Ultimo aggiornamento: 03/08/2021

Come scegliamo

9Prodotto analizzati

18Ore impiegate

11Studi valutati

85Commenti raccolti

Mangiare bene e in modo sano è una parte essenziale della vita quotidiana. Tutti noi amiamo il fast food e il cibo meno sano, e questo va bene una volta ogni tanto. Ma dovremmo sempre ricordare che la salute è importante e che noi siamo ciò che mangiamo. Oggi imparerai a conoscere un antiossidante chiave per la tua dieta e la tua salute: i bioflavonoidi.

Dobbiamo prenderci cura della nostra dieta, quindi ci prendiamo anche cura del nostro corpo e del nostro organismo. È essenziale essere informati sui benefici che gli alimenti possono darci e includerli nei nostri pasti. Vediamo di cosa si tratta!




La cosa più importante da sapere

  • I bioflavonoidi sono molecole antiossidanti di tipo vegetale presenti negli alimenti. Si trovano principalmente negli agrumi. Possiamo trovare questi antiossidanti anche nel vino, nel cioccolato e nei tè.
  • Gli integratori di bioflavonoidi hanno molti benefici. Dal miglioramento del nostro sistema cardiovascolare alla prevenzione delle malattie o all’evitare la stanchezza e l’affaticamento.
  • Puoi scegliere di includere più agrumi, tè e cioccolato nella tua dieta se vuoi ottenere bioflavonoidi naturali. Se vuoi farlo attraverso gli integratori, assicurati di guardare le loro funzioni e il dosaggio raccomandato.

Bioflavonoidi: la nostra selezione

Guida all’acquisto: quello che devi sapere sui bioflavonoidi

Forse non ti è chiaro cosa c’è dietro questo antiossidante e vuoi maggiori informazioni sull’argomento. È essenziale che tu conosca i bioflavonoidi prima di includerli nella tua dieta quotidiana. Ecco perché chiariremo tutti i tuoi dubbi qui sotto.

Imagen de persona ejercitandose al aire libre

Consumare bioflavonoidi + vitamina C ci darà l’energia di cui abbiamo bisogno quando facciamo sport. (Fonte: Simpson: mNGaaLeWEp0/ Unsplash)

Cosa sono i bioflavonoidi?

I bioflavonoidi, conosciuti anche come flavonoidi o vitamina P, sono molecole antiossidanti di origine vegetale. Sono ciò che dà alla frutta il suo colore sorprendente, poiché contengono una grande percentuale di coloranti.

I bioflavonoidi si trovano spesso negli alimenti, insieme alla vitamina P. I bioflavonoidi si trovano anche negli agrumi. Mentre negli agrumi si possono trovare nella parte bianca del frutto (arance, limoni, lime). Possiamo trovare questi antiossidanti anche nel vino, nel cioccolato e nei tè (1, 2).

I bioflavonoidi, specialmente gli agrumi, possono aiutarti a combattere i raffreddori lievi o gravi. Possono anche prevenire le malattie cardiovascolari o quelle che possono colpire il tuo sistema nervoso. Questo è possibile grazie al loro alto contenuto antiossidante e al loro legame con la vitamina C, in molti casi, sia negli integratori alimentari che nella frutta (3).

Quali alimenti contengono bioflavonoidi?

Il cioccolato puro contiene bioflavonoidi e fornisce molti benefici alla salute. (Fonte: Pap: 6IDGTjq_Pic/ Unsplash.com)

I bioflavonoidi possono essere trovati in una vasta gamma di alimenti. Si possono trovare negli agrumi come il limone, l’arancia e il lime. In altri frutti, come le ciliegie e l’uva, sia bianca che rossa. Anche altri alimenti, come broccoli, porri, cipolle, prugne, mirtilli e peperoni verdi contengono bioflavonoidi (4).

Come per l’uva, è importante notare che i vini hanno un’alta percentuale di flavonoidi e sono altamente consigliati per una buona dieta. D’altra parte, anche il cioccolato puro e i tè ci forniscono una grande quantità di questi antiossidanti. Fanno molto bene alla nostra salute perché hanno molti benefici (5).

Quali tipi di bioflavonoidi esistono?

Sarebbe impossibile menzionare tutti i tipi di flavonoidi che esistono. Alcune fonti affermano che ci sono da 4000 a 6000 tipi. Tuttavia, quelli che possiamo trovare nella maggior parte degli alimenti e quelli che di solito si trovano negli integratori alimentari, insieme alla vitamina C, sono i seguenti (6, 7):

Tipi di flavonoidi Caratteristiche Alimenti dove trovarli
Flavonols La quercetina è il composto più comunemente consumato dagli umani. Questi si trovano all’esterno del cibo Cipolle, cavoli, broccoli, mele, tè, vini
Isoflavoni Questi sono fitoestrogeni, poiché la loro struttura molecolare è simile a quella dell’ormone oestriol Legumi e cibi contenenti soia
Flavoni Meno presenti nel cibo, più rappresentati nella buccia di frutta e/o verdura Prezzemolo, sedano, timo, pepe verde
Flavanoni Si trovano nelle parti solide di frutta e/o verdura, la parte bianca di questi Agrumi, frutta e succhi naturali di questi

Quali sono i benefici dei bioflavonoidi?

Ci sono molti benefici che puoi trarre dall’assunzione di bioflavonoidi, sia in modo naturale che sotto forma di integratori. Ecco alcuni dei benefici dell’assunzione di bioflavonoidi, sia in combinazione con la vitamina C che da soli. Secondo gli studi, questi sono alcuni dei benefici

  • I flavonoidi alimentari e i loro meccanismi antiossidanti, vasodilatatori e antipiastrinici, tra gli altri, esercitano effetti protettivi nelle malattie cardiovascolari (infarti o malattie cardiache) (8).
  • La ricerca in medicina umana ha dimostrato che i bioflavonoidi riducono l’invecchiamento cellulare. Possono proteggere il nostro sistema immunitario e contengono proprietà antifungine e antibiotiche. Questi sono necessari per combattere il raffreddore o i virus come l’influenza (9).
  • I bioflavonoidi, come la rutina, forniscono protezione contro le anomalie emorragiche o lievi (lividi) nella nostra pelle. Un altro flavonoide, chiamato apigenina, può aiutare a ridurre il rischio di cancro alle ovaie, purché non si sia già sviluppato (10).
  • La quercetina, chiamata anche Q, è un flavonolo che ha un effetto protettivo sugli enzimi virali, cioè ha un’azione antivirale. Inoltre, ha azioni antinfiammatorie, abbastanza utili per le persone che soffrono di fibromialgia (11).

Alcuni studi suggeriscono che i benefici che sono stati attribuiti alla vitamina C possono essere raggiunti dalla vitamina C e dai bioflavonoidi che lavorano insieme (1).

Quali effetti collaterali posso avere dall’assunzione di bioflavonoidi?

Beh, tutto in eccesso è male, e dobbiamo sapere quanto del prodotto può essere ingerito. Il consumo incontrollato non migliorerà mai i risultati o ci renderà più immuni a ciò che vogliamo.

Detto questo, dobbiamo distinguere tra l’assunzione naturale di bioflavonoidi e quella trovata in un integratore alimentare. In quest’ultimo caso, non è raccomandato per i bambini e le donne che sono in gravidanza o in allattamento.

È anche essenziale che, se decidi di prendere degli integratori, tu consulti un professionista. Questi non sono approvati dalla FDA e dovresti controllare in anticipo se vanno bene per le tue esigenze (2). Dovresti evitare di prendere integratori di bioflavonoidi se hai i seguenti problemi (1)

  • Grande quantità di acido ossalico (urina)
  • Disturbo del metabolismo del ferro
  • Anemia falciforme

È sempre consigliabile, in caso di dubbi sull’assunzione di qualsiasi integratore alimentare, consultare un esperto in campo medico.

Posso sostituire gli integratori di bioflavonoidi con alimenti naturali?

La risposta è sì. Come detto sopra, i bioflavonoidi si trovano in molti alimenti che puoi includere nella tua routine quotidiana. Per la maggior parte, i citroflavonoidi si trovano negli agrumi, nella parte bianca degli agrumi. Ma si possono trovare anche in altri alimenti che potresti già mangiare regolarmente (5)

  • Vino: Sia il vino bianco che il vino rosso o rosato, poiché l’uva contiene una grande quantità di flavonoidi chiamati antocianidine nella sua composizione. Questi sono efficaci nel controllo del diabete o dell’obesità.
  • (soprattutto tè verde): il tè contiene flavonoli nella sua composizione, che sono validi per migliorare l’attività neurologica e cardiaca del nostro organismo.
  • Verdure e legumi (sedano, broccoli, peperone verde, tra gli altri): sono composti dal flavonoide chiamato flavone, che fornisce azioni antiossidanti, così come i citroflavonoidi. Anche se questi ultimi agiscono meglio e danno risultati migliori insieme alla vitamina C.
  • Frutti: Come fragole, mirtilli, mele, che contengono un’alta quantità di flavonoli nella loro composizione.

Come menzionato nel punto precedente, devi scegliere quale forma di assunzione di bioflavonoidi preferisci. Sia la via naturale che l’integrazione vanno bene, dato che otterrai gli stessi risultati. Ma la tua dieta sarà regolata da una serie di istruzioni o da un’altra. Assicurati di consultare un esperto o il tuo medico prima di fare qualsiasi scelta.

Criteri di acquisto

Se sai già di voler aggiungere i bioflavonoidi alla tua routine quotidiana, ecco qualche informazione in più su di loro. Di seguito, rispondiamo a queste domande in modo che tu possa fare la scelta giusta dell’integratore perfetto per te.

Formato

Gli integratori di bioflavonoidi sono disponibili in due formati, capsule o compresse. Le capsule generalmente includono dosi molto più alte delle compresse, ma sono altrettanto efficaci.

Puoi anche cercare e scoprire se puoi ottenere questi integratori in forma di sciroppo. Ci sono molte persone che hanno difficoltà a deglutire le pillole e preferiscono uno sciroppo o una polvere che si scioglie in altri casi.

Funzioni specifiche

Devi informarti sulla prescrizione di ciascuno degli integratori che stai considerando di acquistare. Cioè, alcuni dei bioflavonoidi possono essere mirati ad un problema specifico. Per esempio, alcuni integratori sono destinati ad aiutare con la stanchezza e l’affaticamento.

Altri sono destinati a migliorare la circolazione o ad agire sul sistema nervoso o cardiovascolare. Dovresti chiedere informazioni quando prescrivi tali integratori o consultare un esperto in merito.

Dosaggio

Ciò che è sufficientemente chiaro è che il consumo di bioflavonoidi non influisce sul corpo, sia che si tratti di integratori o di alimenti naturali che li contengono. Gli antiossidanti, come i bioflavonoidi, vengono eliminati nelle urine, cioè non vengono trattenuti nel corpo.

Tuttavia, quando ci si riferisce alle capsule, la dose perfetta sarebbe 1 o 2 al giorno.

Va notato che il dosaggio dipende dai milligrammi contenuti nelle capsule o compresse. Idealmente, gli integratori contenenti 1000 mg di vitamina C e bioflavonoidi dovrebbero essere presi 1 capsula al giorno, non di più. Se gli integratori ne contengono meno, si possono prendere 1-2 capsule al giorno.

imagen de pastillas

La dose raccomandata di integratori di bioflavonoidi è di 1 capsula al giorno. (Fonte: Baumeister: wbw5RjQXxyg/ Unsplash)

Come conservare

Anche se possiamo pensare che questa domanda non sia importante, è vero il contrario. Prima di tutto, dobbiamo leggere l’etichetta degli integratori, perché è qui che troveremo le informazioni su come conservarli. Questo è essenziale, dato che alcuni integratori perdono la loro durata di conservazione se esposti a temperature molto alte o molto basse.

La maggior parte degli integratori dovrebbe essere conservata in un luogo fresco e buio che non lasci passare la luce. È anche necessario tenerli lontani dai bambini e assicurarsi che il coperchio sia ben chiuso per tenere fuori l’aria.

Riassunto

È normale che tu non sapessi dell’esistenza dei bioflavonoidi e che, forse ora, non riesci a toglierti dalla testa le loro proprietà e benefici. Dovresti tenere a mente che, se scegli di prendere degli integratori, non sono un sostituto di nessun cibo. E la tua dieta non può cambiare come risultato di questa decisione.

Gli integratori sono una possibilità per assumere questi antiossidanti. Prendi sempre in considerazione le loro controindicazioni e fidati di un esperto. Dobbiamo cogliere ogni occasione per migliorare la nostra dieta e mangiare sano.

Lunga vita alla vita sana! Se hai trovato quello che cercavi in questa guida, per favore condividila e lasciaci un commento.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Chantal Garnier: 910GanwBoew/ Unsplash)

Riferimenti (11)

1. Martínez-Flórez S, González-Gallego J, Culebras J.M, Tuñon M.J. Los flavonoides: propiedades y acciones antioxidantes [Internet]. Nutrición hospitalaria. 2002 [2021]
Fonte

2. Cartaya O, Reynaldo I. Flavonoides: características químicas y aplicaciones [Internet]. Cultivos Tropicales. Institucio Nacional de Ciencias Agrícolas, La Habana, Cuba. 2001 [2021]
Fonte

3. Orallo Cambeiro F, Álvarez Castro E. Actividad biológica de los flavonoides. Acción frente al cáncer [Internet]. Departamento de Farmacología. Facultad de Farmacia. Universidad de Santiago. 2003 [2021]
Fonte

4. Researchgate.net [citado el 7 de abril de 2021]. Disponible en: https://www.researchgate.net/profile/Javier-Gonzalez-Gallego-2/publication/10961859_Flavonoids_Properties_and_antioxidizing_action/links/0deec52a6b0057f327000000/Flavonoids-Properties-and-antioxidizing-action.pdf
Fonte

5. Schapsis I, Dahl W. Datos sobre los flavonoides [Internet]. AskIFAS - UF IFAS Extension - University of Florida. 2018 [2021]
Fonte

6. Flavonoids [Internet]. Oregonstate.edu. 2014 [citado el 7 de abril de 2021]. Disponible en: https://lpi.oregonstate.edu/mic/dietary-factors/phytochemicals/flavonoids
Fonte

7. Quiñones M, Miguel M, Aleixandre A. Los polifenoles, compuestos de origen natural con efectos saludables sobre el sistema cardiovascular. Nutr Hosp. 2012;27(1):76–89.
Fonte

8. Luis DA de, Aller R. Papel de los flavonoides del té en la protección cardiovascular. An Med Interna. 2008;25(3):105–7.
Fonte

9. de 2003 Florianópolis – SC – Brasil 14 a. 16 de Maio. II SEMINÁRIO INTERNACIONAL SOBRE PRODUÇÃO, MERCADO E QUALIDADE DA CARNE DE SUÍNOS [Internet]. Embrapa.br. [citado el 8 de abril de 2021]
Fonte

10. Hernández Guiance S.N, Marino L, Isern D.M, Coria, I.D, Irurzun, I. Flavonoides: Aplicaciones medicinales e industriales [Internet]. INVENIO - Universidad de la Plata, Argentina. 2019 [2021]
Fonte

11. Rus Copado A. Potenciales beneficios de la quercetina en la salud ocular. Universitat Politècnica de Catalunya; 2019 [citado 8 de abril de 2021]. Disponible en: http://hdl.handle.net/2117/331235
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Artículo científico
Martínez-Flórez S, González-Gallego J, Culebras J.M, Tuñon M.J. Los flavonoides: propiedades y acciones antioxidantes [Internet]. Nutrición hospitalaria. 2002 [2021]
Vai alla fonte
Artículo científico
Cartaya O, Reynaldo I. Flavonoides: características químicas y aplicaciones [Internet]. Cultivos Tropicales. Institucio Nacional de Ciencias Agrícolas, La Habana, Cuba. 2001 [2021]
Vai alla fonte
Artículo científico
Orallo Cambeiro F, Álvarez Castro E. Actividad biológica de los flavonoides. Acción frente al cáncer [Internet]. Departamento de Farmacología. Facultad de Farmacia. Universidad de Santiago. 2003 [2021]
Vai alla fonte
Artículo científico
Researchgate.net [citado el 7 de abril de 2021]. Disponible en: https://www.researchgate.net/profile/Javier-Gonzalez-Gallego-2/publication/10961859_Flavonoids_Properties_and_antioxidizing_action/links/0deec52a6b0057f327000000/Flavonoids-Properties-and-antioxidizing-action.pdf
Vai alla fonte
Artículo científico
Schapsis I, Dahl W. Datos sobre los flavonoides [Internet]. AskIFAS - UF IFAS Extension - University of Florida. 2018 [2021]
Vai alla fonte
Artículo científico
Flavonoids [Internet]. Oregonstate.edu. 2014 [citado el 7 de abril de 2021]. Disponible en: https://lpi.oregonstate.edu/mic/dietary-factors/phytochemicals/flavonoids
Vai alla fonte
Artículo científico
Quiñones M, Miguel M, Aleixandre A. Los polifenoles, compuestos de origen natural con efectos saludables sobre el sistema cardiovascular. Nutr Hosp. 2012;27(1):76–89.
Vai alla fonte
Artículo científico
Luis DA de, Aller R. Papel de los flavonoides del té en la protección cardiovascular. An Med Interna. 2008;25(3):105–7.
Vai alla fonte
Artículo científico
de 2003 Florianópolis – SC – Brasil 14 a. 16 de Maio. II SEMINÁRIO INTERNACIONAL SOBRE PRODUÇÃO, MERCADO E QUALIDADE DA CARNE DE SUÍNOS [Internet]. Embrapa.br. [citado el 8 de abril de 2021]
Vai alla fonte
Artículo científico
Hernández Guiance S.N, Marino L, Isern D.M, Coria, I.D, Irurzun, I. Flavonoides: Aplicaciones medicinales e industriales [Internet]. INVENIO - Universidad de la Plata, Argentina. 2019 [2021]
Vai alla fonte
Artículo científico
Rus Copado A. Potenciales beneficios de la quercetina en la salud ocular. Universitat Politècnica de Catalunya; 2019 [citado 8 de abril de 2021]. Disponible en: http://hdl.handle.net/2117/331235
Vai alla fonte
Recensioni