuoi seguire la dieta Adele?

Dovresti fare una dieta o perdere peso solo se è veramente necessario. Puoi scoprire se sei in sovrappeso guardando il tuo BMI (indice di massa corporea). Puoi far calcolare il tuo BMI online. Cambiare la tua dieta è un processo a lungo termine e la dieta Adele può aiutarti ad iniziare, ma richiede comunque molta disciplina e resistenza.

Assicurati anche di bere abbastanza liquidi. Se hai un lavoro molto impegnativo dal punto di vista fisico, dovresti calcolare il tuo fabbisogno calorico (ridotto) individualmente per evitare una carenza. Per favore, ascolta sempre il tuo corpo e presta attenzione ai segnali che ti dà. Ogni persona è individuale e la dieta Adele non è adatta a tutti.

Quanto è efficace la dieta di Adele?

La cantante Adele è un buon esempio di come la dieta possa funzionare. Tuttavia, la sua efficacia non è ancora stata provata scientificamente.

La dieta Adele può contribuire ad un maggiore senso di benessere.

Gli effetti sul peso sono probabilmente dovuti al ridotto apporto calorico. Tuttavia, dato che la dieta Adele enfatizza gli alimenti che sono particolarmente sani, può almeno contribuire ad un migliore senso di benessere.

La dieta Adele può fare male?

Affinché la dieta Adele abbia successo a lungo termine, spesso la dieta deve essere cambiata considerevolmente. Questo cambiamento non è adatto a tutti. Se hai difficoltà a mangiare poco e non riesci a gestire bene le poche calorie, consulta un nutrizionista. Ti daranno consigli su misura per le tue esigenze.

A lungo termine, troppo poche calorie possono portare all’anoressia e al sottopeso, il che fa male al tuo corpo. Tuttavia, finché presti attenzione ai segnali del tuo corpo, la dieta Adele non può farti male.

Conclusione

La dieta Adele ha vantaggi e svantaggi. Prima di iniziare una dieta, dovresti informarti in modo completo e, se necessario, chiarire alcuni rischi. Vorremmo sottolineare ancora una volta che la dieta Adele non è adatta a tutti.

Se non riesci ad affrontare questa dieta, allora cerca un’altra opzione che ti soddisfi meglio. Puoi trovare altre diete, come la dieta keto, qui. Ricorda: ti è sempre permesso di cambiare o cancellare la tua dieta.

Se stai puntando ad un cambiamento dietetico a lungo termine, la dieta Adele può supportarti molto bene. Scoprire e preparare nuovi piatti può essere organizzato come un evento culinario con gli amici, per esempio.

La dieta Adele non significa rinunciare a nulla, ma affina il tuo occhio per i cibi sani. Vero: anche dopo aver cambiato la tua dieta, dovresti consultare regolarmente il tuo medico e fare un esame del sangue per evitare la malnutrizione.

Fonte dell’immagine: Unsplash / i yunmai

Riferimenti (6)

1. Das, A. M. (2019). Die SIRT-Food-Diät in Schweizer Zeitschrift für Ernährungsmedizin 2/2019.
Fonte

2. Molecular Endocrinology, Volume 22, Issue 1, 1 January 2008, Page 146, https://doi.org/10.1210/mend.22.1.9997
Fonte

3. The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, Volume 101, Issue 1, 1 January 2016, Pages 275–283, https://doi.org/10.1210/jc.2015-3095
Fonte

4. Kivimäki, M., Kuosma, E., Ferrie, J. E., Luukkonen, R., Nyberg, S. T., Al- fredsson, L., Jokela, M. (2017). Overweight, obesity, and risk of cardiometabolic multimorbidity: Pooled analysis of individual-level data for 120?813 adults from 16 cohort studies from the USA and Europe. The Lancet Public Health, 2(6), e277-e285. https://doi.org/10.1016/S2468-2667(17)30074-9
Fonte

5. Gutwald, J. (2017). Kalorienrestriktion als Präventionsmaßnahme: Was kann der verantwortungsvolle Präventionsmediziner empfehlen?
Fonte

6. Stocker, R., Reber, E., Aeberhard, C. (et.al.) (2019). Fasten - Auswirkungen auf Körper und Psyche.
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Wissenschaftlicher Artikel
Das, A. M. (2019). Die SIRT-Food-Diät in Schweizer Zeitschrift für Ernährungsmedizin 2/2019.
Vai alla fonte
Wissenschaftlicher Artikel
Molecular Endocrinology, Volume 22, Issue 1, 1 January 2008, Page 146, https://doi.org/10.1210/mend.22.1.9997
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, Volume 101, Issue 1, 1 January 2016, Pages 275–283, https://doi.org/10.1210/jc.2015-3095
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Kivimäki, M., Kuosma, E., Ferrie, J. E., Luukkonen, R., Nyberg, S. T., Al- fredsson, L., Jokela, M. (2017). Overweight, obesity, and risk of cardiometabolic multimorbidity: Pooled analysis of individual-level data for 120?813 adults from 16 cohort studies from the USA and Europe. The Lancet Public Health, 2(6), e277-e285. https://doi.org/10.1016/S2468-2667(17)30074-9
Vai alla fonte
Masterthesis
Gutwald, J. (2017). Kalorienrestriktion als Präventionsmaßnahme: Was kann der verantwortungsvolle Präventionsmediziner empfehlen?
Vai alla fonte
Wissenschaftliche Studie
Stocker, R., Reber, E., Aeberhard, C. (et.al.) (2019). Fasten - Auswirkungen auf Körper und Psyche.
Vai alla fonte
Recensioni