Bicicletta elettrica pieghevole
Pubblicato: 28/12/2020

Come scegliamo

16Prodotto analizzati

21Ore impiegate

2Studi valutati

75Commenti raccolti

Benvenuto sul nostro articolo dedicato alla bicicletta elettrica pieghevole. Sempre più persone decidono di utilizzare la bici nei loro spostamenti quotidiani. Il problema nasce quando devi salire con lei in metropolitana o raggiungere luoghi in periferia. Oppure quando provi a metterla in ufficio o nel tuo centro studi perché non ti fidi a parcheggiarla in strada. La soluzione a questi problemi è in una bicicletta elettrica pieghevole.

Le biciclette pieghevoli sono veicoli per la mobilità personale utilizzati da coloro che abitualmente percorrono quotidianamente distanze medie e brevi. Tuttavia, le dimensioni ridotte delle sue ruote richiedono una maggiore pedalata rispetto a una normale bicicletta. È qui che entrano in gioco le biciclette elettriche pieghevoli, note anche come e-bike.




Le cose più importanti in breve

  • Le biciclette elettriche pieghevoli sono la migliore alternativa per chi si muove regolarmente in città. Esistono anche modelli da montagna, ideali per percorsi lunghi e complicati. Le e-bike offrono numerosi vantaggi, soprattutto un grande risparmio economico e di spazio. Non è necessaria la patente di guida per utilizzarli.
  • Le caratteristiche delle biciclette elettriche pieghevoli sono determinate dalla legge. Ne esistono di diversi tipi, a seconda del diametro della ruota o del livello di pedalata assistita. In questo articolo ci occupiamo solo delle biciclette pieghevoli note come pedelec, che raggiungono solo i 25 km/h.
  • Quando si sceglie una bici elettrica pieghevole bisogna considerare fattori come il tipo di motore e l’autonomia della batteria. Anche i meccanismi di frenata sono rilevanti, così come i diversi livelli di assistenza alla pedalata. Parleremo più a fondo dei criteri di acquisto alla fine dell’articolo.

Le migliori biciclette elettriche sul mercato: la nostra selezione

Se hai deciso di non utilizzare l’auto per i tuoi spostamenti urbani, le biciclette elettriche pieghevoli sono l’opzione più economica e sostenibile. Tuttavia, la scelta del modello più adatto può essere un po’ complicata. Per aiutarti in questo, abbiamo selezionato le e-bike con il miglior rapporto qualità-prezzo presenti attualmente sul mercato, affinché tu possa fare un primo paragone.

La bicicletta elettrica pieghevole con il miglior rapporto qualità-prezzo

Pensata specialmente per l’uso urbano, questa bici elettrica pieghevole ha ruote da 20 pollici e una batteria al litio rimovibile. Offre un’autonomia fino a 120 km in modalità eco e 40 km con pedalata assistita. Dispone inoltre di un ciclocomputer con varie funzioni. Tutto questo a un prezzo molto ragionevole.

Chi l’ha provata mette in risalto l’efficienza dei suoi freni a disco, nonché la sua eccezionale autonomia. Spiccano anche la facilità di piegatura e il servizio post vendita.

La migliore mountain bike elettrica pieghevole

Se vuoi una bici per i tuoi weekend, questo modello con ruote da 26” è il più adatto. Il suo potente motore brushless e la grande autonomia ti permetteranno di percorrere strade rurali con poco sforzo.

Gli acquirenti di questa bicicletta sottolineano il comfort dei suoi ammortizzatori, così come la sua velocità nella ricarica della batteria, di circa appena tre ore. Ha un ciclocomputer con schermo LCD e acceleratore sul manubrio.

La migliore bicicletta elettrica pieghevole con ruote da 26 pollici

Se stai cercando una bicicletta elettrica pieghevole, ma non ti piacciono quelle con ruote piccole, questo modello da 26” è la soluzione migliore. Chi già l’ha provata ne elogia la grande autonomia della batteria al litio, il suo bel design e la leggerezza che le conferisce il suo telaio in alluminio.

Questo modello ha sospensioni, freno a disco anteriore, batteria a ricarica rapida e cambio Shimano a 21 velocità. Senza dubbio, il modello ideale per chi predilige un bel design.

La bicicletta elettrica pieghevole più conveniente

Non ci vuole un grande investimento per avere una e-bike pieghevole di qualità. Questo modello con ruote da 20” ha una batteria al litio rimovibile, un telaio in alluminio, freni a disco e un cambio Shimano a sette velocità. La sua autonomia massima è di circa 80 km.

Gli utenti sottolineano la velocità di assemblaggio e la facilità di piegatura. Sottolineano inoltre la spinta del suo motore, delle sospensioni, nonché le varie modalità di guida.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulla bicicletta elettrica pieghevole

Biciclette e monopattini elettrici sono i veicoli per la mobilità personale più venduti. Tra questi, spiccano le biciclette elettriche pieghevoli per uso urbano e le mountain bike. Se decidi di comprare una bicicletta elettrica pieghevole, devi sapere cosa stai acquistando, per non farti ingannare. In questa sezione ti spieghiamo tutto ciò che devi sapere sulla bicicletta elettrica pieghevole.

Particolare di una bicicletta elettrica

Le biciclette elettriche pieghevoli sono la migliore alternativa per chi si muove regolarmente in città. (Fonte: Microgen: 53977433/ 123rf.com)

Quali caratteristiche hanno le biciclette elettriche pieghevoli?

Le biciclette elettriche pieghevoli, come altri veicoli per la mobilità personale (VMP), sono regolamentate dalla Legge n.160/2019 del 27.12.2019, e da varie direttive dell’Unione Europea. Questi testi legali stabiliscono i requisiti e le caratteristiche delle e-bike. Vediamo quali caratteristiche e limitazioni ha questa classe di veicoli (1).

  • Pedalata assistita. Questi veicoli sono caratterizzati dall’avere un motore elettrico che aiuta a pedalare, sebbene sia possibile farlo anche senza il suo aiuto.
  • Potenza. La potenza nominale continua di una e-bike deve essere inferiore o uguale a 250 W (watt).
  • Velocità massima. La potenza del motore elettrico diminuisce gradualmente quando raggiunge i 25 km/h. La potenza viene interrotta se raggiunge quella velocità, il ciclista frena o smette di pedalare.
  • Acceleratore. Le e-bike non possono avere un acceleratore. In caso contrario, sono simili a un ciclomotore elettrico e, quindi, sarebbero soggetti ad altre normative.
  • Immatricolazione. Le biciclette elettriche che soddisfano i requisiti di cui sopra sono equiparate alle biciclette tradizionali, quindi non è necessario registrarle.
  • Omologazione. Le caratteristiche delle biciclette a pedalata assistita (EPAC) sono comprese nella norma UNI-EN-15194-2018(2).

Serve una patente per guidare una bicicletta elettrica pieghevole?

Le biciclette elettriche pieghevoli non richiedono una patente di guida o il pagamento della tassa di circolazione. Ciò non significa che dobbiamo conoscere le regole del traffico. Infatti, gli ufficiali possono fermare qualsiasi ciclista e porre domande specifiche sulle regole della strada. Una delle regole di base è che le e-bike non possono circolare sul marciapiede.

Se stai per acquistare una bicicletta elettrica pieghevole, non è necessario stipulare un’assicurazione contro gli infortuni contro terzi. Tuttavia, sempre più aziende offrono questo tipo di copertura. Oltre ai danni a terzi, alcune polizze coprono il furto del veicolo e i suoi danni, nonché le spese causate dal ricovero e dalle cure del ciclista.

Particolare su una ruota di bicicletta

Alcune biciclette elettriche hanno freni a V anteriori e freni a disco posteriori. (Fonte: Azerbaijan: 3441/ Freepik.es)

Perché acquistare una bicicletta elettrica pieghevole?

L’acquisto di una bicicletta elettrica pieghevole è un esborso iniziale significativo, poiché sono pochi i modelli che scendono al di sotto dei 500 euro. Tuttavia, l’investimento è più che ammortizzato per i notevoli vantaggi che offrono rispetto ad altri mezzi di trasporto.

  • Risparmio dello spazio. Una e-bike pieghevole occupa pochissimo spazio, quindi non avrai problemi a riporla a casa o in ufficio. Inoltre, puoi portarla nel bagagliaio dell’auto o farla salire su qualsiasi trasporto pubblico.
  • Risparmio economico. Sebbene le biciclette elettriche pieghevoli non siano economiche, fanno risparmiare di più a lungo termine rispetto all’utilizzo di altre opzioni di trasporto. Usano poca energia e richiedono poca manutenzione.
  • Miglioramento della salute. Ricordiamoci che, sebbene le e-bike siano assistite da un motore elettrico, è comunque necessario pedalare in ogni momento. Quindi, sono più sane rispetto, ad esempio, agli scooter, ai monocicli o alle moto elettriche.
  • Facili da manovrare. Questi veicoli sono molto maneggevoli, quasi più di una bicicletta tradizionale. Quando ti abitui a una e-bike, non vorrai guidare nient’altro.
  • Né assicurazione né permessi né tasse. Eliminare tasse, permessi, assicurazioni e revisioni tecniche obbligatorie ci consentirà di risparmiare tempo e denaro nelle procedure amministrative.
  • Versatilità. Con una e-bike pieghevole non saremo mai bloccati, perché se la batteria si esaurisce possiamo sempre usarla come una normale bici. L’autonomia delle batterie varia tra i 40 e i 100 km, a seconda del modello e della modalità di utilizzo.
  • Ideale per i genitori. I genitori che accompagnano i loro bambini piccoli in bicicletta possono risparmiare un pò di energia con questi tipi di veicoli.
  • Per gli atleti. Se stai pensando di acquistare una mountain bike, considera l’acquisto di un’elettrica pieghevole. Ti stancherai molto meno e raggiungerai luoghi irraggiungibili con la pedalata tradizionale. Inoltre, non avrai bisogno di alcun portabiciclette per trasportarli in macchina.

Quanti tipi di biciclette elettriche pieghevoli esistono?

C’è una vasta gamma di bici elettriche pieghevoli. Quelle di cui ci occupiamo in questo articolo sono le cosiddette pedelec, quelle il cui motore si attiva solo pedalando. Le Speed ​​Pedelec funzionano allo stesso modo, ma hanno più potenza, cioè più di 250 W. Legalmente, non sarebbero considerate biciclette elettriche e paragonate ai ciclomotori.

In termini di destinazione d’uso, le biciclette elettriche pieghevoli si dividono in bici leggere o urbane e mountain bike. Generalmente, le prime tendono ad essere meno robuste, hanno ruote più piccole – 16″ e 20″ – e sopportano meno peso delle mountain bike. Queste ultime hanno le caratteristiche di questi veicoli per il tempo libero, con ruote generalmente da 27”.

Criteri di acquisto

La bici elettrica pieghevole ideale è quella che soddisfa pienamente le nostre esigenze di trasporto e di svago. Tuttavia, per restringere le numerose opzioni di acquisto disponibili, dobbiamo considerare una serie di fattori e caratteristiche chiave. Vediamo quali sono nella sezione qui sotto.

Biciclette urbane

Se stai cercando una bicicletta che viene utilizzata esclusivamente per circolare in città, scegli un modello che offra buone prestazioni, poiché la utilizzerai quasi tutti i giorni. Controlla che abbia buoni freni, così come le sospensioni, almeno nella parte anteriore. Altre caratteristiche interessanti sono il manubrio e la sella regolabili in altezza.

Se hai intenzione di portare la tua bicicletta sui mezzi pubblici devi controllarne anche il peso. Una bicicletta pieghevole molto pesante e ingombrante può rendere difficile il trasporto in metropolitana o in treno. Il peso e il volume della bicicletta piegata sono fondamentali se, inoltre, devi salire quotidianamente scale o ascensori.

Bicicletta elettrica pieghevole bianca

Con una bici elettrica pieghevole non arriverai più al lavoro stanco e sudato. (Fonte: Slikviditet: 556734/ Pixabay.com)

Mountain bike

Le mountain bike elettriche consentono un accesso più facile a luoghi difficili da raggiungere con la nostra sola forza bruta. Inoltre, se scegli un modello pieghevole, non avrai bisogno di dotare la tua auto di accessori come i portabiciclette, puoi metterlo nel bagagliaio. Queste bici sono robuste e leggere, con ruote da 26 e 27 pollici.

Se opti per una e-bike pieghevole da montagna, verifica che abbia sospensioni di qualità, almeno sulla ruota anteriore. Verificare inoltre che abbia freni a disco, più affidabili e sicuri di quelli a bacchetta. Alcune mountain bike elettriche possono superare i 25 km/h e i 250 W di potenza. Il loro utilizzo su strade pubbliche, quindi, è limitato.

Potenza

La potenza che una bicicletta elettrica può sviluppare è condizionata dal tipo di motore. Ne esistono due tipi: il motore con spazzole e il brushless. Il primo è presente nei modelli economici. Il secondo viene chiamato così perché privo di spazzole ed è quello che incorporano le e-bike di fascia media e alta.

Grazie al motore brushless la bicicletta potrà sviluppare più potenza, sempre con il limite di legge di 250 W. Inoltre, il consumo di energia sarà inferiore, così potremo fare più chilometri tra una ricarica e l’altra. E, cosa più importante: i motori brushless sono più durevoli grazie alla loro bassa usura, poiché non c’è quasi nessun attrito.

Bicicletta elettrica con sfondo su Hollywood

Alcune mountain bike elettriche possono superare i 25 km/h con la modalità assistita (Fonte: Maxfoot: 4047804/ Pixabay.com)

Autonomia

L’autonomia compresa nelle specifiche tecniche delle e-bike corrisponde a condizioni ideali di utilizzo. Normalmente si basa sull’utilizzo su terreno pianeggiante e senza buche, a velocità media e con persone non superiori a 70 kg.

È quindi normale che la durata effettiva della batteria sia inferiore a quella indicata nelle specifiche tecniche.

A meno che tu non pesi meno di 70 kg e guidi sempre in una città senza pendenze, ti consigliamo di scegliere una bici con una buona autonomia. Anche le modalità di assistenza alla pedalata hanno un maggiore dispendio di energia. Controlla anche il tipo di batteria: le batterie agli ioni di litio sono le migliori, pesano meno e garantiscono una maggiore autonomia.

Dimensioni delle ruote

Normalmente, per garantire un ingombro ridotto, le e-bike hanno ruote di un minor diametro. Queste sono solitamente 14, 16 e 20 pollici, tra cui quest’ultimo è il più diffuso. Essendo così piccola, questo tipo di ruota facilita l’avvio una volta che facciamo il primo colpo di pedale. Ciò è particolarmente evidente quando ci si ferma e ai semafori.

Tuttavia, ci sono anche biciclette elettriche pieghevoli con ruote grandi, 26 pollici o più. Queste offrono maggiore stabilità e presa, oltre a una migliore ammortizzazione. Forniscono anche più velocità, ma perdono un po’ di manovrabilità rispetto alle biciclette con ruote piccole.

Le migliori bici elettriche pieghevoli hanno batterie rimovibili. (Fonte: Daniel Kirsch: 4412895/ Pixabay.com)

Assistenza alla pedalata

Il tratto distintivo di una e-bike è che il suo motore entra in azione solo quando si pedala. Altrimenti si parlerebbe già di un altro tipo di veicolo. Se intendi utilizzare la tua bicicletta in città, devi controllare che la pedalata non aiuti oltre i 25 km/h. Inoltre non dovrebbe avere un acceleratore. Inoltre, se smetti di pedalare, il motore dovrebbe fermarsi.

Le e-bike pieghevoli hanno vari livelli di assistenza alla pedalata. Alcune hanno fino a sei modalità, ma normalmente ne hanno tre. La modalità Eco assiste con moderazione e consuma poca batteria. La modalità bilanciata consuma un po’ di più, ma ci si stanca di meno. La modalità elettrica permette di raggiungere i 25 km/h quasi senza fatica, ma a cambio di una riduzione dell’autonomia.

Freni

Possiamo trovare due tipi di freni: freni a V e freni a disco. I primi sono quelli che usano le biciclette elettriche più economiche. Sebbene siano abbastanza affidabili, fattori come l’acqua o il fango possono influire sulla loro efficacia. Inoltre, sono soggetti a disallineamenti e a una maggiore usura rispetto ai freni a disco.

Sta diventando sempre più comune trovare e-bike con freni a disco, anche in quei modelli più economici. Il motivo è che sono molto più efficaci dei freni a V. A loro volta, i freni a disco possono essere meccanici o idraulici. Quest’ultimo tipo richiede meno manutenzione rispetto a quelli meccanici, ma può essere un po’ difficile da regolare correttamente.

Le e-bike offrono numerosi vantaggi, soprattutto un grande risparmio economico e di spazio. (Fonte: Ivan Llijas: 1721390/ Pixabay.com)

Equipaggiamento

Tra gli accessori base che ogni bici elettrica pieghevole dovrebbe avere, spiccano il faro e il fanale posteriore. Idealmente, dovrebbero essere alimentati dalla batteria stessa, invece di usare le pile. Fai attenzione anche a come sono i paraurti e se coprono le ruote a sufficienza. Il campanello o il clacson non sono indispensabili, poiché puoi acquistarli separatamente.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo trattato in modo approfondito le biciclette elettriche pieghevoli. Queste biciclette rientrano nella categoria dei veicoli per la mobilità personale, insieme a monopattini elettrici, segway o monocicli. Sebbene rappresentino un esborso iniziale significativo, i risparmi a breve termine nel trasporto pubblico e nell’energia sono molto significativi.

Urbane o da montagna, con ruote piccole o grandi, ci sono biciclette elettriche pieghevoli per tutti i gusti e le esigenze. Ai suoi indubbi vantaggi va aggiunta la loro manovrabilità e versatilità. I nostri criteri di acquisto ti aiuteranno a scegliere il modello più adatto al tipo di utilizzo che intendi dargli.

Il nostro articolo ti è stato utile? Ti invitiamo a lasciare un commento o a condividerlo sui social, così aiuterai chi è alla ricerca di una buona bicicletta elettrica pieghevole.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Polc: 115657523/ 123rf.com)

Riferimenti (2)

1. L. n.160/2019 del 27.12.2019, ora sostituito dall’art. 33 bis della legge di conversione del Decreto c.d. Milleproroghe, approvata alla Camera il 19 febbraio 2020 e in corso di pubblicazione.
Fonte

2. UNI EN 15194:2018, Cicli - Cicli elettrici a pedalata assistita - Biciclette EPAC, Data entrata in vigore : 18 gennaio 2018
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Articolo informativo
L. n.160/2019 del 27.12.2019, ora sostituito dall’art. 33 bis della legge di conversione del Decreto c.d. Milleproroghe, approvata alla Camera il 19 febbraio 2020 e in corso di pubblicazione.
Vai alla fonte
Sito ufficiale
UNI EN 15194:2018, Cicli - Cicli elettrici a pedalata assistita - Biciclette EPAC, Data entrata in vigore : 18 gennaio 2018
Vai alla fonte
Recensioni