Ultimo aggiornamento: 19/08/2021

Come scegliamo

14Prodotto analizzati

21Ore impiegate

6Studi valutati

67Commenti raccolti

Hai mai sentito parlare dell’astaxantina? Bene, oggi parleremo dell’integrazione a base di questa sostanza organica che è molto benefica per il corpo umano.

Alcuni la conoscono come la “regina dei caroteni”, collocandola, per esempio, al di sopra del tanto discusso beta-carotene. Altri si riferiscono ad esso come “l’antiossidante più potente della natura”, una frase autoesplicativa, ammettiamolo. Il fatto è che l’astaxantina è qui per restare.

In questa guida, ti mostreremo la sua posizione nel mercato, mostrandoti le varietà, i concorrenti e, naturalmente, i migliori prodotti disponibili sugli scaffali fisici e digitali. Nel processo, ti daremo anche le informazioni necessarie in modo che tu possa scegliere la formula ideale per le tue esigenze.




Per prima cosa, la più importante

  • Uno dei grandi vantaggi dell’astaxantina è la sua sicurezza, con controindicazioni minime. Comunque, consulta un medico o un nutrizionista prima di iniziare la tua integrazione.
  • Gli studi indicano che l’astaxantina è fino a dieci volte più efficiente dei comuni antiossidanti.
  • Il suo colore naturale è il rosso e non subisce sbiancamenti. Diffida dei prodotti che lo vendono con un altro colore.

Astaxantina: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Di seguito, abbiamo elencato alcuni dei migliori integratori di astaxantina sul mercato, prendendo in considerazione il loro dosaggio, il focus dei loro benefici, il metodo per ottenerli, tra gli altri aspetti.

Guida all’acquisto

Se la sua vasta lista di benefici, dal miglioramento della vista al sistema immunitario, pone l’astaxantina come la “regina dei caroteni”, il suo posto tra gli antiossidanti è dovuto alla sua enorme resistenza a diventare un pro-ossidante, un fatto comune tra gli altri della categoria.

Questa combinazione l’ha resa il nuovo “beniamino” del mercato dell’integrazione. Qui, nella Guida all’acquisto, daremo la sua panoramica in questo segmento, mostrando le varietà, i vantaggi e gli svantaggi del prodotto, e anche i concorrenti.

Imagem mostra uma moça bebendo em um grande copo de água, que segura com a mão direita.

Il consumo di astaxantina accumula benefici in diverse parti del corpo. (Fonte: Daria Shevtsova/ Pexels)

Cos’è l’astaxantina?

L’astaxantina è un carotenoide, una biomolecola ossidativa prodotta dalle microalghe, in particolare dall’Haematococcus pluvialis, da cui proviene la maggior parte della sua produzione sul mercato.

Un elemento caratteristico è il suo colore rosso intenso, che arrossisce non solo le capsule degli integratori, ma anche il tessuto di molti degli animali che lo consumano, come il salmone, l’aragosta, il krill, i gamberi e il granchio.

Imagem mostra algas e outras plantas marítimas, boiando ou submersas numa água azul e cristalina.

L’astaxantina è un carotene naturale, prodotto dalle alghe e presente in abbondanza in animali come il salmone, l’aragosta, il krill e i gamberi. (Fonte: Marco Zuppone/ Unsplash)

Quali sono i benefici dell’astaxantina?

Grazie al suo potente effetto antiossidante, che è fino a dieci volte più efficace della famosa vitamina E, per esempio, l’astaxantina può portare diversi benefici a diverse aree del corpo.

A cominciare dal cervello, che ha neuroni protetti dai radicali liberi e quindi ha un effetto di invecchiamento ritardato. Più in basso, negli occhi, la sua capacità di accumularsi nella retina protegge la visione da problemi legati alla stanchezza.

Seguendo il percorso, anche il cuore ne beneficia, grazie al miglioramento che la sostanza promuove nella circolazione sanguigna, nella pressione sanguigna e nel controllo del colesterolo. Questo giova anche al recupero muscolare.

Infine, altri due sistemi principali, il sistema immunitario e quello tegumentario (pelle) beneficiano dell’uso dell’astaxantina. Il primo, dall’aumento dei linfociti (cellule protettive) legato al consumo del carotene; il secondo, dal miglioramento dell’umidità e dell’elasticità della pelle, oltre a una maggiore resistenza ai raggi UV.

Imagem mostra um grupo, em roda, se alongando, com foco num rapaz, à esquerda, que sofre com os movimentos, e uma moça, à direita, rindo.

Tra i vari benefici del consumo di astaxantina, c’è un migliore e più veloce recupero muscolare. (Fonte: rawpixel.com/ Pexels)

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’astaxantina?

Il primo vantaggio di consumare un integratore di astaxantina è ovviamente la sua vasta gamma di benefici per la salute e il funzionamento del corpo umano. Poi, la sua resistenza a diventare un pro-ossidante la rende molto più sicura.

L’astaxantina è anche solubile nei grassi, il che la rende più adatta all’assorbimento, oltre ad essere più versatile, a livello di marketing. Infine, la sua origine è affidabile, dato che ha una fonte “unica” di produzione, la microalga pluvialis.

D’altra parte, la ricerca relativa agli effetti dell’astaxantina sul corpo è abbastanza recente, e in un volume ben inferiore a quello di altre sostanze consolidate. Non è che i benefici del suo consumo siano in discussione, ma piuttosto l’entità di essi, e come avvengono.

Infine, anche se il suo consumo è abbastanza sicuro, non è privo di controindicazioni. Le donne incinte, le madri che allattano e i bambini non dovrebbero usare l’integratore – almeno non senza aver prima consultato uno specialista.

Vantaggi
  • Ampia gamma di benefici
  • Consumo sicuro
  • Buon assorbimento da parte del corpo
  • Fonte affidabile
Svantaggi
  • Ricerche recenti

Astaxantina naturale o sintetica?

Abbiamo parlato qui dell’origine vegetale dell’astaxantina, prodotta da microalghe di acqua dolce. Si scopre che non è l’unico modo – a parte l’estrazione animale, che non è economicamente sostenibile – per ottenere l’antiossidante.

La produzione di astaxantina sintetica non è esattamente normale, ma non è rara. Succede molto per fare mangime per salmoni, gamberi ecc, e non è impossibile trovarlo in vendita, specialmente online.

La più grande differenza – a parte la produzione, essendo il sintetico derivato da prodotti petrolchimici – è nell’efficacia, con il naturale che è circa venti volte più efficace del “rivale”.

 Imagem mostra um rapaz, de jaleco e toda, operando um microscópio profissional.

Derivata da prodotti petrolchimici, l’astaxantina sintetica è usata per alimentare i pesci in cattività, ma è venti volte meno efficace di quella naturale. (Fonte: Pixabay/ Pexels)

Astaxantina o olio di krill?

L’astaxantina naturale è prodotta dalle microalghe, ma può anche essere trovata in abbondanza negli animali che se ne nutrono, come salmone, aragosta… e krill.

Prodotto emergente nel mercato dell’integrazione, l’Olio di Krill è un concorrente dell’Olio di Pesce, ma uno dei suoi grandi vantaggi è la presenza di Astaxantina, che lascia l’Olio anche in “competizione” con il prodotto di questo testo.

Risolvere un possibile dubbio tra l’integratore Olio di Krill e l’Astaxantina “pura”, tuttavia, è semplice. È una questione di focus: l’olio è ricco di Omega 3, che agisce nella sfera del colesterolo, con il differenziale di avere buoni livelli di Astaxantina.

Le formule di carotene “puro”, invece, si concentrano maggiormente sulla protezione contro i radicali liberi e i loro effetti legati all’invecchiamento, con azioni complementari nei muscoli e nel sangue.

Astaxanthin Olio di krill
Ottenere Algae farming Press
Foco Antioxidation Cholesterol control
Astaxanthin concentration High Medium

Criteri di acquisto: come scegliere l’astaxantina ideale

Successivamente, ti aiuteremo a trovare l’integratore di astaxantina ideale. Come? Con una super lista di criteri di acquisto, assemblati a partire da elementi del prodotto e caratteristiche del suo utilizzo.

Affinché la tua scelta e il tuo acquisto siano i più informati, e quindi i migliori possibili, dettaglieremo ognuno degli articoli:

Olio di autista

Come abbiamo detto, l’astaxantina è liposolubile, cioè ha bisogno di associarsi ai grassi per essere assorbita dalle cellule umane. Quindi, prima di tutto, scegli solo gli integratori in cui c’è questa combinazione.

Poi, la maggior parte dei prodotti, specialmente quelli in cui il nutriente viene consumato in capsule, usano un olio conduttore per essere il grasso associato, comunemente olio di cocco o anche olio d’oliva. Pertanto, opta per il conduttore che ti piace di più.

Sabor

La liposolubilità dell’astaxantina fa sì che uno dei momenti migliori per il suo consumo sia durante i pasti, con la sostanza che può associarsi a più oli e grassi ed essere assorbita meglio.

Quindi, pensando al tuo benessere, cerca di informarti sul sapore dell’integratore che vuoi acquistare, se è neutro, se è dolce, se ha un sapore artificiale, insomma, che si adatti al programma di un pasto, servendo come incentivo al consumo, in un certo modo.

 Imagem mostra uma moça sorridente, segurando um copo com água e limão. Ao fundo, desfocado, elementos de um restaurante, como uma mesa e um espeto com carnes.

Liposolubile, l’astaxantina è meglio se consumata prima o durante un pasto. (Fonte: Fernanda Latronico/ Pexels)

Dosaggio

Fai attenzione ai numeri sulla confezione: possono essere decisivi. Il numero di capsule per confezione e la concentrazione di astaxantina in ognuna è decisiva per la tua scelta.

Prima di tutto segui il consiglio del tuo medico o nutrizionista, poi detta la longevità del prodotto e batti la data di scadenza. Le concentrazioni più comuni sono 4 mg, 6 mg, 8 mg e 12 mg; la maggior parte delle bottiglie contengono da 50 a 120 capsule.

Colore rosso

Ricordi il colore rosso intenso dell’astaxantina? Bene, questa caratteristica è molto utile al momento dell’acquisto, perché l’antiossidante non perde il suo colore, cioè non diventa bianco.

Pertanto, scegli solo capsule contenenti liquidi rossi o rossastri, per essere sicuro che il prodotto venduto sia lo stesso di quello consumato.

(Fonte dell’immagine in primo piano: Jack Moreh/ Freerange Stock)

Perché puoi fidarti di noi?

Recensioni