Ultimo aggiornamento: 06/10/2021

Avere la pressione bassa può essere una buona cosa, ma non dobbiamo dimenticare che ci sono momenti in cui può causare seri problemi. È quindi importante sapere cosa c’è di sbagliato in noi e fino a che punto influisce sulla nostra salute.

In questo articolo parleremo di cos’è la pressione bassa, imparerai tutti i suoi sintomi e sarai in grado di individuare rapidamente il problema. In questo modo saprai cosa devi fare per prenderti cura della tua salute. Scopriamolo!




Sommario

  • La pressione sanguigna è considerata bassa quando è inferiore a 90 mmHg (alta) e 60 mmHg (bassa).
  • Consulta il tuo medico non appena noti segni di stanchezza, vertigini o mancanza di concentrazione.
  • La pressione bassa non sempre significa che c’è un problema – molte persone hanno la pressione bassa naturalmente.

Cosa devi sapere sulla pressione bassa

La pressione sanguigna è la forza del sangue contro le pareti delle tue arterie quando il tuo cuore pompa il sangue. Questa pressione è regolata da molti sistemi nel corpo inclusi gli ormoni e i nervi.(1)

La pressione bassa è chiamata ipotensione, in alcune persone avere un calo di pressione è normale e non hanno sintomi. Altri possono sperimentare cali improvvisi che potrebbero essere collegati ad un problema di salute.

Uno dei sintomi della pressione bassa è la mancanza di concentrazione. (Fonte: andrea-piacquadio: 3808057/ pexels)

Quali sono i sintomi della pressione bassa?

La pressione bassa generalmente non causa problemi, ma se inizi a notare dei sintomi, è importante indagare su cosa li sta causando.

Può portare alla disidratazione e a seri problemi di salute. Ecco perché dovresti vedere il tuo medico quando noti questi sintomi:

Sintomi
Svenimento.
Visione offuscata o sbiadita.
Vertigini o stordimento.
Nausea.
Fatica.
Mancanza di concentrazione.

Cosa causa la pressione bassa?

La pressione bassa sistemica può essere causata da una disfunzione del riflesso nervoso a qualsiasi livello. Vie afferenti, compresi i barocettori, i centri vasomotori centrali, le vie nervose efferenti nella corteccia o nel midollo spinale.

I nervi periferici simpatici e parasimpatici e gli effettori meccanici che impediscono il ristagno del sangue venoso nelle vene periferiche.

Tutto quanto sopra comporta una diminuzione del tono arteriolare, una bassa gittata cardiaca o un insufficiente reflusso venoso. Ci può essere anche una sovrapproduzione di acetilcolina.

In altre parole, il flusso sanguigno diminuisce in alcuni organi vitali, come il cervello e i polmoni, e questo è quando si verificano le vertigini e altri sintomi.

Quali valori determinano la pressione bassa?

Le cifre non sono esatte e possono variare a seconda dell’età, del sesso, dello stato di salute e di altre circostanze. La pressione si misura in millimetri di mercurio (mm Hg) (2). I numeri ottimali sono i seguenti:

Pressione sanguigna ottimale
Pressione sanguigna sistolica (alta) 120 mmHg
Pressione sanguigna diastolica (bassa) 80 mmHg

La pressione sanguigna bassa è considerata inferiore a questi numeri:

Pressione sanguigna bassa
Pressione sanguigna sistolica (alta) Meno di 90 mmHg
Pressione sanguigna diastolica (bassa) Meno di 60 mmHg

Ricorda che questi non sono numeri esatti, quindi se noti dei sintomi, consulta il tuo medico il prima possibile.

Come posso controllare se la mia pressione sanguigna è bassa?

Per scoprire qual è la tua pressione sanguigna, dovresti usare un misuratore di pressione. Puoi andare in farmacia o dal medico, ma se hai intenzione di farlo a casa, ecco come prenderlo in modo che i risultati siano perfetti

  • Il momento migliore per misurare la tua pressione sanguigna è poco prima dei pasti, a riposo, per almeno 5 minuti e senza alcuna attività fisica precedente. È importante non bere caffè, tè, alcol o fumare 30 minuti prima del test.
  • Se stai prendendo degli antipertensivi, non fare il test immediatamente dopo averlo preso.
  • Scegli un momento in cui non sei stressato e fallo in una stanza tranquilla.
  • Controlla che niente stia stringendo il tuo braccio, lascialo riposare su un tavolo, all’altezza del tuo cuore, con la mano verso l’alto e il braccio flesso.
  • Indossa il tuo misuratore di pressione sanguigna secondo le istruzioni del produttore. E resta a riposo.
  • Ripeti la misurazione, ma lascia 2 o 3 minuti tra ogni misurazione.

Se hai intenzione di monitorare la tua pressione sanguigna per un periodo di tempo, fallo nelle stesse condizioni e alla stessa ora del giorno, in modo da poter controllare i cambiamenti della tua pressione sanguigna in modo più accurato.

Chi può avere la pressione bassa?

La pressione bassa può essere collegata a diverse malattie, o essere un sintomo di qualcosa di specifico. Ecco i casi comuni che potrebbero farti soffrire di pressione bassa

  • Malattie infettive. Esempi sono la tubercolosi, la febbre tifoidea, la sifilide o l’anemia perniciosa. Possono anche colpire malattie cardiovascolari come la stenosi mitrale, la stenosi aortica, la stenosi congenita, tra le altre. Nelle malattie genetiche, per esempio la sindrome di Gitelman e Bartter. Vedi più in profondità in questo articolo medico (3).
  • Ingestione di farmaci antipertensivi, tutti quelli con effetti cronotropi negativi e assunzione di alcol.
  • L’ipotensione arteriosa sistemica transitoria si verifica nelle donne in gravidanza. Questo è dovuto ad una diminuzione della resistenza vascolare e alla vasodilatazione periferica. Questo avverrà principalmente nel secondo trimestre, e aumenterà nel terzo trimestre, ma rimarrà al di sotto dei livelli pre-gravidanza.
  • Nei bambini appena nati, dal primo mese inizia ad aumentare, fino a normalizzarsi quando hanno circa 5 anni.
  • Colpisce anche le adolescenti o le giovani donne che sono depresse, nervose o suscettibili. Hanno una corporatura esile, fanno poco esercizio e hanno mani sudate e fredde. Possono soffrire di svenimenti (lipotimia) e sono spesso facilmente affaticati, sia fisicamente che mentalmente.

Consulta il tuo medico non appena noti segni di stanchezza, vertigini o mancanza di concentrazione. (Fonte: mufid-majnun: X4Hypm5HBfA/ unsplash)

Cos’è l’ipotensione ortostatica o posturale?

Pressione sanguigna bassa quando ti alzi (ipotensione ortostatica o posturale). Quando ti alzi in piedi, la gravità fa sì che il sangue si accumuli nelle gambe quando stai in piedi.

Il corpo compensa aumentando la frequenza cardiaca e restringendo i vasi sanguigni, ma nel caso delle persone con ipotensione ortostatica, il sistema di compensazione fallisce e la pressione sanguigna scende.

Con l’ipotensione ortostatica l’individuo ha vertigini, testa leggera, visione offuscata e può anche svenire.

Questo tipo di ipotensione può verificarsi per una serie di ragioni (4). Disidratazione, riposo a letto prolungato, gravidanza, diabete, problemi cardiaci, ustioni, calore eccessivo, grosse vene varicose, alcuni disturbi neurologici e alcuni farmaci.

Trattamento e prevenzione della pressione bassa.

Nella maggior parte dei casi la pressione bassa non è un problema, perché in alcune persone è una pressione normale. Ma se hai dei sintomi, dovresti prendere alcune precauzioni e consultare il tuo medico per alleviare questi effetti collaterali.

Trattamenti

Per la pressione bassa non ti verranno sempre prescritti dei farmaci, ma ci sono casi in cui il tuo medico potrebbe darti qualcosa per aiutarti ad alzare la pressione

  • Ti possono essere prescritti dei farmaci per aumentare il sale nel tuo corpo, ma nella maggior parte dei casi, aumentare la quantità di sale nel tuo cibo sarà sufficiente. Il dosaggio dovrebbe sempre essere raccomandato dal medico.
  • Ci sono anche farmaci che aiutano a restringere le vene, il medico deciderà se questo è necessario nel tuo caso.
  • Se i tuoi sintomi sono il risultato di altri farmaci o malattie, allora dovresti trattare il problema.

Quando hai la pressione bassa, non dimenticare di non alzarti di colpo, ma lentamente per non avere le vertigini. (Fonte: andres-ayrton: 6551306/ pexels)

Cambiamenti di abitudini

Ci sono alcune routine che ti aiuteranno a mantenere un corretto livello di pressione sanguigna, ci sono alcune abitudini che potresti cambiare per prevenirle.

Il nostro stato psicologico influenza positivamente e negativamente l’ipotensione, quindi è normale avere momenti in cui è fuori controllo, prenditi cura della tua salute mentale e ti prenderai cura anche della tua salute fisica.

C’è uno studio su come lo stato psicologico influenzi la pressione sanguigna (5). Abbiamo preparato una tabella di cose da fare e da non fare che ti aiuterà a mantenere la tua ipotensione in buone condizioni.

Cosa fare
Alzati lentamente da seduto a in piedi.
Fate attenzione quando vi alzate dal letto: passate lentamente da sdraiati a seduti a in piedi.
Alzare la testa del letto di circa 15 cm con mattoni o libri pesanti.
Mangiare pasti piccoli e frequenti: anche sdraiarsi o sedersi per un po’ dopo aver mangiato può aiutare.
Aumenta la quantità di acqua che bevi.
Indossare calze a compressione.
Ci sono anche alimenti che aiutano ad alzare la pressione sanguigna. Il suo medico curante le raccomanderà di modificare la sua dieta per includere più sale. Tuttavia, non fatelo a meno che il vostro medico lo raccomandi perché deve essere fatto in modo controllato.
Cosa non fare
Non stare seduto o in piedi per periodi prolungati.
Non piegarti o cambiare postura improvvisamente.
Non bere bevande con caffeina la sera.
Non bere troppo alcol.

Conclusione

Devi tenere a mente che la pressione bassa è normale in modo specifico e non molto grave, e se segui le raccomandazioni che ti abbiamo dato, puoi tenerla sotto controllo.

Ma se, al contrario, pensi che i tuoi sintomi siano molto frequenti e preoccupanti, non pensarci più e consulta il tuo medico.

Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato e che abbiamo risolto tutti i tuoi dubbi. Se hai qualche domanda sull’argomento, non esitare a scriverci, ti risponderemo il prima possibile.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Lazaro: 0lrJo37r6Nk/ unsplash)

Riferimenti (5)

1. National Heart, lung, and blood Institute. Bethesda;2019 [16/1/2021;19/8/2021]
Fonte

2. Alberto Lifshitz, Medicina Interna de México Volumen 36, Núm. 4. EDITORIAL La nueva normalidad clínica, julio-agosto, 2020 [cited 2021]
Fonte

3. Alberto Lifshitz, Medicina Interna de México Volumen 36, Núm. 4. EDITORIAL La nueva normalidad clínica, página 120 julio-agosto, 2020 [cited 2021]
Fonte

4. Jacsel Suarez, Roberto Pineda, Félix Medina, Sofía Jiménez. Hipotensión ortostática en el adulto mayor: Frecuencia y factores asociados. Rev Med Hered, 2014 [cited 2021]
Fonte

5. Carolina Bernal Trujillo, Mariantonia Lemos Hoyos, Luis Eduardo Medina Durango, Jorge Ospina Duque, Yolanda Torres. Estrategias de afrontamiento y presión arterial. Revista CES Psicología Volumen 2 - Número 2, Julio-Diciembre 2009 [cited 2021]
Fonte

Perché puoi fidarti di noi?

Artículo médico
National Heart, lung, and blood Institute. Bethesda;2019 [16/1/2021;19/8/2021]
Vai alla fonte
Artículo médico
Alberto Lifshitz, Medicina Interna de México Volumen 36, Núm. 4. EDITORIAL La nueva normalidad clínica, julio-agosto, 2020 [cited 2021]
Vai alla fonte
Artículo médico
Alberto Lifshitz, Medicina Interna de México Volumen 36, Núm. 4. EDITORIAL La nueva normalidad clínica, página 120 julio-agosto, 2020 [cited 2021]
Vai alla fonte
Investigación médica
Jacsel Suarez, Roberto Pineda, Félix Medina, Sofía Jiménez. Hipotensión ortostática en el adulto mayor: Frecuencia y factores asociados. Rev Med Hered, 2014 [cited 2021]
Vai alla fonte
Investigación médica
Carolina Bernal Trujillo, Mariantonia Lemos Hoyos, Luis Eduardo Medina Durango, Jorge Ospina Duque, Yolanda Torres. Estrategias de afrontamiento y presión arterial. Revista CES Psicología Volumen 2 - Número 2, Julio-Diciembre 2009 [cited 2021]
Vai alla fonte
Recensioni